Grandi manovre al Mercato Centrale Firenze: chi parte, chi arriva (il raviolo) e chi si sposta (Eataly)

eataly mercato centrale firenze

Non c’è solo l’avvicendamento tra Romualdo Rizzuti e Stefano Callegari alla guida della pizzeria Sud, a definire le “grandi manovre” al Mercato Centrale Firenze: da aprile infatti Eataly si sposta – ridimensionandosi – dal lato opposto a dov’è ora, e al suo posto nasceranno tre nuove botteghe (inclusa la ravioleria cinese)

Eataly. Mercato Centrale di Firenze, 24 aprile 2014. Foto di Ugo De Berti

C’è chi parte (il pizzaiolo Romualdo Rizzuti), chi arriva (il suo sostituto Stefano Callegari) e chi si sposta (Eataly Firenze) per far posto ad altre new entries (Trapizzino, la ravioleria cinese e un progetto legato al pollo griffato Toraia e Antinori). Non si può dire che per il Mercato Centrale Firenze il 2017 non sia iniziato all’insegna di profondi cambiamenti, a partire dall’apertura – da noi annunciata in anteprima qui – della “filiale” a Campi Bisenzio, al primo piano del centro commerciale I Gigli. Ma i cambiamenti non mancano anche all’interno della struttura. Eccoli:
 stefano callegari
Partiamo dalle situazioni già note: ci sono volute diverse settimane di ricerca, ma alla fine il Mercato Centrale Firenze è riuscita a trovare un sostituto per il partente Romualdo Rizzuti, alla guida della pizzeria Sud: si tratta di Stefano Callegari, che da giovedì 26 gennaio prenderà possesso dei forni al primo piano del mercato. Conosciuto come uno dei maestri pizzaioli italiani, dalle 18.30 festeggerà il suo arrivo al Mercato regalando le sue pizze al pubblico fiorentino. Tra le sue preparazioni più celebri ci saranno a rotazione presenti in menu anche degli omaggi alla cucina romana, come la carbonara e la cacio e pepe cotta con il ghiaccio.
Schermata 2017-01-20 alle 21.54.28
Chi si sposta, pur restando all’interno del Mercato Centrale, è invece il punto vendita di Eataly. Attualmente è su un lato, da aprile – ossia da quando si aprirà la sede campigiana della struttura di proprietà di Umberto Montano ed Ecv Group – prenderà posto nella parte diametralmente opposta, dove fino a qualche tempo fa era presente lo store della Fiorentina e dove adesso sono posizionati tavoli e sedie dove consumare un pasto preso nelle diverse botteghe. La superficie espositiva complessiva appannaggio del colosso di Farinetti sarà ridotta e il personale ottimizzato: attualmente infatti ce n’è in ognuna delle due aree speculari dedicate a Eataly.
mercato centrale firenze
Cosa sarà dello spazio lasciato libero da Eataly, invece? È presto detto: anche in questo caso l’intera superficie attuale verrà sensibilmente ridimensionata, allargando i corridoi di entrata e uscita dal Mercato Centrale, lato piazza del Mercato. Al centro, dove ancora adesso campeggiano le insegne della Banca di Credito Cooperativo di Signa, troveranno posto tre botteghe. Le new entries del Mercato Centrale Firenze dovrebbero essere il “Bigallo”, un concept realizzato della Toraia insieme ad Allegra Antinori, dedicato al pollo cucinato in mille maniere, dagli spiedini in giù), la “Ravioleria” del cinse Hujian Zhou che ha già un punto vendita a Milano (prodotto italiano, lavorazione cinese) molto ben avviato e il Trapizzino, anch’esso di proprietà di Stefano Callegari. A poca distanza, dunque, pizza et similia.

Marco Gemelli

Marco Gemelli, classe 1978, sposato con due bimbi, giornalista professionista dal 2007, è membro della World Gourmet Society e dell'Associazione Stampa Enogastroagroalimentare Toscana. E’ stato redattore ordinario al quotidiano Il Giornale della Toscana, dove per anni si è occupato di cronaca bianca e nera, inchieste, scuola e università, economia, turismo, moda ed enogastronomia. In seno alla stessa testata è curatore dell’inserto semestrale Speciale Pitti Uomo. Oggi è un libero professionista: collabora con diverse testate – sia online che cartacee – nel settore degli eventi e delle eccellenze del territorio, in particolar modo nel campo enogastronomico. E’ coideatore del progetto “Le cene della legalità” (2013) e autore de “L’Opera a Tavola” (2014), nonchè fondatore del sito www.itreforchettieri.it, embrione del Forchettiere. Gestisce infine un Bed & Breakfast a Firenze (www.damilaflorence.com).

2 Comments

Leave a Reply

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.