Nuovo episodio della rubrica curata da Giacomo Iacobellis e dedicata alla cucina internazionale: tra Escargot e Tartiflette passiamo in rassegna i cinque piatti da non perdere a Parigi, in Francia, e dove assaggiarli

Metti una fuga romantica a Parigi, tra i mercatini di Montmartre o sotto il bagliore della Tour Eiffel. Una città magica e affascinante in tutti i periodi dell’anno, ancora di più a ridosso del Natale. Con tante belle scoperte dietro l’angolo per gli occhi ma anche per il palato, dove il Pain au chocolat mattutino è un must tanto quanto le Crêpes a merenda o un piatto sostanzioso e rifocillante come la Tartiflette o la Raclette a cena. Vediamo dunque, come di consueto, le cinque ricette da non perdere all’interno della ricca proposta gastronomica parigina:

1) Pain au chocolat
Celebre dolce a base di pasta sfoglia di forma quadrata arrotolata su due barrette di cioccolato, questa sfiziosità è una delle paste più comuni in Francia per la prima colazione. Chiamato anche chocolatine o petit pain a seconda delle zone del Paese in cui ci si trova, il Pain au chocolat altro non è che un saccottino al cioccolato morbido, sfogliato e davvero appetitoso. Sarà forse merito della sua consistenza burrosa o magari del suo ripieno gustoso, in ogni caso è proprio questo uno dei fiori all’occhiello della pâtisserie francese.

Dove mangiarlo? Ovunque. Quasi ogni pâtisserie presente in città potrà offrirvi infatti un Pain au chocolat appena sfornato a qualsiasi ora della giornata. Di livello assoluto quelli di Ble Sucré, una delle migliori pasticcerie della capitale.

Risultato immagini per crepes"

2) Crêpe
Chi non ha mai mangiato una crêpe alla nutella? Ebbene, sappiate che Parigi e la Francia sono l’autentica patria di queste morbide cialde, sottili e non croccanti, cotte su una superficie rovente tonda e poi farcite con ripieni dolci o salati. Dal latino crispus (arricciato) dato che viene arrotolato su sé stesso prima di essere servito, questo cibo affonda le proprie radici nella storia francese e, in particolare, nella festa cattolica della Candelora (2 febbraio). Valido come street food o, ancora meglio, come piatto da gustare a un tavolo con la giusta contemplazione e magari un bicchiere di sidro di mele al proprio fianco.

Dove mangiarlo? Se volete fare uno spuntino e cercate un posto dall’atmosfera local, il celebre Breizh Café è senza alcun dubbio la soluzione che fa per voi. Una tappa fissa nel quartiere più trendy di Parigi, Le Marais.

Risultato immagini per tartiflette"

3) Tartiflette
Da un (presunto) spuntino a un piatto solitario ed esaustivo, il passo a Parigi è piuttosto breve. Cosa c’è meglio di una rifocillante Tartiflette per combattere freddo e pioggia? Questa ricetta montanara, composta da formaggio reblochon, patate, cipolle e pancetta, viene preparata non a caso prevalentemente nei mesi più freddi dell’anno con porzioni abbondanti e ipercaloriche. Un piatto unico, accompagnato magari da una leggera insalata, per assaporare in tutti i sensi l’inverno parigino.

Dove mangiarlo? Da Chalet Savoyard, un vero e proprio chalet nel cuore di Parigi. Baluardo della tradizione, questo ristorante sui generis è tra i locali più caratteristici per provare la Tartiflette e tanti altri piatti tipici francesi.

Risultato immagini per raclette"4) Raclette
Il piatto per eccellenza da mangiare in compagnia. Dal verbo francese racler (raschiare), il formaggio Raclette viene infatti scaldato al fuoco e, via via che si scioglie, raschiato sul piatto di portata. Servita con patate cotte al cartoccio e/o sottaceti come cetriolini e cipolline, oltre a diversi tipi di salumi, questa storica preparazione viene accompagnata normalmente da un buon vino o da delle bevande calde così da facilitare la digestione del formaggio.

Dove mangiarlo? Perché non dall’omonimo Les fondus de la raclette… Piatti traboccanti e veri figli della cultura francese. Non si può prenotare, ma vale la pena attendere per vivere un’autentica French food experience a 360°.

Risultato immagini per escargot"

5) Escargot
Chiamato più propriamente escargots de Bourgogne o escargots à la bourguignonne, questo piatto è uno dei vanti della cucina francese più raffinata. In cosa consiste? Grosse lumache di terra fatte spurgare e insaporite in un brodo di cottura prima di essere farcite con del burro aromatizzato insieme a dell’aglio e del prezzemolo e poi passate in forno con la bocca rivolta verso l’alto. Un piatto non per tutti, ma che gli appassionati delle lumache adoreranno sicuramente.

Dove mangiarlo? Situato in una delle zone gastronomiche parigine per eccellenza, L’Escargot Montorgueil fa proprio dell’escargot il suo piatto forte. Una vera certezza se si vuole provare questo piatto suggestivo quanto – per alcuni – bizzarro.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.