Il Borro Tuscan Bistro della famiglia Ferragamo cala il tris con l’apertura di Londra, il restyling della location fiorentina e il consolidamento di un progetto che vede ormai 5 ristoranti in giro per il mondo

Novità importanti nel mondo della ristorazione fiorentina, toscana e internazionale: Il Borro Tuscan Bistro ha inaugurato il suo nuovo locale londinese, un ristorante distribuito su due piani da 220 coperti e con due suggestive cucine a vista. Aperta in partnership con Orange Hospitality a Mayfair, presso Berkeley Street 15, in una location elegante che riesce però a evocare lo stile autentico della storica tenuta di Loro Ciuffenna (Arezzo), questa nuova realtà porta nella capitale del Regno Unito i prodotti e le ricette della tradizione italiana, rivisitate dall’Executive Chef Andrea Campani e dall’Head Chef Fulvio Opalio per rispondere ai gusti di una città cosmopolita e dinamica come Londra. Si riparte quindi da signature come la Pappa al pomodoro, i Pici all’aglione, le Tagliatelle al tartufo, la Bistecca alla fiorentina e il tradizionale Tiramisù, abbinati a una selezione dei migliori vini dell’azienda Il Borro, tra cui “Bolle di Borro” (Rosato metodo classico 100% Sangiovese e 60 mesi sui lieviti) e il pluripremiato “Il Borro” e i cocktail del bartender Giancarlo Mancino.

La stessa identica filosofia permea ormai da anni Il Borro Tuscan Bistro a Firenze, recentemente ampliato con una nuova elegante sala, ambienti più grandi e luminosi, dove il carattere contemporaneo dell’arredo si integra al meglio con l’antica struttura originaria e punta sulla valorizzazione dei materiali naturali, sull’interior toscano e sui colori neutri. Il locale, con affaccio sul lungarno degli Acciaiuoli, offre una ristorazione ancor più ricercata, i cui protagonisti sono gli ingredienti stagionali freschi, le materie prime del territorio e dell’Orto del Borro, oltre che i trasformati dell’azienda come le passate di pomodoro bio, la pasta di grani antichi e le farine bio.

In questo menu creato ad hoc da Chef Andrea Campani troviamo dunque ricette a base di carne, formaggi e pescato, tra le quali spiccano la Crema di patate al rosmarino, cipolla caramellata e uovo morbido o la Trota di torrente al forno con verdure marinate alle erbe, così come le Tagliatelle con farina di grano saraceno BIO del Borro, fonduta di Croccolo e tartufo nero, le Polpette di manzo fritte su pomodoro rustico del Borro e gli Ignudi. Una proposta ideale tanto per un light lunch quanto per una cena con vista nel cuore di Firenze.

Dal 1993 di proprietà di Ferruccio Ferragamo, l’azienda agricola e vitivinicola biologica e antico borgo medievale de Il Borro vede l’impegno in prima persona dei figli Salvatore (responsabile dell’attività vitivinicola e Hospitality) e Vittoria (responsabile dell’orto biologico e dei progetti speciali). L’incontro con Andrea Campani è avvenuto invece nel 2013, quando il cuoco di Montevarchi ha deciso di sposare il progetto e la vocazione eco-sostenibile della famiglia per esprimere la sua identità e la sua cucina semplice, ma al contempo armonica e orgogliosamente toscana, divenendo quest’oggi Executive Chef di Osteria del Borro e Il Borro Tuscan Bistro.

Con la nuova apertura di Mayfair a Londra sono cinque i ristoranti a firma Il Borro Tuscan Bistro: due nel Valdarno (presso la tenuta Il Borro e Viesca Toscana) e uno a Firenze, a Dubai e appunto in Inghilterra.

 

Rispondi