Cosa fare ad Halloween? Ecco sei suggerimenti su dove trovare dolcetti “da urlo” e dove passare la notte del 31 ottobre tra eventi a Roma o gite fuori porta in Umbria

La notte più spaventosa dell’anno si avvicina e le vetrine delle pasticcerie della capitale sono già invase da dolcetti mostruosi, gelatine Piccoli Brividi e leccornie ispirate a fantasmi, streghe e vampiri. Per chi ama festeggiare Halloween, ma senza strapazzi notturni, non sono da perdere tre indirizzi capitolini per fare incetta di squisitezze “spettrali”. La sera non mancano serate all’insegna della musica gipsy jazz, mentre per chi vuole programmare una gira fuori porta, sono due le destinazioni per passare un Halloween indimenticabile. Ecco i nostri suggerimenti.

Pasticceria D’Antoni: dolcetti di Halloween, gelatine Piccoli Brividi e finti gelati

Zucche di marzapane, fantasmi e cappelli da strega in pasta da zucchero, ma anche biscotti di frolla e occhi di bue a tema scheletro. Un’offerta da brividi anima per Halloween le vetrine della pasticceria D’Antoni, il laboratorio artigianale a conduzione familiare del quartiere Collatino, a Roma. Quest’anno, sono state create per Halloween due golose monoporzioni. La prima, una deliziosa zucca che nasconde una mimosa aromatizzata con un “sanguigno sciroppo” all’amarena; la seconda, una ironica bara “personalizzabile” realizzata con un bisquit al cioccolato e crema alla  gianduia.

Halloween 2022 Roma

Per i più golosi, invece, una finta linea di gelati. Coni con cialda di cioccolato, ripieni di un soffice impasto tartufo, crema di nocciola e smarties sormontati da un lenzuolo di pasta di zucchero e i magnum, con lo stesso ripieno, ricoperti di cioccolato bianco o fondente. Gli amanti delle torte classiche potranno trovare la famosa Sacher di D’Antoni, decorata a tema per l’occasione, e una Mimosa Ragno al gusto favorita sempre perfetta per ingolosire i più piccoli. Ancora per i bambini, ma non solo, non mancherà la linea Piccoli Brividi: divertenti sacchetti di coloratissime gelatine, con all’interno, accanto a quelli alla frutta, sorprendenti gusti non proprio convenzionali. Le gelatine, tutte realizzate con ingredienti naturali, possono essere acquistate singolarmente nelle versioni al lychee, mandarino, lampone, fico, passion fruit e cocco e all’ananas e granella di pistacchio.

Madeleine, Salon de gastronomie: la Sacher d’Halloween alla zucca

Il bistrot alla francese del quartiere Prati a Roma ha creato per Halloween 2022 una torta Sacher a tema, rivisitata ad arte con zucca, cioccolato e arancia. Ma come ogni pâtisserie che si rispetti, non mancheranno gli squisiti macarons con zucca e zenzero, che andranno ad affiancare dei biscotti decorati, simil baci di dama, farciti con la nocciola e dalle forme “mostruose” della zucca, della strega e dei fantasmini. La proposta è firmata da Francesca Minnella, la giovane e talentuosa pastry chef di Madeleine.

Sala Eva dell’Hotel Hassler: colazione e afternoon tea con golosità “da brividi”

Colazione e afternoon tea tra pancake e cookie pensati per Halloween. È la proposta del primo novembre prossimo nella Sala Eva dell’Hotel Hassler. Appuntamento pensato per chi pernotta all’hotel Hassler, ma anche per i romani e i turisti di passaggio che vogliono omaggiare, senza strapazzi notturni, la spaventosa ricorrenza che arriva da oltreoceano. Al mattino e di pomeriggio, un corner dedicato del buffet delle colazioni e delle merende andrà ad arricchire per l’occasione la già invitante proposta quotidiana, grazie alle originali idee della pastry chef Martina Emili.

Protagonista delle pantagrueliche leccornie a tema sarà un’alzata in pasta di zucchero come decorazione, attorno alla quale traboccanti dolcezze da brivido proveranno a  conquistare anche i palati meno impavidi. Ecco quindi, la immancabile torta farcita con crema di zucca, ma anche i brownie monoporzione a forma di lapide, che strizzano l’occhio alle ambientazioni dei cimiteri, regno notturno di zombie e fantasmi; si continua con gli odorosi cupcake decorati con fantasmini e ragnetti, speziati al cardamomo, alla cannella e allo zenzero; non mancano poi i biscotti secchi al pan di zenzero con le forme della zucca, del pipistrello e del gatto. Infine, per gli amanti delle golosità splatter, impossibile perdere i cookie “sanguinanti” in salsa horror!

Elegance Cafè: vibrazioni swing e menù di Halloween

I brividi sono assicurati in una serata che promette forti emozioni sensoriali, scatenate da uno spettacolo pronto a coinvolgere orecchie e palato: all’Elegance Cafè Jazz Club la notte di Halloween è un’occasione speciale per scoprire le tradizioni legate alle terre dell’America del sud, dove la festività è molto sentita, accompagnando le proposte della cucina dello chef Marco Roselli con le sonorità della formazione de I Trio Borghese.

Tra una nota di elettroswing e una di gipsy jazz manouche, in un’atmosfera dall’eleganza spettrale, arrivano in tavola pietanze come il Clam chowder, jalapeño e prosciutto di Parma croccante, uno stufato di fasolari con base di prosciutto di Parma, bacon e jalapeño, che in passato veniva preparata dai pescatori del New England; e si prosegue con le tradizioni tipiche delle terre natie del jazz, con il Filetto di manzo, Crab Imperial e salsa olandese, che unisce il surf and turf americano e la cucina brasiliana: uno speciale pasticcio di granchio con peperoncino, aglio, uovo, burro e pan grattato è accompagnato da una salsa che unisce perfettamente il pesce alla carne. Altro piatto da non perdere, le Capesante con morcilla, una speciale salsiccia d’origine spagnola molto utilizzata a New Orleans, preparata in casa dallo chef Roselli, che accompagna il tutto con una salsa creola a base di peperoni, pomodori, funghi e spezie cajun.

Insieme al viaggio tra i sapori contaminati che caratterizzano la cucina dell’Elegance Cafè, il pubblico potrà apprezzare le sonorità de I Trio Borghese, una formazione da cinque elementi che nella speciale serata di lunedì 31 ottobre allieterà gli ospiti tra vibrazioni swing e richiami al gypsy jazz, spaziando dagli standard a brani pop reinterpretati in chiave retrò, regalando un Halloween elegante e coinvolgente.

Borgo Petroro: la cena gourmet nel suggestivo castello umbro

Atmosfere misteriose nell’antico castello di Borgo Petroro, nel cuore dell’Umbria alle porte di Todi che, per Halloween, organizza una cena “a tutta zucca” nel ristorante del maniero Locanda Petreja. L’esperienza culinaria è ideale per immergersi nella serata più spaventosa dell’anno in una location che, in passato, è stata teatro di battaglie e scontri tra potenti dell’epoca che abitavano le terre di confine degli etruschi e degli umbri. Storie che tornano alla memoria, tra aneddoti e suggestioni, nella serata di Halloween. Si narra che nelle notti di luna piena alcuni fantasmi della famiglia del ghibellino Chiaravalle e dei Borgia si muoverebbero indisturbati e guardinghi come un temibile plotone militare, attraversando la piazzetta del Borgo.

A firmare il menu da quattro portate pensato per la serata del 31 ottobre è lo chef Oliver Glowig, che punta sulla stagionalità della materia prima. Si comincia con l’Anatra, prosciutto cotto del petto e coscia in confit croccante con crema di zucca e sedano nero di Trevi all’agro; si prosegue con il Risotto alla zucca con funghi e salsa al pepe bianco; si continua con il Lombo di coniglio e trombette dei morti con zucca e si conclude con il dessert, un Bignè con gianduia e castagne, composta di zucca e tartufo nero (costo di 80 euro a persona).

The Coat Club: l’opening party di Halloween con cena e speciale DJ set

La perla gastronomica di Cepagatti, a Pescara, inaugura la stagione degli eventi il 31 ottobre, il giorno più spaventoso dell’anno, con un opening party in perfetto stile The Coat Club. Ospite della serata sarà il famoso dj, remixer e produttore discografico Mirko Coppola, che da 25 anni infiamma le consolle dei locali più cool di tutto il mondo dalla Costa Smeralda, passando per Saint Tropez, Londra e New York con le sue sonorità, che spaziano dalla House Music alla Dance, dal Revival al Funk. Grazie alla sua peculiarità di personalizzare ogni performance dei suoi dj set mixando brillantemente i successi del momento, farà divertire e, chi vuole, ballare. Un Halloween atipico, dunque, per una serata che non prevede addobbi mostruosi o costumi spaventosi, ma solo la voglia di trascorrere un momento di puro intrattenimento, all’insegna del savoir vivre, unendo alla musica una cucina e una mixology di altissimo livello.

Ad allietare i palati degli invitati, infatti, ci sarà la cucina dello chef Mirco D’Amico, che darà vita a un vero e proprio viaggio gastronomico che parte dall’Abruzzo per approdare in Asia. Una selezione di signature dello chef – come il Black and Gold Bao al maialino nero d’Abruzzo, la Caprese asiatica e il Raviolo di scorfano, crema di funghi shitake, mozzarella di bufala e tartufo – che partono dalla materia prima tipica del territorio e vengono lavorati con tecniche nipponiche per ottenere piatti dal sapore squisitamente asiatico. L’esperienza prosegue con il beverage del bar manager Tommaso Mauro, naturale prolungamento e completamento dell’esperienza culinaria, che, per l’occasione, propone una selezione di grandi classici della mixology: Gin Tonic, Vodka Tonic, Moscow Mule, London Mule, Spritz, Americano e Negroni.

Il costo della serata sarà di 50 euro a persona, comprese due consumazioni al bar che accompagneranno le selezioni dello chef. Per chi volesse concedersi una spensierata serata all night long, è possibile richiedere il pernottamento in hotel convenzionato e il servizio di noleggio con conducente.

Rispondi