La bar industry milanese si fa sempre più green: al GRAMM Cafè Milano la nuova drink list di Niccolò Mazzuchelli con sei signature cocktail ispirati alla sostenibilità ambientale

GRAMM Café Milano

Varcando la soglia del GRAMM Cafè Milano si respira subito un’atmosfera retrò-chic. Un’oasi urbana affacciata sulle sponde del Naviglio Grande e sospesa nel tempo, dove oggetti di recupero ed elementi d’arredamento di epoche d’antan ci catapultano nei ruggenti anni Trenta del proibizionismo. Un lungo bancone in legno di 4 metri soffuso quasi quanto l’atmosfera accoglie gli ospiti dalla mattina fino a notte fonda.  Il suo nome è l’acronimo della parola grammofono, simbolo del GRAMM.

La nuova drink list del GRAMM Cafè Milano

Il claim della nuova cocktail list ‘GRAMM GLOBE. THERE IS NO PLAN’ET B’ parla chiaro. Il focus scelto da Niccolò Mazzuchelli (proprietario e barmanger del locale) è quello di sensibilizzare il cliente e il settore della bar industry ad un tema che non si può più ignorare: la sostenibilità ambientale.

GRAMM Café Milano

Nel menù sei signature cocktail rispettosi dell’ambiente sia nelle tecniche utilizzate per le preparazioni (quasi tutte molto lunghe ed elaborate) sia nella materia prima utilizzata. “Attraverso un’urgente quanto necessaria presa di coscienza, “GRAMM GLOBE. THERE IS NO PLAN’ET B” si è presentata come un’evidenza al nostro percorso già intrapreso nel locale. Piccoli gesti quotidiani applicati al bar possono garantire un presente migliore con uno sguardo fisso al futuro” racconta Niccolò Mazzuchelli.

GRAMM Café Milano

La cocktail list abbraccia varie tipologie di distillati: si va dal Save The Water con Tanqueray n°10, foglie di Shiso, Melone bianco e Angostura bitter al Flore de Peara base di rum Flor de Caña 12 y.o., pera, bitter rabarbaro home made e lime. Per gli amanti dell’Old Fashioned c’è il Fat prune realizzato con Bulleit Bourbon, Bacon e un cordiale alla prugna, e servito con una garnish di chips alla prugna essicata.

GRAMM Café Milano

Ispirato all’isola greca di Chios c’è il Chio’s Island a base di tequila, mastika e cetriolo. Oppure il Green Dust con Rum bianco, olio di cocco, schiuma di ananas, granella di pistacchio e il Wine bottom a base di Ketel One vodka, Campari, Cocchi Americano, Cachi, Cannella e sciroppo di vino rosso home made.

GRAMM Café Milano

Alla nuova drink list del GRAMM Cafè Milano si affiancano i grandi classici come il Martini, il Negroni o il Whiskey Sour e una sezione dedicata ai cocktail No ABV.

(photo credit: Michele Tamasco)

 

Rispondi