In scena a Bitonto, in Puglia, la cena-evento della prima edizione del Galà dell’Olio che assegna la Foglia d’Olio 2022: premiati Olio Mimì, Marsicani, Franci, Amore Coltivato e Cutrera

Foglia d’Olio 2022

E’ in onore dell’olio extravergine d’oliva italiano – prodotto d’eccellenza riconosciuto da millenni quale simbolo di prosperità, commerci e benessere – che oggi a Bitonto, in Puglia, va in scena il primo Galà dell’Olio che celebra l’extravergine di alta qualità e premia i produttori italiani che nel 2022 si sono maggiormente distinti nella produzione d’eccellenza dell’olio Evo.

L’appuntamento, organizzato nella piazza principale della città pugliese da sempre capitale regionale dell’ovicoltura, andrà in scena davanti a una delle più belle cattedrali romaniche del mondo, illuminata d’oro per l’occasione. Nata da un’idea dello chef Emanuele Natalizio, con il patrocinio dell’Associazione Nazionale Città dell’Olio, la prima edizione dell’iniziativa mira a divenire annuale appuntamento di celebrazione per assegnare il riconoscimento della Foglia d’Olio 2022 ad alcuni tra i più importanti e rappresentativi produttori di olio.

Foglia d’Olio 2022

Il premio, realizzato appositamente dall’artista pugliese Angela Rapio, verrà consegnato all’Azienda agricola Olio Mimì di Modugno (BA), al Frantoio Marsicani di Morigerati (SA), al Frantoio Franci di Montenero d’Orcia (GR), all’Azienda agricola Amore Coltivato di Bitonto (BA) e ai Frantoi Cutrera di Chiaramonte Gulfi (RG).

Foglia d’Olio 2022

A consegnare i premi saranno ospiti che rappresentano le eccellenze nell’ambito della cultura, del giornalismo, del teatro e della musica italiana: la giornalista Margherita De Bac, il sassofonista Stefano di Battista, l’attrice Giuliana De Sio (nella foto in alto) e il medico e ricercatore Antonio Moschetta. Condurrà la serata l’autore e regista Raffaello Fusaro che accompagnerà ospiti e pubblico lungo un percorso di suggestioni per scandire i momenti della cena-evento.

Per l’occasione infatti Emanuele Natalizio, patron del ristorante Il Patriarca, ha invitato quattro colleghi chef, Andrea Perini (nella foto in alto), Corrado Amato, Nico Carlucci e Giuseppe Palmisano, per proporre a 200 invitati un menù composto da cinque portate in cui protagonisti saranno proprio gli oli che hanno ottenuto la Foglia d’Olio 2022.

Articolo precedenteMixology: il fiorentino Rasputin tra i 200 migliori cocktail bar del mondo
Articolo successivoJuniperi Milano presenta G gin, tra botaniche lombarde e contaminazioni dal mondo
Marco Gemelli, classe 1978, sposato con due bimbi, giornalista professionista dal 2007, è membro della World Gourmet Society e dell'Associazione Stampa Enogastroagroalimentare Toscana. E’ stato redattore ordinario al quotidiano Il Giornale della Toscana, dove per anni si è occupato di cronaca bianca e nera, inchieste, scuola e università, economia, turismo, moda ed enogastronomia. In seno alla stessa testata è curatore dell’inserto semestrale Speciale Pitti Uomo. Oggi è un libero professionista: collabora con diverse testate – sia online che cartacee – nel settore degli eventi e delle eccellenze del territorio, in particolar modo nel campo enogastronomico. E’ coideatore del progetto “Le cene della legalità” (2013) e autore de “L’Opera a Tavola” (2014), nonchè fondatore del sito www.itrelforchettieri.it, embrione del Forchettiere.

Rispondi