Come annunciato durante la presentazione dell’ultima edizione delle Guide Espresso, il patròn Enzo Vizzari lascia. Al suo posto il duo formato da Luca Gardini e Andrea Grignaffini

Che lo storico patròn delle Guide Espresso Enzo Vizzari avesse deciso di non proseguire la sua attività al timone del progetto era apparso chiaro già durante la presentazione dell’ultima edizione, a Firenze, la prima con la nuova proprietà BFC Media. Adesso – anche se non è ancora ufficiale – sappiamo anche chi verrà al suo posto: si tratta del duo formato da Luca Gardini per la parte vini e Andrea Grignaffini per ciò che riguarda la ristorazione. I due, entrambi originari dell’Emilia Romagna, non sono affatto nuovi a questo genere di esperienza: Grignaffini era infatti il capo panel dell’Emilia (e lo era stato per molti anni della Lombardia) mentre Luca Gardini aveva curato insieme a Luciano Ferraro la guida vini del Corriere della Sera.

Secondo i primi rumors, riportati da Luciano Pignataro, “appare certo che le due guide torneranno ad essere separate e usciranno in periodi dell’anno diversi, giocando un ruolo interattivo con il mondo web che è sempre stato il punto debole dell’Espresso negli ultimi cinque, sei anni anni, periodo in cui ha accumulato un clamoroso ritardo attardandosi sul cartaceo e sulla cerimonia di premiazione. Oltre a questo pare che ci sarà un ricambio radicale di tutti i collaboratori per dare un taglio netto col passato, soprattutto recente”.

Articolo precedenteA Firenze “Tavola Latina”, il primo evento legato alla cucina sudamericana
Articolo successivoCome scegliere un armadio frigo professionale: consigli pratici
Marco Gemelli, classe 1978, sposato con due bimbi, giornalista professionista dal 2007, è membro della World Gourmet Society e dell'Associazione Stampa Enogastroagroalimentare Toscana. E’ stato redattore ordinario al quotidiano Il Giornale della Toscana, dove per anni si è occupato di cronaca bianca e nera, inchieste, scuola e università, economia, turismo, moda ed enogastronomia. In seno alla stessa testata è curatore dell’inserto semestrale Speciale Pitti Uomo. Oggi è un libero professionista: collabora con diverse testate – sia online che cartacee – nel settore degli eventi e delle eccellenze del territorio, in particolar modo nel campo enogastronomico. E’ coideatore del progetto “Le cene della legalità” (2013) e autore de “L’Opera a Tavola” (2014), nonchè fondatore del sito www.itrelforchettieri.it, embrione del Forchettiere.

Rispondi