Simone Cipriani debutta da Eataly: a febbraio arriva Fac (Fast & Casual)

simone cipriani FAC

Nuova avventura per Simone Cipriani: lo chef di Essenziale debutterà a febbraio 2018 con FAC (FAst & Casual) al primo piano di Eataly Firenze, in via Martelli. Ecco di che si tratta

DSC_8914-71

Simone Cipriani raddoppia: lo chef dell’Essenziale varerà a febbraio il suo nuovo progetto gastronomico al primo piano di Eataly Firenze. Si tratta di FAC, che – al di là della pronuncia, simile sia a Faq che a F*ck – è acronimo di FAst & Casual. Per il giovane talento toscano e la sua brigata si tratterà di cimentarsi con i prodotti del colosso di Oscar Farinetti, dando vita a un progetto che punta sia sulla velocità del servizio (per i turisti di passaggio) sia sulla praticità di uno street food “pratico, disinvolto, confortevole”.

FAC Simone CIpriani

Il menù è già in testa, ma nei prossimi due mesi deve declinarsi. I lavori di modifica all’arredamento inizieranno presto, e persino una copia della mascotte (il pinguino Gianni, ndF) potrebbe trovare casa in via Martelli. Sei negli Stati Uniti quella del Fast and Casual è la nuova frontiera della ristorazione veloce – le persone sono sempre più attente a ciò che mangiano ma hanno sempre meno tempo, quindi si cerca di lavorare prodotti freschi da servire velocemente – a Firenze tocca ai ragazzi di Essenziale cercare di far affezionare fiorentini e turisti al primo piano di Eataly. Una sfida non facile, ma che Simone Cipriani e soci accettano con ottimismo. “Vogliamo portare in Italia questo tipo di ristorante, prendendo spunto da oltre confine ma aggiungendo una forte identità italiana” spiega lo chef.

simone cipriani FAC eataly

E così, preceduto da una serie di video teasing che saranno presto in rete (così come le pagine social e il sito internet), FAC nasce dalla voglia di chef Simone di lavorare su un concetto di ristorazione veloce e informale partendo dalle ricette della tradizione italiana. Decisione improvvisa? Pare di no: da un po’ di tempo Simone e suo team stavano lavorando dietro le quinte per questo progetto, studiando e schedando ricette cucinate che possano essere servite velocemente.

simone cipriani FAC

Non si tratta di un progetto temporaneo, ma di durata almeno triennale. Per il primo piano di Eataly Firenze, insomma, dopo una partenza stentata (nonostante l’ottima cucina di Enrico Panero) e qualche miglioramento con la decisione di far ruotare mensilmente ristoranti vocati alle tipicità regionali italiane, adesso è il momento di raccogliere la sfida – a partire dall’ingresso, che resterà quello principale di Eataly – e convincere fiorentini e turisti a fermarsi da FAC. E proprio Panero, oggi executive chef di Eatal,y è tra i primi a congratularsi con Simone: «Siamo contenti di ospitare Simone non solo per l’amicizia che ci lega ma anche perché il suo è un progetto innovativo che unisce la qualità dei prodotti, la cosa più importante per noi di Eataly, ad un concetto molto contemporaneo di ristorazione. Sono sicuro che sarà l’inizio di una bella collaborazione che potrebbe portarci anche fuori Firenze».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Marco Gemelli

Marco Gemelli, classe 1978, sposato con due bimbi, giornalista professionista dal 2007, è membro della World Gourmet Society e dell'Associazione Stampa Enogastroagroalimentare Toscana. E’ stato redattore ordinario al quotidiano Il Giornale della Toscana, dove per anni si è occupato di cronaca bianca e nera, inchieste, scuola e università, economia, turismo, moda ed enogastronomia. In seno alla stessa testata è curatore dell’inserto semestrale Speciale Pitti Uomo. Oggi è un libero professionista: collabora con diverse testate – sia online che cartacee – nel settore degli eventi e delle eccellenze del territorio, in particolar modo nel campo enogastronomico. E’ coideatore del progetto “Le cene della legalità” (2013) e autore de “L’Opera a Tavola” (2014), nonchè fondatore del sito www.itreforchettieri.it, embrione del Forchettiere. Gestisce infine un Bed & Breakfast a Firenze (www.damilaflorence.com).

Be first to comment

Rispondi