Per chi trascorre l’estate a Firenze, ecco una selezione di sei luoghi ideali per godersi il fresco della sera tra musica e cibo: dalle new entries ai locali storici, purché presentino offerte non banali

Ci sono i locali più vocati all’offerta gastronomica e quelli dove è la musica a far da padrona. Ci sono le new entries e i locali storici. In ogni caso, per chi resta in città durante i mesi di luglio e agosto, l’estate fiorentina – quella spontanea e affidata all’iniziativa dei singoli, mica quella organizzata negli ultimi anni dalle amministrazioni – propone un’ampia scelta di strutture. Ne abbiamo selezionate alcune, che possono rappresentare altrettanti must per chi ancora vede lontane le ferie. O magari è appena tornato.

Corte Reale (piazza Adua, stazione Santa Maria Novella)

home_corte

È forse il locale con le aspettative più alte, da parte degli addetti ai lavori: ha aperto da pochi mesi all’esterno della stazione di Santa Maria Novella (lo raccontiamo qui): aperto dalle 8 fino a tarda notte con la tradizionale offerta di street food (l’hamburger della Toraia, il gelato di Vivoli, la piadina romagnola, gli arrosticini abruzzesi, i panini di mare e gli arancini siciliani, giusto per citarne qualcuno) merita un passaggio per lo spazio esterno con tanto di fontana, divanetti e animazione musicale. Lunedì e martedì degustazioni di champagne, vino e liquori.

“Il Tamburello” allo sferisterio (via del Fosso Macinante, 11)

07-benci-bar3

Si rinnova il patto della movida per non molestare gli abitanti del centro: tre locali (il Soul Kitchen di via dei Benci come capofila con il supporto di due discoteche, il Full Up di via della Vigna Vecchia e il Twenty One di via dei Cimatori) si sono messi insieme e aprono la succursale estiva allo sferisterio delle Cascine, dove l’angolo food sarà gestito da Pizzaman, a partire dalle 19. Ogni sera, eventi a tema all’insegna della musica.

Forte Belvedere

FB02

Come ogni anno, sta per aprire il bar del Forte Belvedere. Due i punti di forza della struttura: da un lato il panorama mozzafiato e la possibilità di godere della vista di Firenze (oltre che delle opere di Jan Fabre) senza la calca che si può trovare invece al piazzale Michelangelo; dall’altro, un calendario di eventi che spaziano dall’enogastronomia alla cultura fino dalla musica, in grado di soddisfare ogni tipo di preferenza nel campo dell’entertainment cittadino estivo.

Easy Living, la spiaggia sull’Arno (piazza Poggi)

Easy Living_Terrazza

Musica, teatro, concerti in spiaggia, yoga al tramonto e spettacoli sulle rive dell’Arno in delle spiagge urbane tra le più grandi d’Europa in pieno centro, dietro Ponte Vecchio e con vista sugli Uffizi. È lo spazio estivo tra Piazza Poggi e Lungarno Serristori, gestito per il nono anno consecutivo dall’associazione culturale Piazzart. L’arena estiva sarà uno dei luoghi dell’Estate Fiorentina del Comune di Firenze. Fino al 30 settembre sarà possibile noleggiare gratuitamente ombrelloni e sdraio per godersi un po’ d’estate in città, sorseggiare cocktail o centrifughe alla frutta e rilassarsi in compagnia nelle tre location targate Easy Living. Quest’anno, infatti, lo spazio estivo si allarga: più ampio il menu del ristorante vista fiume, che per tutta la stagione sfornerà pizza a lenta lievitazione, maxi hamburger ma anche piatti di pesce tra cui i best seller, come frittura e linguine alle vongole. Per gli amanti dei cocktail, invece, l’indirizzo è il chiosco sulla terrazza sull’Arno, fresco di ristrutturazione e protagonista degli aperitivi con dj-set ogni martedì e giovedì fino a settembre. Per una pausa in stile marittimo la meta resta la spiaggia con lo chalet in legno dove sostare per uno spuntino o un pranzo leggero a base di frutta e verdura: uno spazio family-friendly dove trascorrere il tempo libero con i bambini.

Off Bar alla Fortezza da Basso

Off-Bar-vicino-Garage-La-Stazione-4

Al giardino accanto alla Fortezza da Basso ha riaperto l’Off Bar con concerti tutte le sere, anche se più che una location da concerti è un posto buono dove bere qualcosa dopo cena: ha il vantaggio della grossa fontana che raffredda l’aria e del palco per la musica dal vivo, mentre gli svantaggi sono un’offerta gastronomica decisamente non all’altezza e il rischio – spesso tutt’altro che marginale – di incrociare personaggi che, se ubriachi, diventano poco raccomandabili.

Serre Torrigiani (piazza dei Tre Re)

Serre Torrigiani in Piazzetta Florence © Birgitte Brøndsted-12

Non tutti lo sanno, ma in una piazzetta abbandonata nel cuore del centro (dietro piazza della Repubblica) è sbocciato da poco a nuova vita – grazie alle Serre Torrigiani – uno spazio open cui si può accedere anche da Orsanmichele e via dei Calzaiuoli. Si tratta di un piccolo giardino, dove da mattina fino a sera ci si può concedere uno spuntino o bere un drink. Pasti e bevute sono all’insegna della semplicità, non c’è da aspettarsi raffinatezze: panini e tramezzini (dai 4 ai 6 euro) sono preparati con le salse delle Serre Torrigiani, i cocktail sono in carta a 6 euro.

E in più, per chi non ne avesse abbastanza (o al contrario avesse decisamente tante serate da far passare….) altri locali ce li suggerisce il blog “La Fiorentina schiacciata“:

RARIBISTOT

E’ tornata la Rari! Dopo mesi di chiusura a causa di battaglie legali con il Comune, questo bellissimo posto dall’aria vintage che si affaccia sul Lungarno Ferrucci è tornato? Con le sue terrazze sul fiume, si presta molto bene a un aperitivo con tramonto, i cocktail sono buoni e per chi volesse c’è anche la cucina che non è male.

Si riconferma in zona stadio Light Il Giardino di Marte,  in Viale Manfredo Fanti 8 (sotto la Curva Fiesole). Ill servizio food è stato implementato, ci sono hamburger di chianina e pizza. Proiettano anche qui le partite degli Europei. Ogni sera un evento diverso, ad esempio martedì jazz (ma anche lezioni di swing), giovedì yoga, domenica cinema (se non ci sono partite ahimè….). Aperto già dalla mattina.

Al Fiorino sull’Arno sul Lungarno Pecori Giraldi (dove c’è il Ponte di San Niccolò) e dove c’era il trucido mercatino etnico. L’area è un po’ infrattata ma offre un sacco di ombra e  di frescura! Serate a tema ogni giorno: il lunedì c’è Tuballoswing, la domenica il tango, e tanti altri concerti a partire dalle 21.30. Il programma è invaso dalle partite degli Europei (la finale è il 10 luglio…). C’è anche la pizzeria che non dovrebbe essere male.

Nello spiazzo sul Lungarno del Tempio ritornano i truck degli Hamburger dellaToraia, lo street food di mare di Pescepane e i Gelati di Carlotta, dalla colazione al dopocena, tutti i giorni dalle 12 alle 24!

Ha riaperto da poco anche il Giardino dell’Artecultura all’Orticoltura: Saranno aperti fino alle 24.00 e al fresco del giaridno proporranno dalla colazione, agli spuntini fino all’aperitivo (il solito aperitivo nazional-popolare..),e  qualche evento musicale e di teatro, oltre alle immancabili partite di calcio. Si conferma proprio un bel posticino!

Articolo precedenteProvati per voi: IO – Osteria Personale (Firenze), il locale che piace agli chef
Articolo successivoProvati per voi: il ristorante Terrazza Tiberio a Capri
Marco Gemelli, classe 1978, sposato con due bimbi, giornalista professionista dal 2007, è membro della World Gourmet Society e dell'Associazione Stampa Enogastroagroalimentare Toscana. E’ stato redattore ordinario al quotidiano Il Giornale della Toscana, dove per anni si è occupato di cronaca bianca e nera, inchieste, scuola e università, economia, turismo, moda ed enogastronomia. In seno alla stessa testata è curatore dell’inserto semestrale Speciale Pitti Uomo. Oggi è un libero professionista: collabora con diverse testate – sia online che cartacee – nel settore degli eventi e delle eccellenze del territorio, in particolar modo nel campo enogastronomico. E’ coideatore del progetto “Le cene della legalità” (2013) e autore de “L’Opera a Tavola” (2014), nonchè fondatore del sito www.itrelforchettieri.it, embrione del Forchettiere.

Rispondi