Tracciabilità dei cereali, agricoltura integrata, rispetto per l’ambiente: con Malteria Toscana, nella Cooperativa Agricola Il Forteto l’orzo viene trasformato al servizio di produttori artigianali che inseguono personalità e impronta identitaria

Malteria Toscana

Una filiera che inizia nei campi e termine nel bicchiere, per una birra 100% toscana che ha esprime il sapore e i saperi del territorio che rappresenta, il Mugello: è il progetto della Malteria Toscana, impianto destinato alla produzione del malto, uno dei quattro elementi (acqua, luppolo, lieviti e malto d’orzo) necessari alla produzione brassicola. Realizzata all’interno della Cooperativa Agricola Il Forteto e forte di questa esperienza, Malteria Toscana risponde alle esigenze dei produttori artigianali italiani, in cerca di un malto proveniente da una filiera tracciabile, realizzato a partire da un’agricoltura integrata e rispettosa dell’ambiente e dei ritmi della natura. Ma anche personalizzabile e in grado di aggiungere valore e identità alla propria birra.

Malteria Toscana

“Per la Cooperativa Il Forteto – dichiara il presidente Maurizio Izzo – l’inaugurazione della Malteria Toscana è un altro tassello per la realizzazione di filiere produttive regionali. Su questo fronte abbiamo già costruito la filiera del latte toscano per la produzione di formaggi freschi (dalle mozzarelle alle burrate). Ora con la malteria si chiude un ciclo che ci vedrà impegnati nella produzione di orzo e di birra. Ma vogliamo fare anche di più mettendo a disposizione dei coltivatori toscani le nostre serre dove potranno essere coltivati i rizomi da cui nasceranno nuove piantagioni di luppolo, anche questo tutto toscano”.

Malteria Toscana produce malti chiari, alla base delle tipologie Pils e Pale. Una linea di malti caramellati è disponibile su richiesta. Il servizio conto terzi è strutturato sia per le aziende agricole che vogliono diversificare i loro raccolti introducendo anche il Malto d’orzo realizzato con i propri cereali sia per i Birrifici agricoli che necessitano di una filiera e una rintracciabilità certa dei propri cereali per la produzione delle proprie birre agricole. A partire da BIRRA BVS – Birrificio Valdarno Superiore, con cui Malteria Toscana ha già instaurato una proficua collaborazione.

Malteria Toscana

A rendere unica la produzione di Malteria Toscana è un areale dove un tempo si estendeva un grande lago marino, che oggi ospita una delle zone più verdi e fertili della Toscana, già individuato allo scopo di grande granaio dai Medici: oltre 500 ettari divisi tra pascolo, dove si alleva la Chianina, e coltivazione di cereali e foraggi. Altri ingredienti fondamentali, come ben sanno i produttori di birra, sono l’acqua e l’aria: una serie di piccole sorgenti alimenta l’acquedotto privato che affluisce in azienda e al maltatore, mentre i boschi che circondano l’azienda, salendo verso il crinale appenninico, costituiscono un serbatoio d’ossigeno e contribuiscono a un particolare microclima. Tutti elementi che hanno contribuito alla istituzione di una linea bio per i produttori di Birre Biologiche certificata.

In Malteria Toscana è possibile inoltre effettuare visite guidate e degustazioni, anche grazie alla collaborazione con Rossoio 6, il ristoro della fattoria. Nella bottega del Forteto, invece, è possibile acquistare confezioni per la produzione casalinga di birra. Per veri amanti delle “bionde”.

Malteria Toscana
Vicchio, loc. Rossoio 6 – 50039
Tel 055 8387589
info@malteriatoscana.it

Rispondi