Il primo cucchiaino da gelato della storia? Probabilmente era fatto così

Il primo cucchiaino da gelato della storia

L’artigiano orafo fiorentino Paolo Penko ha riprodotto una versione in argento del primo cucchiaio da gelato della storia, quello con cui nel 1559 Bernardo Buontalenti servì il primo dessert per celebrare l’apertura del Forte Belvedere

Il primo cucchiaino da gelato della storia
Ci sono particolari che riemergono dalla storia, anche se – nonostante ricerche e approfondimenti – in questo caso è possibile solo ipotizzare ciò che effettivamente accadde quasi mezzo millennio fa a Firenze. Però se dovessimo chiederci com’era fatto il primo cucchiaino da gelato della storia, è molto probabile che con la risposta data dall’artigiano orafo fiorentino Paolo Penko non si vada tanto lontano dal vero.

Il primo cucchiaino da gelato della storia

È stato lui, infatti, a studiare – dietro suggerimento del Gelato Festival – la speciale rielaborazione in argento del cucchiaino di Cosimo I, il primo cucchiaio da gelato con inciso lo stemma mediceo, il motto della casa “Festina Lente”, conservato in una teca in legno preziosa, arricchita da foglia d’oro. Si tratta di un cucchiaio a goccia con la riproduzione della tartaruga, animale legato all’araldica della dinastia. Nell’oggetto molto evocativo e pieno di fascino ci sono decori a coda di rondine sul manico, la tartaruga e la vela e il motto ripresi dal Vasari nel Salone dei Cinquecento.

Il primo cucchiaino da gelato della storia

“Ho studiato vari testi alla Biblioteca Marucelliana e sono andato a vedere documenti anche al Museo Horne e al Museo del Bargello – racconta il maestro Penko – e anche se non esistono originali di poste dell’epoca ho preso spunti e con la mia libera interpretazione ho realizzato questo pezzo”.

Il primo cucchiaino da gelato della storia

L’opera è stata mostrata in anteprima al piazzale Michelangelo di Firenze per l’inaugurazione del Gelato Festival 2019 e verrà portata in tour nelle date successive: a Roma il 13 e 14 aprile, a Torino il 27 e 28 aprile, a Milano il 4 e 5 maggio. Il festival, che quest’anno compie 10 anni, celebra una serie di anniversari speciali, in primis la ricorrenza dei 500 anni dalla nascita di Caterina de’ Medici e Cosimo I, due personaggi legati a doppio filo al mondo del gelato e ai suoi precursori.

Il primo cucchiaino da gelato della storia

Come detto, nel 1559 l’architetto Bernardo Buontalenti fu incaricato da Cosimo I di organizzare l’inaugurazione del Forte del Belvedere, e questi decise di stupire gli ospiti con una crema fredda fatta con una base di latte, miele, tuorlo d’uovo, oltre ad un tocco di vino, aromatizzata con bergamotto, limoni ed arance. E in quell’occasione venne usato il primo cucchiaino da gelato della storia.

Il primo cucchiaino da gelato della storia

“Ho immaginato che il Buontalenti venisse un giorno da me nella mia bottega di oreficeria – conclude Paolo Penko – per chiedermi un cucchiaino prezioso per far mangiare la sua crema fredda, battezzata col suo nome, a Cosimo I de’ Medici, secondo ed ultimo Duca di Firenze e poi primo Granduca di Toscana, nato proprio 500 anni fa”.

Redazione Il Forchettiere

Redazione Il Forchettiere

La Redazione del Forchettiere conta su una serie di collaboratori, soprattutto concentrati nell'Italia centrale.

Be first to comment

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.