L’apertura del Mercato Centrale in Australia avverrà entro la fine del 2022, con sede nel Central Business District di Melbourne: ospiterà 20 botteghe del gusto su tre piani

mercato centrale in australia

Il Mercato Centrale in Australia sarà realtà entro la fine del 2022 a Melbourne: si tratta della prima tappa estera per il progetto italiano firmato dall’imprenditore lucano Umberto Montano in collaborazione col gruppo Human Company della famiglia Cardini – Vannucchi, leader in Italia nel settore del turismo all’aria aperta. Dopo l’apertura di Milano lo scorso settembre, e soprattutto dopo il blocco dovuto alla pandemia, la società torna a programmare il suo sviluppo individuando quale primo sbocco Melbourne, capoluogo dello stato federato di Victoria nel sud est dell’Australia.

“La bontà della cucina italiana – spiega Umberto Montano – si fonda sulla tradizione e sull’artigianalità, combinazione di conoscenza e saper fare che collegati alla passione segnano i fattori distintivi dell’artigiano del gusto. Sono loro i protagonisti della cucina italiana, ed è in mano loro la responsabilità di preservarne i valori e proseguirne lo sviluppo. Fuori dall’Italia è ancor più necessario che la tradizione non vada perduta, ma che anzi divenga scuola su cui edificare progetti di sviluppo sempre più ambiziosi della cultura del cibo italiano”.

mercato centale in australia

Il progetto nasce grazie a una partnership con l’imprenditore australiano Eddie Muto, già proprietario del Gruppo Barman & Larder e noto in Australia per aver lanciato diversi format dell’ospitalità e della ristorazione. L’accordo si è concluso con la sottoscrizione di un’intesa che disegna per il Mercato Centrale in Australia un piano di sviluppo in tutto il Paese con possibili opzioni anche in Nuova Zelanda e Singapore. “Vogliamo costruire – commenta Eddie Muto – un nuovo palcoscenico dedicato agli artigiani australiani e italiani, dove l’intera comunità di Melbourne e dello stato di Victoria possano scoprire ed apprezzare il loro mestiere. Sono entusiasta del risultato che presto si raggiungerà con l’inaugurazione del Mercato Centrale Melbourne.

Il Mercato Centrale in Australia

Il progetto pensato per Melbourne sorgerà all’interno dello storico McPherson’s Building degli architetti S.P. Calder, Reid and Pearson (1935), esempio dello stile moderno e lineare di Melbourne che ha contribuito all’introduzione di un’espressione architettonica completamente nuova in città, derivata dall’architettura europea degli anni ’20 e ’30, in particolare la scuola Bauhaus. Situato al 546 di Collins Street, nel cuore del Central Business District (CBD) di Melbourne e a pochi passi dalla stazione di Southern Cross, hub ferroviario principale della città, il Mercato Centrale Melbourne occuperà il McPherson’s building quasi per intero, per una superficie totale di oltre 3000mq, e ospiterà più di 20 botteghe del gusto distribuite su tre piani.

Articolo precedentePlumcake, pancake e cupcake: quali sono le differenze?
Articolo successivoFlorence Cocktail Week diventa un party (a luglio). E a settembre torna la VCW
Marco Gemelli, classe 1978, sposato con due bimbi, giornalista professionista dal 2007, è membro della World Gourmet Society e dell'Associazione Stampa Enogastroagroalimentare Toscana. E’ stato redattore ordinario al quotidiano Il Giornale della Toscana, dove per anni si è occupato di cronaca bianca e nera, inchieste, scuola e università, economia, turismo, moda ed enogastronomia. In seno alla stessa testata è curatore dell’inserto semestrale Speciale Pitti Uomo. Oggi è un libero professionista: collabora con diverse testate – sia online che cartacee – nel settore degli eventi e delle eccellenze del territorio, in particolar modo nel campo enogastronomico. E’ coideatore del progetto “Le cene della legalità” (2013) e autore de “L’Opera a Tavola” (2014), nonchè fondatore del sito www.itrelforchettieri.it, embrione del Forchettiere.

Rispondi