All’interno di un antico mulino alle spalle di Camaiore (Lucca) trova posto l’Osteria Candalla: cucina versiliese rivisitata, una ricca cantina e cocktail creativi

Come in una fiaba

Nei pressi di Camaiore, la valle del torrente Candalla è un luogo perfetto per ammirare il fluire delle cascate e la vegetazione rigogliosa. L’omonima Osteria, presa in gestione nel 2008 dai soci Daniela Barbanti, Massimo Mariozi, Giulio Luccio e Alessandro Fazio sorge in un edificio che prima era ospitato da un mulino. La location, di recente ristrutturazione, si divide tra gli interni in stile country e scavati nella pietra e gli esterni dal tratto fiabesco e lambiti da percorsi d’acqua.

La formula… magica

Inconsueta e suggestiva, l’Osteria Candalla è costantemente frequentata dai suoi clienti che vogliono concedersi momenti di pura immersione con la natura, accompagnati dalla piacevolezza di un dissetante drink e di un buon piatto. La sua formula, infatti, si basa su una consumazione che combina l’aperitivo con la cena in un accostamento romantico, per vivere in profondità l’esperienza di un luogo magico.

Tradizione con fantasia

La proposta enogastronomica dell’Osteria Candalla si rifà alla tradizione locale, proponendo cucina versiliese, con un pizzico di creatività. Spazio alla fantasia tra i cocktail dell’aperitivo tra cui spicca, oltre ai classici, il signature Candalla Cocktail: a base di Vodka, Spumante, succo di frutta e frutti di bosco frullati. La cantina ospita in prevalenza etichette toscane con un interesse per i vini naturali. Il menù per la cena, che in tempi pre-Covid era disegnato come una mappa, ha in carta tra gli antipasti salumi toscani e formaggi. Tra i primi una particolarità sono i Testaroli con foglie di sedano, limoni e pistacchi, a cui si aggiungono i Tordelli con ragù di Cinta e Chianina. Tra i secondi si segnala il Piccione ripieno cotto nel Vin Santo. Si finisce con un bel dolce: Tortino caldo con cioccolato e pere. 

Rispondi