Dievole e Artimino, domenica doppio appuntamento per festeggiare l’olio e il vino nuovo

dievole_olive_oils

Doppio appuntamento domenica, a Dievole e ad Artimino, per festeggiare l’olio e il vino nuovo toscano. Nel resort vicino a Castelnuovo Berardenga va in scena Olio Day 2017 con degustazioni tecniche e un pranzo gourmet per Dynamo Camp, mentre la villa medicea patrimonio Unesco ospita “Benvenuto Rugiolino” col primo vino dell’anno

olive_a_dievole_0

Tra olio nuovo e il primo vino dell’anno, domenica 5 novembre non mancano gli appuntamenti per gli appassionati di primizie di stagione: ne segnaliamo due, in zone diverse della Toscana – la provincia senese e quella pratese – e con protagoniste materie prime differenti ma accomunate dall’alta qualità.

Dievole e l’olio Day 2017

Dievole14

Partiamo con Dievole, che prosegue la tradizione dell’Olio Day, giornata in cui si assaggia in anteprima l’olio nuovo e si può scoprire il territorio di Dievole e i suoi sapori. Appuntamento quest’anno ancora più ricco e interessante grazie ad un pranzo speciale: porte aperte dalle 11, quando si potrà passeggiare nell’uliveto, tra i riflessi e il bagliore degli alberi. A seguire, degustazione tecnica della nuova linea di Olio di Dievole 2017, per imparare a riconoscere i sapori dei vari cultivar e come utilizzarli in cucina.

OLIO_DAY_5Nov

L’esperienza continua spostandosi nell’elegante e da poco ristrutturato Ristorante Novecento, dove la cucina di Dievole darà il benvenuto a due chef d’eccezione: Simone Cipriani (Essenziale, Firenze) e Alberto Sparacino (Cum Quibus, San Gimignano). L’executive chef Massimiliano Volonterio e la pastry chef di Dievole Monika Filipinska prepareranno l’antipasto e il dolce, mentre i chef ospiti delizieranno i commensali con due piatti ciascuno, per un totale di sei portate, abbinati ai vini Dievole e dagli oli extravergine di oliva appena franti. Il menù, a 115 euro, prevede Cinghiale, rape, pane olive e uova; Bottoni di pil pil, baccalà, cervello di vitello e il suo fondo; Paccheri ribollita, matcha e caviale di aringa; Ombrina aglio nero, carciofo e limone; Piccione, bietola, olive e liquirizia; Panna cotta di Coratina cachi e cocco(le). A rendere l’occasione ancor più importante, l’intero ricavato andrà a favore del Dynamo Camp, il primo camp di terapia ricreativa in Italia. Prenotazione on line: reservations@dievole.it o al 0577 322632.

Artimino e Benvenuto Rugiolino 2017

villa_lato

Domenica 5 novembre torna l’ormai tradizionale appuntamento con l’open day di Villa La Ferdinanda, per la degustazione del primo vino dell’anno della Tenuta di Artimino. La villa medicea – riserva di caccia di Ferdinando I de’ Medici, oggi patrimonio Unesco – apre le sue porte ad amici, clienti, appassionati, professionisti e curiosi, per una giornata all’insegna del convivio e del buongusto. Benvenuto Rugiolino quest’anno si arricchisce inoltre di un’area streetfood e di un mercatino con tanti prodotti a km0, grazie anche alla collaborazione con la Proloco di Carmignano: salumi, formaggi, miele e tante altre delizie da assaggiare o acquistare, ascoltando i racconti dei produttori presenti. La Tenuta di Artimino vuole così sottolineare ancora una volta il suo lato green e il suo stretto connubio con il territorio e con gli artigiani del gusto di zona, al fine di valorizzare le eccellenze di questo generoso angolo di Toscana.

rugiolino artimino

Non mancherà ovviamente il Rugiolino, vino beverino e ottimo compagno per le tavole autunnali, in degustazione libera presso le Cantine Granducali. Durante la giornata (ore 12 – 19) sono previste numerose attività per grandi e piccoli come corsi di cucina, visite guidate della Villa, un mini corso di degustazione con i vini della Tenuta. In più sarà possibile degustare tante prelibatezze locali e pranzare con le proposte dei vari stand presenti, assaggiando salumi di altissima qualità, piatti caldi e panini gourmet.

Marco Gemelli

Marco Gemelli, classe 1978, sposato con due bimbi, giornalista professionista dal 2007, è membro della World Gourmet Society e dell'Associazione Stampa Enogastroagroalimentare Toscana. E’ stato redattore ordinario al quotidiano Il Giornale della Toscana, dove per anni si è occupato di cronaca bianca e nera, inchieste, scuola e università, economia, turismo, moda ed enogastronomia. In seno alla stessa testata è curatore dell’inserto semestrale Speciale Pitti Uomo. Oggi è un libero professionista: collabora con diverse testate – sia online che cartacee – nel settore degli eventi e delle eccellenze del territorio, in particolar modo nel campo enogastronomico. E’ coideatore del progetto “Le cene della legalità” (2013) e autore de “L’Opera a Tavola” (2014), nonchè fondatore del sito www.itreforchettieri.it, embrione del Forchettiere. Gestisce infine un Bed & Breakfast a Firenze (www.damilaflorence.com).

Be first to comment

Rispondi