Salvatore De Riso (Costa d’Amalfi di Minori) è il vincitore assoluto del Panettone World Championship 2021, che dal 2023 diventa un torneo a squadre

Salvatore De Riso al Panettone World Championship

È il panettone artigianale tradizionale di Salvatore De Riso (Sal De Riso, Costa d’Amalfi di Minori) ad aggiudicarsi la vittoria del Panettone World Championship 2021, seconda edizione della kermesse che dal 2023 diventerà una competizione a squadre. Tra i fondatori dell’Accademia del Maestri del Lievito Madre e del Panettone Italiano e Presidente dell’AMPI, il maestro ha ottenuto il maggior punteggio nelle votazioni delle tre giurie (tecnica, critica e popolare) ed è stato scelto dalla Giuria tecnica formata da autorevoli chef, maestri, panificatori e pasticceri (Maurizio Bonanomi, Leonardo Di Carlo, Claudio Gatti, Cristina Lunardini, Davide Oldani, Ezio Marinato e Paco Torreblanca).

«Per me è il coronamento di  anni di lavoro, di impegno e sacrifici – ha commentato Salvatore De Riso – Dedico questa vittoria alla mia famiglia, ai miei collaboratori che condividono il mio sogno e la mia vita dedicata alla lavorazione, produzione del panettone artigianale e tradizionale. Ringrazio anche il colleghi e amici dell’Accademia dei Maestri del Lievito Madre e del Panettone Italiano per l’impegno nella diffusione e nella conoscenza del Lievito Madre e della qualità del panettone artigianale e tradizionale».

Accanto a lui, a Host Milano sono emersi anche i vincitori delle altre giurie: Antonio Pistoni (Saporè Verona) si è aggiudicato il primo posto  per la giuria della critica formata da autorevoli giornalisti, esperti del settore food e pasticceria (Luigi Cremona, Eleonora Cozzella, Margo Schachter, Indira Fassioni, Mariarosaria Bruno, Paolo Galliani e Francesco Seminara), mentre Giuseppe Mascolo (El Sombrero di Napoli) ha raccolto più consensi da parte della giuria popolare, formata da  un pubblico di appassionati.

Salvatore De Riso al Panettone World Championship

I tre panettoni vincitori saranno protagonisti di un evento organizzato a novembre al Central Market di Hong Kong dall’Accademia dei Maestri del Lievito Madre e del Panettone Italiano in collaborazione con La Vin Investment Group Limited, società con sede a Hong Kong leader nel settore della ristorazione e del food, con l’imprenditore italiano (di Milano) che vive e lavora ad Hong Kong Michelangelo Guglielmetti. L’evento, che unisce la cultura e la storia dell’Italia con quella di Hong Kong, sarà dedicato al panettone artigianale tradizionale e al sakè.

«Panettone World Championship è una manifestazione giovane, ma capace di guardare al futuro – spiega Claudio Gatti, presidente dell’Accademia – per questo nel 2023, per la terza edizione cambierà forma e sarà organizzato un campionato a squadre: crediamo nel potere del gruppo e il panettone di per sé esprime condivisione». L’evento è stato presentato dalle giornaliste Elisabetta Cugini (DolceSalato), Atenaide Arpone (Italian Gourmet, Il Pasticcere e Il Panificatore), Rossella Contato (Pasticceria Internazionale).

Articolo precedenteGuida Michelin 2022, ancora una settimana per vincere “un tuffo tra le stelle”
Articolo successivoVal d’Orcia (Siena), all’Osteria Perillà brilla la stella di chef Marcello Corrado
Marco Gemelli, classe 1978, sposato con due bimbi, giornalista professionista dal 2007, è membro della World Gourmet Society e dell'Associazione Stampa Enogastroagroalimentare Toscana. E’ stato redattore ordinario al quotidiano Il Giornale della Toscana, dove per anni si è occupato di cronaca bianca e nera, inchieste, scuola e università, economia, turismo, moda ed enogastronomia. In seno alla stessa testata è curatore dell’inserto semestrale Speciale Pitti Uomo. Oggi è un libero professionista: collabora con diverse testate – sia online che cartacee – nel settore degli eventi e delle eccellenze del territorio, in particolar modo nel campo enogastronomico. E’ coideatore del progetto “Le cene della legalità” (2013) e autore de “L’Opera a Tavola” (2014), nonchè fondatore del sito www.itrelforchettieri.it, embrione del Forchettiere.

Rispondi