La sesta generazione dei maestri dei lievitati di Arzignano dimostra che il panettone può essere gustato anche in estate: pieno di frutta, realizzato con lo stesso impasto del pluripremiato panettone classico Olivieri, in un vivace packaging ad hoc 

Rinomato a livello internazionale per i suoi lievitati, Olivieri 1882 per la prima volta in assoluto propone una versione estiva del classico panettone, trasformandolo da dolce prettamente natalizio a un prodotto da gustare anche nei mesi più caldi. “Uno dei nostri più grandi obiettivi è sempre stato quello di creare dei lievitati non stagionali per far gustare il nostro prodotto declinato per ogni momento dell’anno,” spiega l’head baker e titolare Nicola Olivieri, sesta generazione della famiglia.

Il Panettone Estivo Olivieri 1882 nasce dalla volontà di ottenere un lievitato fresco e leggero che abbia la frutta come protagonista, prendendo ispirazione dalla macedonia. Il Panettone Estivo ha all’interno una vasta selezione di frutta candita artigianalmente: cedro, pesca, albicocca, ananas, fragola e limone. La ricetta del suo impasto è la stessa utilizzata nel pluripremiato panettone classico di Olivieri.

L’habitat naturale del panettone estivo del brand è decisamente all’aperto, in riva al mare o a bordo piscina, la merenda perfetta sotto il vostro ombrellone o come finale del BBQ di Ferragosto.

Le caratteristiche del panettone estivo Olivieri 1882

Votato dal Gambero Rosso come uno tra i migliori Panettoni Artigianali d’Italia, il panettone di Olivieri 1882 si presenta soffice e gustoso, rigorosamente ricco ma digeribile. Vede l’assenza totale di conservanti, semilavorati, aromi e grassi vegetali rendendolo interamente naturale e rispettando l’artigianalità simbolo della tradizione di famiglia dal 1882. Oltre al rinfresco del lievito madre e alla pirlatura, si aggiunge il processo di scarpatura nei quattro giorni di lavorazione per garantire la massima qualità gestendo con sapienza le varie fasi di lavorazione.

Il Panettone Estivo Olivieri 1882 come il Panettone Classico è prodotto con una quantità di uova pari a quattro volte quelle dei comuni panettoni in commercio per conferirgli un gusto, una struttura ed un colore senza eguali. L’utilizzo di materie prime strettamente selezionate risulta essere un valore fondamentale per l’eccellenza della composizione finale, tra cui: la frutta estiva candita, le bacche di pregiata vaniglia Bourbon del Madagascar, le farine di grani italiani, lo zucchero di canna grezzo, il burro Belga ottenuto per centrifuga ed il miele di acacia italiano.

Dove trovare il panettone estivo Olivieri 1882

Il panettone estivo Olivieri 1882 è disponibile per l’acquisto diretto nel locale di Arzignano, ma è anche a disposizione dei consumatori in Italia e all’estero, grazie all’e-commerce e presso i loro rivenditori

Articolo precedenteValzer degli chef, cosa si muove d’estate a Firenze tra ritorni e nuovi arrivi
Articolo successivoButcher: il regno della carne a due passi dall’Arena di Verona
Federico Silvio Bellanca, nato l’ultima settimana del 1989 a Fiesole, reputa se stesso la risposta alla domanda di Raf “cosa resterà di questi anni 80”, e si crede simpatico ogni volta che fa questa battuta. Specialista in Marketing del settore Beverage, ha lavorato in quest'ambito per alcuni anni (soprattutto sul mercato francese), per poi passare a ruoli di responsabilità nelle vendite in diverse aziende spaziando dal vino alla birra fino ai prodotti food. Stregato dal fascino del giornalismo ha cominciato a scrivere per riviste tecniche nel 2015, prima su GDOnews e successivamente su Beverfood.com. A fine 2017 inizia a scrivere su il Forchettiere per raccontare la passione di tutti i protagonisti della ristorazione incontrati mentre cercava dati di mercato e trend di marketing. Ama i cocktail in cui gli ingredienti sono creati del bartender, i ristoranti che non fanno razzismo regionale nei vini e tutto quello che viene servito crudo o quasi. Odia i sorrisi forzati nelle foto , gli appassionati morbosi di un singolo prodotto e scrivere di se stesso in terza persona nelle biografie perché non riesce a farlo troppo seriamente…

Rispondi