Nasce “The Fish Butcher”: al porto di Anzio (Roma) ha aperto una salumaria che propone insaccati di pesce, caviale e ostriche insieme a una cantina ben studiata

“Non abbiamo velleità di cucina stellata, ma gli strizziamo l’occhio”. Con questa frase di Walter Regolanti si può sintetizzare al meglio la nuova avventura nata al porto di Anzio. “The Fish Butcher”, infatti, è la nuova sfida dei fratelli Walter e Marco Regolanti, insieme al figlio Umberto. Una salumaria targata by Romolo al Porto, vera istituzione della ristorazione di Anzio. La nuova avventura è di quelle che accendono immediatamente la curiosità di chi ha la fortuna di imbattersi nel locale in via del Molo Innocenziano 21 e una premessa è d’obbligo: non aspettatevi l’abituale spaghetto con le vongole.

Non è questo che troverete a “The Fish Butcher”, bensì una vera propria norcineria di mare accompagnata da selezioni di caviale e ostriche, senza dimenticare la cantina a vista, altro fiore all’occhiello del ristorante. Insomma, una cucina innovativa basata sulla frollatura e la stagionatura del pescato, rigorosamente locale, che darà vita a veri e propri salumi di mare quali salsicce di tonno, pesce spada e gamberi, roast-beef di spada, coppiette di tombarelli, lardo di morone, mortadella di pesce spada o tonno e molto altro ancora.

Il pescato viene dunque frollato, stagionato e affumicato, una volta pronto, viene lavorato e trasformato in salume. Un procedimento già attuato in molti ristoranti italiani e “nel quale anche noi, dopo un attento studio, abbiamo deciso di impegnarci”, ha affermato Walter. L’obiettivo è quello di fornire un’esperienza gastronomica nuova e diversa alla clientela, affiancando salumi di mare a un’ottima scelta di vini e bollicine. Il tutto accompagnato dalla cura per i dettagli che da sempre contraddistingue la famiglia Regolanti. Lo dimostra l’attenzione e la preparazione nel servizio, così come l’arredamento del locale. Minimal, ma molto elegante.

In bella vista, poi, non c’è solo la cantina, curata in prima persona da Umberto, ma anche due frigoriferi che controllano la carica batterica e se dovessero verificarsi dei problemi nel processo di essiccazione. Una cura dei dettagli dove è inconfondibile il sapore di mare e che porta a piatti come la “Fish Butcher Selection” (assortimento della salumaria in abbinamento a prodotti artigianali e stagionali) o gli spaghetti affumicati con pescato maturato, pronti a soddisfare i palati più fini, ma anche chi cerca un approccio diverso rispetto alla tipica cucina di pesce.

articolo a cura di Dario Marchetti

Rispondi