Oltre 40 ricette illustrate ed ispirato al mondo magico nato dalla penna di J. K. Rowling: il libro di cucina di Harry Potter (ed. Salani) è un vero oggetto da collezione per ogni fan della saga

Nel libro di cucina di Harry Potter non possono mancare le Focaccine col fulmine e i grissini a forma di bacchetta magica, così come il pane a forma di basilisco di Salazar Sempreverde o la Torta salata del Lago Nero, i Fagottini di Nocolas Flamel o i cracker giratempo e persino i Tortini di noci tostate a là Weasley.

libro di cucina di Harry Potter

E ancora: gli Spadini di Grifondoro o la Torta della Foresta Proibita, fino ai Dolcetti rocciosi di Hagrid, il Pane dolce di Mandragola, o le Meringhe della Case di Hogwarts. Manca giusto un richiamo a Voldemort, poi la saga di Harry Potter c’è davvero tutta, nel libro “Harry Potter – Il libro di cucina ufficiale” (ed. Salani, 127 pagine, 15,90 euro) appena uscito in libreria.

Con oltre 40 ricette illustrate, questo libro di cucina ispirato al mondo magico nato dalla penna di J. K. Rowling è un vero oggetto da collezione per ogni fan di Harry Potter. Non soltanto per le ricette in sé, ma per le curiosità e gli aneddoti che accompagnano ogni preparazione. Non sarà alta cucina, naturalmente, ma questo non è certo l’obiettivo. Anzi: l’attenzione viene posta sulla sicurezza in cucina e su indicazioni pratiche come il lavarsi le mani o farsi aiutare da un adulto.

libro di cucina di Harry Potter

Nel libro – che nelle ultime pagine ha anche i modelli per realizzare i piatti – non mancano i rimandi a oggetti, personaggi e situazioni che i fan hanno visto dipanarsi nel corso dei libri e dei film., incluso il Campo di tortini di zucca ai Gufetti saporiti, o i Biscotti Spettrocoli di Luna Lovegood fino alla ricostruzione con pan di zenzero della scuola di magia di Hogwarts.

libro di cucina di Harry Potter

“Prima di iniziare a cucinare – si legge nell’introduzione del libro di cucina di Harry Potter – assicurati di avere tutti gli ingredienti e gli utensili elencati nella pagina, insieme all’insaziabile voglia di imparare di Hermione Granger, il coraggio incrollabile di Harry Potter (per le preparazioni più complicate) e il ben noto amore per il cibo di Ron Weasley, perché le ricette ti faranno venire l’acquolina in bocca con la loro varietà di ingredienti sani e gustosi e un sacco di squisite opzioni vegetariane, vegane e senza glutine (segnalate con apposite bandierine colorate)”.

Articolo precedenteJordi Roca firma The Macallan Rich Cacao: quando pastry e whisky dialogano
Articolo successivoDopo Firenze, il ristorante Sophia Loren apre a Milano in primavera
Marco Gemelli, classe 1978, sposato con due bimbi, giornalista professionista dal 2007, è membro della World Gourmet Society e dell'Associazione Stampa Enogastroagroalimentare Toscana. E’ stato redattore ordinario al quotidiano Il Giornale della Toscana, dove per anni si è occupato di cronaca bianca e nera, inchieste, scuola e università, economia, turismo, moda ed enogastronomia. In seno alla stessa testata è curatore dell’inserto semestrale Speciale Pitti Uomo. Oggi è un libero professionista: collabora con diverse testate – sia online che cartacee – nel settore degli eventi e delle eccellenze del territorio, in particolar modo nel campo enogastronomico. E’ coideatore del progetto “Le cene della legalità” (2013) e autore de “L’Opera a Tavola” (2014), nonchè fondatore del sito www.itrelforchettieri.it, embrione del Forchettiere.

Rispondi