Ruffino Cares: al via un viaggio intorno al bere (responsabile) in 13 puntate

ruffino cares

È appena iniziato Ruffino Cares, il progetto di sensibilizzazione al bere responsabile promosso da Ruffino insieme al Comune di Firenze e al media The Florentine. Tredici appuntamenti nel centro storico per vivere la convivialità del vino in ogni suo aspetto

urban

Tredici appuntamenti (in realtà ne sono rimasti 11) per condividere l’idea del bere responsabile e analizzare il mondo del vino da diverse angolazioni: è il progetto Ruffino Cares, promosso dall’omonima azienda vinicola di Pontassieve insieme al Comune di Firenze e al mensile The Florentine. L’idea di partenza è la volontà di educare a gustare il vino ancorandolo ai sistemi relazionali che ci appartengono quasi geneticamente e per i quali, come italiani, siamo invidiati e imitati in tutto il mondo: la convivialità, la condivisione affettuosa, le saporite tavolate, il pranzo della domenica, un fiasco di vino da spartire.

IMG_0250

“Secondo noi – spiegano da Ruffino – bere vino deve significa elevarsi nel piacere dello stare insieme e non isolarsi negli eccessi. Riteniamo del resto che il vino sia una delle più alte espressioni del vivere italiano ma che, tuttavia, lo si debba sempre trattare e rispettare in quanto bevanda a base alcolica e come tale quindi potenzialmente dannosa se consumata in modo irresponsabile”.

ruffino_cares_wine_talks

Teatro degli appuntamenti di Ruffino Cares è piazza dei Tre Re, un piccolo scrigno verde restituito alla città che si trova nel cuore di Firenze. Ogni mercoledì, nella piazzetta saranno organizzate delle chiacchierate attorno a un calice, dove si discuterà, divertendosi, di vino ed eros, di rock, delle buchette del vino, di Caterina de’ Medici, della Divina Commedia e di tanto altro. Degustazioni funzionali a collocare il vino e il suo assaggio in contesti “naturalmente responsabili”. Inoltre, in piazza dei Tre Re per tutta l’estate e durante alcuni grandi eventi dell’estate fiorentina ci saranno anche delle biciclette speciali a marchio #ruffinocares.

Pagina Ruffino Cares

Perché? È semplice: le biciclette sono il simbolo di Ruffino Cares: non oggetti di sola visione ma che permetteranno di perseguire il nostro racconto di sensibilizzazione pedalando direttamente verso il grande pubblico della notte fiorentina. Infatti, nei panieri di cui sono state dotate, vi saranno dei visori, degli speciali occhiali per simulare lo stato di ebbrezza (e verranno fatti fare dei piccoli giochi come percorrere una linea dritta o tentare di fare canestro, per capire quanto fisicamente l’eccesso di alcool comprometta in lucidità, anche se spesso non se ne ha coscienza). Saranno poi distribuiti opuscoli informativi sulle buone pratiche di approccio al vino, verranno elargiti degli etilometri, ci saranno gadget col logo di #ruffinocares e molto altro.

Biciclettafiore

Gli eventi fiorentini, dove sarà possibile interagire con le biciclette Ruffino Cares saranno, oltre la piazza dei Tre Re, il Musart, dal 17 al 28 luglio, in piazza Santissima Annunziata; il Florence Folks Festival, dal 25 al 28 luglio presso la ex Manifattura Tabacchi; sempre a settembre, durante il Firenze Jazz Fringe Festival, nell’Oltrarno fiorentino, luoghi ed eventi presenti nel cartellone dell’Estate Fiorentina.

Marco Gemelli

Marco Gemelli, classe 1978, sposato con due bimbi, giornalista professionista dal 2007, è membro della World Gourmet Society e dell'Associazione Stampa Enogastroagroalimentare Toscana. E’ stato redattore ordinario al quotidiano Il Giornale della Toscana, dove per anni si è occupato di cronaca bianca e nera, inchieste, scuola e università, economia, turismo, moda ed enogastronomia. In seno alla stessa testata è curatore dell’inserto semestrale Speciale Pitti Uomo. Oggi è un libero professionista: collabora con diverse testate – sia online che cartacee – nel settore degli eventi e delle eccellenze del territorio, in particolar modo nel campo enogastronomico. E’ coideatore del progetto “Le cene della legalità” (2013) e autore de “L’Opera a Tavola” (2014), nonchè fondatore del sito www.itreforchettieri.it, embrione del Forchettiere. Gestisce infine un Bed & Breakfast a Firenze (www.damilaflorence.com).

Be first to comment

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.