In attesa di scoprire i finalisti delle 13 categorie fiorentine, il Forchettiere Awards 2022 elegge i suoi primi vincitori regionali (Miglior ristorante, cocktail bar, pizzeria e hamburgeria, oltre alla migliore food experience)

In alcuni casi c’è stata battaglia fino a pochi minuti dal termine delle votazioni, in altri invece la vittoria era solo questione di tempo. Alla mezzanotte del 1 febbraio il Forchettiere Awards 2022 ha emesso i suoi primi verdetti, premiando i locali toscani che negli ultimi 30 giorni si sono dati battaglia per conquistare più voti dei competitor e aggiudicarsi il primo posto che – in assenza del “contrappeso” della giuria tecnica – è valso la vittoria finale. In molti casi è stata corsa a due, in una sorta di ballottaggio.

Eccoli, allora, i cinque primi vincitori della manifestazione organizzata dalla nostra testata per premiare le eccellenze del territorio regionale. Nella categoria dei ristoranti – sponsorizzata da Ristodesign – la Locanda Martinelli a Nibbiaia (Livorno) si è imposta con un sorpasso all’ultimo giorno (addirittura nelle ultime 12 ore…) rispetto al Tosca del Castello di Casole. Ben 2566 voti per la prima, contro i 2400 tondi tondi della struttura griffata Belmond. Più distaccato il bistellato Arnolfo, fermo a 842 preferenze.

Sul fronte della miglior pizzeria toscana, categoria sponsorizzata dai pomodori Ciro Flagella, si è imposta la Fenice di Manuel Maiorano a Pistoia con 2773 preferenze, davanti alla mugellana Elementi di Tommaso Sarti che dopo settimane di testa a testa si è arresa terminando con un onorevolissimo punteggio di 2277 voti. Agguerritissima anche la performance della chiantigiana Spela di Tommaso Mazzeo e Mattia Ferrazzani, terzi con 1802 voti. Non a caso, con 10939 voti complessivi è stata la categoria più votata.

Per quanto riguarda il premio per la miglior hamburgeria della Toscana, sponsorizzata dai formaggi della Fattoria Il Palagiaccio, alla fine hanno trionfato gli aretini di Billi’s con 1230 voti, davanti a BBQ Chianina Station di Pienza (Siena), non così lontani con le sue 1118 preferenze finali. Terza la Vineria n. 4 di Pistoia, staccata però con 735 voti.

sparkling american bar

Il premio per il miglior cocktail bar della Toscana, sponsorizzato dal liquorificio Il Re dei Re, è stata un’altra di quelle categorie che hanno vissuto un testa a testa praticamente quotidiano fino all’ultimo giorno. A darsi battaglia sono stati lo Sparkling American Bar di Porto Santo Stefano (Grosseto), con i suoi 1958 voti finali, e lo Sketch di Livorno che si è arreso solo all’ultimo tuffo quando la distanza è aumentata fino a una differenza di quasi duecento voti. Livornese anche il terzo, il CardellINO in città, di poco sopra quota mille.

Last but not least, la categoria delle Food experience in Toscana, sponsorizzata dalla Casa della Divisa: a imporsi è stata la Truffle Experience di Savini Tartufi, che ha avuto la meglio su altri due giganti della gastronomia toscana come il macellaio di Panzano in Chianti Dario Cecchini e il maestro gelatiere di San Gimignano, Sergio Dondoli.

E ora un po’ di numeri e statistiche, per gli amanti del settore. Alla fine i voti complessivi del Forchettiere Awards 2022 sono stati ben 124.073, con una media di oltre 4000 voti al giorno per un mese intero. La pagina con la classifica è stata invece vista esattamente 136.128 volte, segno che sono stati moltissimi quelli che hanno controllato l’andamento delle votazioni pur avendo già votato (considerato poi che ognuno poteva esprimere fino a tre voti in ogni categoria…). La categoria che ha raccolto più voti è stata quella delle pizzerie toscane (10939 voti), seguita dai ristoranti fiorentini di fine dining (9040) e dalle pasticcerie (8860), mentre appena fuori dal podio si piazzano i cocktail bar toscani (8516) e i ristoranti fiorentini (8451).

Rispondi