Dagli abbinamenti gourmet alle sfilate di moda in cantina, dalla musica classica alla letteratura: così sabato 5 marzo venti cantine delle Donne del vino toscane fanno festa. Ecco tutti gli appuntamenti della festa delle donne del vino

assemblea donne del vino febbraio 2016

Venti eventi, che vanno dalle sfilate alla musica classica, dagli abbinamenti gourmet alle visite in cantina fino agli approfondimenti culturali su Caterina de’ Medici: è un calendario fitto di appuntamenti, quello con cui le Donne del Vino toscane celebrano per la prima volta la loro festa, a pochi giorni dalle celebrazioni dell’8 marzo. L’iniziativa è stata voluta dalla delegata toscana dell’associazione, Antonella D’Isanto, e coinvolge 15 cantine sparse su diverse province della regione: fil rouge comune è quello del “Vino in tavola”, che ogni azienda ha voluto interpretare secondo le proprie peculiarità e inclinazioni.

Donatella Cinelli Colombini e Antonella D'Isanto

Per tutti, l’appuntamento è sabato 5 marzo: cantine, ristoranti, enoteche ed altri spazi pubblici faranno da scenari per le iniziative più diverse. “Sarà la grande festa delle Donne del Vino che come associazione hanno già individuato la data e il tema del prossimo anno, quando si svilupperà in tutto il territorio nazionale” spiega la presidente nazionale delle Donne del Vino, Donatella Cinelli Colombini. “Un grande onore – conferma Antonella D’Isanto – poter essere i pionieri di questo ambizioso progetto che mira a evidenziare il ruolo della donna nel vino italiano”.

Gli eventi a Firenze

A Firenze, negli spazi dello Chalet Fontana, suoneranno le note di Verdi, Mascagni e Donizetti in abbinamento alle etichette dell’azienda I Balzini di Antonella D’Isanto. La sommelier Marta Da Ponte a Quarto si soffermerà sui segreti per portare il vino in tavola nel modo più corretto. Il servizio, la temperatura e la scelta dei bicchieri fino all’abbinamento con il cibo, alternando a quello del palato, il gusto dell’udito con brindisi in abbinamento alle opere liriche più famose. Gli assaggi gastronomici saranno affidati allo chef Pietro Vattiata. La serata, inoltre, prevederà una lotteria di beneficenza, il cui incasso sarà devoluto a favore della Voa Voa Onlus-amici di Sofia, associazione che si occupa di assistenza alle famiglie con bambini affetti da patologie rare.Visite in cantina con tasting e aneddoti in chiave femminile, sono in programma al Castello di Querceto a Greve in Chianti, con l’accoglienza firmata da Maria Antonietta Corsi e assaggi della Gran Selezione di Chianti Classico “Il Picchio”. Il tutto nella storica cantina, che ospita bottiglie fin dal 1904, arricchita per l’occasione dalle opere firmate da quattro giovani artisti. Sempre il Gallo Nero sarà il protagonista delle iniziative promosse da Albiera Antinori di Marchesi Antinori: l’affascinante Cantina nel Chianti Classico, a San Casciano Val di Pesa, aprirà le sue porte a gruppi femminili di wine lovers per due diverse visite guidate pomeridiane (alle 15.30 e alle 16) ad ingresso gratuito. Alla Fattoria di Vetrice di Pontassieve, Cristiana Grati accoglierà i suoi ospiti con una degustazione a base di quattro vini prodotti nell’area del Chianti Rufina, in abbinamento alle interpretazioni gastronomiche di Toscani da Sempre di Stefano Frassineti. La serata si svolgerà nella cantina storica di invecchiamento e nella Vinsantaia. Infine, Maria Giulia Frova della Tenuta Il Corno proporrà una cena a tema, con quattro golose portate, ed una visita in cantina nella sua tenuta nel comune di San Casciano Val di Pesa.

Gli eventi a Siena

Alla Fattoria del Colle di Trequanda moda e tavola si incontreranno in cantina. Donatella Cinelli Colombini proporrà una degustazione itinerante, dedicata a come scegliere la scarpa giusta in ogni momento della giornata di una donna ed allestita nella cucina cinquecentesca della sua villa. La serata si concluderà con una cena dedicata alle ricette a base di vino, servita nel ristorante della Fattoria.A Montalcino, la Fattoria dei Barbi presenterà il Brunello “Vigna del Fiore”, nato per celebrare i 50 anni della sua creatrice, Francesca Cinelli Colombini. Qui sarà possibile visitare la cantina di invecchiamento e ammirare le bottiglie centenarie, assieme alle magnifiche e storiche botti che vi trovano posto, concludendo poi con gli assaggi della cucina della casa. A Montepulciano, invece, Miriam Caporali della Tenuta Valdipiatta accoglierà i suoi ospiti all’interno dello storico Caffè Poliziano per una degustazione in rosa, dove saranno protagoniste Alessandra Ruggi di Onav, con assaggi enologici guidati di Nobile di Montepulciano, e quindi la cucina della chef stellata Katia Maccari, con le sue interpretazioni culinarie. Sempre nella terra del Nobile, la Fattoria di Petroio di Diana Lenzi e Palazzo Vecchio di Maria Alessandra Sbernadori si uniranno in una serata all’Enoteca La Dogana, in località Valiano di Montepulciano, che proporrà una degustazione in rosa, intitolata “Vitis vinifera. Non solo vino”, con protagoniste due grandi Docg della provincia di Siena: il Nobile di Montepulciano e il Chianti Classico. In questo caso il focus sarà dedicato alle proprietà salutistiche del vino, dal legno al germoglio, la pianta della vite attraverso l’intervento dell’erborista Anna Maria Bianchi. A seguire sarà servita in tavola una cena che vedrà il vino impiegato come ingrediente, così da esaltare antiche ricette.

Gli eventi a Prato

La giornalista e comunicatrice Marzia Morganti Tempestini è l’ideatrice dell’incontro “Giovani e Creative, quelle che mettono il mondo in tavola”. A Palazzo Banci Buonamici di Prato saranno protagoniste una giovane chef etiope, una cuoca thailandese ed una pasticcera italiana che racconteranno le loro esperienze a che fare con il gusto. La serata si soffermerà sui segreti del servizio del vino, con consigli pratici su come stappare una bottiglia pregiata, quale calice scegliere e quindi come abbinare al cibo. Ad Artimino, nei saloni della villa “La Ferdinanda” patrimonio dell’Umanità Unesco, si celebrano i mille volti di Caterina de’ Medici attraverso i piatti ispirati alla regina di Francia, assaggi enologici e la presentazione del volume “Caterina la Magnifica” di Celi e Santangelo che tratteggiano il profilo della nobildonna.

Gli eventi a Grosseto

In provincia di Grosseto, si potrà gustare la “cena della grappa”, con una serie di piatti cucinati impiegando in cucina i distillati. Accadrà alla Distelleria Nannoni di Priscilla Occhipinti (località Aratrice, nel comune di Civitella Paganico, in provincia di Grosseto), con tanto di spettacolo-concorso a premio per rendere ancora più accattivante la partecipazione dei commensali. In palio una bottiglia speciale, firmata per l’occasione da Dominga Tammone. La Fattoria La Maliosa di Antonella Manuli a Manciano, invece, riempirà con i suoi vini il Ristorante stellato “All’Acquacotta” di Saturnia, dove si terrà un talk dedicato al vino naturale e si potrà gustare un menu degustazione studiato ad hoc.

Gli eventi a Livorno

Luisa Silvestrini dell’azienda pisana Le Colline di Sopra di Montescudaio sarà in trasferta al ristorante Volver di Rosignano Solvay, nella zona del porto turistico Cala de Medici, per un aperitivo guidato dalla stessa titolare per soffermarsi sulle interpretazioni enologiche al femminile.

I partecipanti a tutte le serate in programma nelle varie cantine avranno l’opportunità di acquistare i vini scelti della aziende per l’occasione a prezzi speciali.

Articolo precedenteLa tavola di Giovanni Paolo II, il Papa Santo venuto dal freddo
Articolo successivoJohnny Bruschetta lancia il menù primaverile e vola a Londra
Marco Gemelli, classe 1978, sposato con due bimbi, giornalista professionista dal 2007, è membro della World Gourmet Society e dell'Associazione Stampa Enogastroagroalimentare Toscana. E’ stato redattore ordinario al quotidiano Il Giornale della Toscana, dove per anni si è occupato di cronaca bianca e nera, inchieste, scuola e università, economia, turismo, moda ed enogastronomia. In seno alla stessa testata è curatore dell’inserto semestrale Speciale Pitti Uomo. Oggi è un libero professionista: collabora con diverse testate – sia online che cartacee – nel settore degli eventi e delle eccellenze del territorio, in particolar modo nel campo enogastronomico. E’ coideatore del progetto “Le cene della legalità” (2013) e autore de “L’Opera a Tavola” (2014), nonchè fondatore del sito www.itrelforchettieri.it, embrione del Forchettiere.

Rispondi