Nel cuore del Chianti senese – tra distese verdi, piantagioni di ulivi e splendidi vigneti – si erge sulla collinetta di fronte a Gaiole il ristorante “Le Contrade Bistrot”, il cui nome è un omaggio alle contrade del Palio di Siena

Costruito in perfetto equilibrio con l’ambiente esterno, Le Contrade Bistrot è un mix di eleganza nella semplicità, dove l’accogliente sala interna e il terrazzo promettono subito all’ospite di godere di piacevoli momenti di convivialità, grazie anche a una cucina dinamica che spazia dalla territorialità all’extramoenia. Il menù tocca tutte le corde della stagionalità, con proposte di carne e di pesce, sia tradizionali come le “Pappardelle all’uovo fatte a mano in salsa di Chianina” o gli originali “Pici cacio e pepe orientali con gambero rosso di Mazara cotto a crudo profumato al limone”.

A elaborare l’accurata selezione di materie prime di altissima qualità è un navigato chef come Ernesto Casonato, che insieme al suo giovane e valido sous chef Francesco Sauta garantisce straordinari risultati culinari in menù che sanno valorizzare, oltre ai prodotti dell’eccellenza enogastronomica nazionale, anche quelli rari e preziosi dell’alta cucina di oltre confine.

Alcuni piatti: “Insalata Nizzarda Le Contrade con tonno Tataki, patate novelle, pomodoro, olive taggiasche, cipolla in agrodolce, uovo a bassa temperatura su crostino di pane, fagiolini, fiore di cappero e alici del Cantabrico”, “Cartoccio di mare con spigola, vongole veraci, olive taggiasche e verdurine”, “Guancia di vitello come il peposo profumata all’Aifos con purea di sedano rapa”, “Tortino tiepido al cioccolato Valhrona 72% con gelato di bufala alla vaniglia”. Piatti da gusti unici e di qualità, preziosi e inconfondibili, illustrati a tavola dalla dinamica e simpatica Mary Biondi.

Oltre a un menù dedicato ai bambini, due sono infine i menù degustazione: “Tradizione” a 48 euro e “Vegetariano” a 38 euro, ai quali si unisce una valida carta dei vini, con chiara e giusta impronta toscana.

Articolo precedenteGambero Rosso 2021, tutte le new entries dei ristoranti in Toscana
Articolo successivoGuida Michelin 2021, ecco tutti i ristoranti stellati in Toscana
Laureato in Letterature e Lingue straniere è nel mondo del giornalismo dall’età di 18 anni. Appassionato di sport, enogastronomia e turismo collabora con media locali e nazionali di settore. Tra i principali riconoscimenti giornalistici assegnatigli, il premio nazionale Gennaro Paone consegnatogli a Roma dal direttore generale dell’Enit, il premio ‘Strada del Vino del Recioto e di Gambellara’, ‘Primavera del prosecco’, 'Amici della Chianina', 'Premio Tarlati', 'Scandiano', 'Sant'Angelo in Vado, 'Apicio', 'La bisaccia del tartufaio', 'Burson' ed ultimo (2019) il Premio Giornalistico Città di Cherasco. Per quattro anni ha seguito l’Hong Kong Food Festival e per due ha coordinato la manifestazione nazionale Top of Golf finalizzata alla proclamazione del miglior ristorante della ‘Wine Tour Cup’ dell'Associazione 'Città del Vino'. Autore con Leone Cungi del libro ‘Sport e società a Monte San Savino (Un secolo di storia sportiva e tradizioni sul borgo toscano).

Rispondi