World Gourmet Society, al via il Best Plate Challenge 2018

artimino

Partita la seconda edizione della gara per il piatto più creativo, il Best Plate Challenge 2018: i partecipanti dovranno realizzare un video che racconti al meglio il loro piatto e competere prima a livello nazionale e poi sfidare i colleghi internazionali alla finalissima di novembre a Montecarlo, durante il Chefs World Summit

da sx gli chef Andreoni, Vannucci, Bottasso, Perini, Saporito

Dopo il successo del primo anno – con 6 chef italiani su 10 approdati in finale, ed un vincitore assoluto anch’esso italiano – per la World Gourmet Society è tempo di lanciare il Best Plate Challenge 2018, la gara indetta dalla piattaforma internazionale che riunisce oltre 35mila chef, critici e appassionati di food & wine in tutto il mondo. I professionisti della ristorazione italiani che vorranno partecipare sono chiamati a realizzare un video di massimo 3 minuti con il proprio piatto più creativo: quest’anno il regolamento della gara ha evidenziato sette categorie, dal rispetto delle tradizioni alla miglior tecnica di cottura, dal video più divertente a quello più popolare sui social. L’aspetto più importante sarà però la creatività, che incoronerà il vincitore nella finalissima di novembre a Montecarlo, durante la serata di premiazione al Chefs World Summit.

World Gourmet Society, al via il Best Plate Challenge 2018

Anche quest’anno testimonial del Best Plate Challenge 2018 sarà Andy Hayler, il primo critico gastronomico al mondo ad aver visitato tutti i ristoranti 3 stelle Michelin del pianeta, mentre Armando Cristofori, ambasciatore WGS e referente per Italia, Grecia, Spagna, Cina, Australia e America Latina. “Quest’anno la WGS – spiega Cristofori – invita tutti i professionisti a prendere parte al Challenge, dagli chef ai maestri della pasticceria, del gelato, a quelli della pizza e dei panini: ritengo che la vera creatività si possa trovare ovunque, per cui noi non ci poniamo limiti né li poniamo a chi vuole partecipare”.

World Gourmet Society, al via il Best Plate Challenge 2018

La partecipazione al Best plate challenge 2018 è totalmente gratuita. Professionisti dotati di creatività, tecnica e passione, desiderosi di mostrare le loro competenze attraverso un video si confronteranno prima a livello di macro-regione (Nord Est, Nord Ovest, Centro, Sud, Isole), successivamente i vincitori delle macro regioni approderanno alla finale nazionale. I vincitori nazionali di ogni categoria andranno a competere a Montecarlo con i colleghi provenienti da tutto il mondo. Nella scorsa edizione la competizione era basata sul “miglior piatto” presentato da ogni chef, hanno partecipato professionisti della ristorazione da Paesi di quattro diversi continenti, giudicati da una giuria tecnica e da una giuria popolare composta dagli utenti di Facebook e Youtube: nella passata edizione, il challenge ha fatto registrare oltre 250mila visualizzazioni sui social, in un solo mese.

Schermata 2017-10-25 alle 12.07.46

L’ambasciatore Cristofori, insieme alle giurie tecniche, Nazionale ed Internazionale, valuterà i video da tutto il mondo, affidando poi al Web il giudizio del pubblico per il Best plate challenge 2018. Sul territorio nazionale verranno organizzati diversi eventi: si parte da Milano (20 settembre) per la premiazione dei finalisti di Lombardia, Piemonte e Valle d’Aosta, poi toccherà al Nord Est (24 settembre), al Centro (27 settembre), al Sud (1 ottobre) e alle isole (4 ottobre), fino alla finale italiana (28-29 ottobre) in una città che verrà annunciata durante gli eventi macro-regionali.

La World Gourmet Society

Fondata dal gourmet tedesco Matthias Tesi Baur, World Gourmet Society è una piattaforma internazionale che riunisce oltre 35mila giornalisti e critici enogastronomici, ricercatori universitari, chef di tutte le categorie, sviluppatori di ricette, proprietari di ristoranti, protagonisti del turismo culinario e F&B manager, nonché appassionati buongustai giovani e attivi con idee nuove ed entusiasmanti in tutto il mondo. Per il Best Plate Challenge, quella del 2018 rappresenta la seconda edizione.

Per partecipare al Best plate challenge 2018:
armando@world-gourmet-society.com
marcogemelli78@gmail.com (Toscana)
spaggiari.laura@gmail.com (Nord ovest)
fabio@mangiaebevi.it (Lazio)

Marco Gemelli

Marco Gemelli, classe 1978, sposato con due bimbi, giornalista professionista dal 2007, è membro della World Gourmet Society e dell'Associazione Stampa Enogastroagroalimentare Toscana. E’ stato redattore ordinario al quotidiano Il Giornale della Toscana, dove per anni si è occupato di cronaca bianca e nera, inchieste, scuola e università, economia, turismo, moda ed enogastronomia. In seno alla stessa testata è curatore dell’inserto semestrale Speciale Pitti Uomo. Oggi è un libero professionista: collabora con diverse testate – sia online che cartacee – nel settore degli eventi e delle eccellenze del territorio, in particolar modo nel campo enogastronomico. E’ coideatore del progetto “Le cene della legalità” (2013) e autore de “L’Opera a Tavola” (2014), nonchè fondatore del sito www.itreforchettieri.it, embrione del Forchettiere. Gestisce infine un Bed & Breakfast a Firenze (www.damilaflorence.com).

Be first to comment

Rispondi