Quali sono i piatti che ossessionano influencer e follower di tutto il mondo? Lo svela un nuovo studio che ne ha stilato una classifica, prevedendo anche quali saranno i cibi più cool dei prossimi anni

Instagram, Tik Tok, Google: il fenomeno del food porn è ormai incontenibile e la mania di fotografare il cibo imperversa non solo tra blogger e influencer ma anche tra i profani del web. Lenstore ha condotto una ricerca per scoprire quali sono i cibi che impazzano sui social, e la cucina italiana è schizzata in cima alla classifica.

Quali sono i cibi più (e meno) social?

Con oltre 22 miliardi di visualizzazioni su TikTok e 59 milioni di hashtag su Instagram, la pizza sbaraglia qualsiasi altro piatto e si pone al primo posto tra i cibi più popolari del web. Non solo in Italia, ovviamente: nella madrepatria la cerchiamo 450.000 volte al mese, nel mondo ben 13, 6 milioni di volte.

Al secondo posto nella classifica dei cibi più cliccati su internet c’è il gelato e al terzo il sushi, con rispettivamente 43,9 milioni di hashtag su Instagram e 28 miliardi di visualizzazioni su TikTok e 7,5 miliardi di visualizzazioni su TikTok e 32,1 milioni di hashtag su Instagram. Seguono mango, arancia, biscotti, pasta, formaggio, pancakes e al decimo posto i burger.

Lo stesso studio ha analizzato anche i cibi meno aesthetic: l’ultimo posto se lo guadagna l’agnello (558 mila hashtag su Instagram e 54 milioni di visualizzazioni su TikTok), conteso con il pollo grigliato e la salsa di mele. Cibi che fotografati non fanno venire l’acquolina in bocca e che per questo rimangono lontano dai riflettori sono anche pollo arrosto, gli anelli di cipolla, il sugo di carne, le bracioline di maiale, le patatine, il calzone (ahimè, meno fortunato della sorella partenopea) e la salsa teriyaki.

I trend del futuro

Nelle previsioni per il 2025 pizza e sushi rimangono nella top 3 dei cibi più cliccati del web. Sale sul podio il mango, che si stima passerà da 9.140.000 a 13.746.763 ricerche mensili in tutto il mondo, diventando il frutto esotico più social. Il gelato scende al quarto posto ed entrano nella top 10 dei cibi più popolari al mondo del 2025 i tacos e la ciambelle. Ma come mai siamo ossessionati dal postare e cercare sui social foto del cibo?

Maniaci del food porn

food porn

Viviamo nell’era del post before you eat, presi dalla frenesia di scattare foto al cibo e condividerlo prima ancora di assaggiarlo. Se l’ossessione per creare contenuti sui social imperversa un po’ in ogni momento quotidiano, davanti al cibo questa tendenza ha creato un vero e proprio fenomeno, identificato con l’hashtag foodporn.

“Al giorno d’oggi sembriamo tutti ossessionati da questa nuova tendenza a fotografare pietanze succulente e a postarle su internet.” afferma Abigail Cockroft, fotografa gastronomica. E aggiunge: Con l’avvento di internet e dei social, food blogger di tutto il mondo hanno cominciato a pubblicare i loro scatti senza restrizioni editoriali o da parte di clienti. È stato proprio questo approccio più spontaneo e autentico che ha cambiato il modo di fotografare il cibo. All’improvviso questo tipo di scatti è diventato sempre più popolare e richiesto, poiché mostrava un modo meno formale e più ‘social’ di presentare online cibi e bevande, alludendo al fatto che tutti possono cucinare e godere del cibo”.

Se food porn non è necessariamente sinonimo di junk food, il “mangiare con gli occhi” può anche gettare le basi per una presa di consapevolezza alimentare. Il fenomeno del Mindful Eating (o mangiare consapevole) riconosce infatti tra i nove tipi di fame proprio la fame degli occhi.

“È stato dimostrato che guardare immagini di cibo ci rende soddisfatti, o almeno fino ad un certo punto” commenta la scrittrice gastronomica Laura Hadland. “Inoltre, è stato anche dimostrato che scattare foto ai propri piatti aiuta a rendere il cibo più piacevole e gustoso. Infatti, creando un rito intorno all’esperienza del cibo, si mangia in maniera più presente e consapevole“.

Rispondi