Per fare un tavolo ci vuole il legno, per fare il legno ci vuole l’albero… Ma vi site mai chiesti cosa ci vuole per mettere su un locale? Ecco come aprire una pizzeria

Non solo il mondo della mixology e dei cocktail bar, questi ultimi anni hanno visto crescere ed espandersi a dismisura un altro attore protagonista della scena enogastronomica italiana: quello delle pizzerie. Alta, bassa, pizza, pinsa, tradizionale o creativa, salata o dolce, classica o rivoluzionaria, semplice o gourmet, oggi la pizza si è ritagliata un ruolo di primo piano non solo al Sud Italia: lo confermano le statistiche, col boom di pizzerie e locali in praticamente ogni angolo del Paese. Ma quali sono, effettivamente, i passi di fare per aprirne una tutta nostra?

Prima di tutto, è ovvio, va trovato il fondo: la location dovrà essere scelta strategicamente, immaginando già le nostre esigenze e i nostri gusti. Sarà proprio l’ambiente, d’altronde, il biglietto da visita del ristorante. Il secondo step? Fornirsi degli appositi allestimenti e attrezzature, in primis un banco pizza che garantistica facilità, rapidità e qualità al nostro lavoro, così come un’insaccatrice. Un altare, una vetrina, la chiesa al centro del nostro villaggio che deve spiccare nell’intera cucina, anzi nell’intera pizzeria. È bene, di conseguenza, trovarne uno in grado di conservare nel migliore dei modi gli ingredienti, rendendoli al contempo semplici e veloci da raggiungere. L’acquisto più essenziale, insieme al forno (a legna o elettrico, ma sempre di livello), per garantire che le nostre pizze vengano inserite e sfornate nel più breve tempo possibile e, soprattutto, sempre con ottimi risultati.

Non finisce certo qui… Proprio come la famosa canzone per bambini citata (non a caso) all’inizio del pezzo, per “arredare” e completare la nostra pizzeria manca ancora qualcosa: frigoriferi, piani di cottura e lavoro, un’impastatrice e tutti gli altri eventuali elementi necessari per preparare e conservare i nostri piatti, sempre a seconda del format che vogliamo impostare nel locale. 

La ciliegina sulla torta? La formazione del personale, assicurando sempre cordialità e competenza. Perché, se una location accogliente accontenta subito l’occhio, per mettere a proprio agio il nostro cliente sarà necessario offrirgli un servizio eccellente da tutti i punti di vista.

È vero, il momento non è dei migliori per il settore, ma se aprire una pizzeria è sempre stato il vostro sogno magari adesso avete qualche dritta in più per buttare già il vostro progetto.

Rispondi