Tra i migliori burger della Toscana c’è Alò: materie prime aretine e artigianalità sono gli ingredienti di un menù vincente

Alò Burger

Una premessa sul nome, necessaria a chi non bazzichi il territorio di Arezzo: “Alò” è un’interiezione popolare, un intercalare, una premessa e un saluto al tempo stesso. E’ la parola più popolare di Arezzo e dintorni, deriva dal francese allons, tradotta in italiano con “andiamo!”. Detto ciò, l’hamburgeria nasce da un’idea di Costantin, che lo ha realizzato a soli 19 anni e lo gestisce ancora oggi insieme alla moglie in un’ottica familiare e informale. Il locale, che ha attraversato molte fasi e trasformazioni prima di arrivare a quello che è oggi, si trova in una piccola traversa del centro storico di Arezzo, a due passi dal corso principale, in una zona gremita di uffici, negozi, scuole e studi privati; locali frequentati da lavoratori e giovani spesso alla ricerca di un pranzo veloce e buono, ma soprattutto il più conveniente possibile.

Alò Arezzo

Dal 2013 il locale è stato ampliato con diversi tavoli collocati sia all’interno che all’esterno e la tipologia di clientela è cambiata in maniera quasi radicale, aprendosi a tutte le fasce di età e cambiando l’orario continuato di apertura dall’ora di pranzo alle cinque di mattina, portato avanti durante i primi 4 anni di vita. Per quanto riguarda la struttura, le sedute interne di legno sono state costruite da Costantin in persona, così come le sedute esterne fabbricate a partire da botti di ferro.

Alò Arezzo

L’ambiente è rustico ma accogliente, reso allegro dalle più famose frasi sul cibo scritte a mano e incorniciate sulle pareti. Ma veniamo ai burger: gli ingredienti variano in base alla stagionalità e sia la carne che il pane provengono dal territorio aretino e da un forno locale. Anche insalate e pollo provengono da fornitori locali.
Da segnalare il “Tonfo” con pecorino e uovo a occhio di bue. I prezzi sono piuttosto accessibili, oscillando dai 5 ai 12 euro per un menu completo di bibita, fritti o un piccolo dolce. Da Alò tutto è fatto in modo artigianale, dal cibo agli interni, nella piacevole cornice di una cucina a vista che garantisce una particolare trasparenza nella lavorazione della carne.

“ALÒ!” BURGER

Tuscan Burger Alò

Il più classico hamburger nel menu del locale si chiama proprio come l’hamburgeria aretina – Alò, ça va sans dire – e si compone di un burger di 100 grammi di carne di razza chianina (con la possibilità di raddoppiare per un piccolo sovrapprezzo) con un’aggiunta di insalata, pomodoro, fontina, bacon croccante, ketchup e maionese.

 

Via Madonna del prato 54, Arezzo
aperto dalle 12 alle 22
Tel. 0575.350660

Rispondi