Italian Chef Charity Night 2019: tutti i piatti (e oltre) in assaggio giovedì al Forte Belvedere

gruppo cuochi

I nomi dei 16 chef erano già noti, adesso pubblichiamo i nomi dei piatti che questi porteranno giovedì 4 luglio al Forte Belvedere di Firenze per la quarta edizione dell’Italian Chef Charity Night. Non perdetevi l’appuntamento con la solidarietà più gustoso dell’estate

Cinque stelle Michelin, professionisti già affermati accanto a giovani talenti della gastronomia fiorentina e toscana. Il parterre de roi degli chef che giovedì 4 luglio prenderanno parte alla quarta edizione di Italian Chef Charity Night è un mix di nomi già piuttosto conosciuti a chi segue il mondo della ristorazione di qualità. Eccoli, in ordine rigorosamente alfabetico:

Gabriele Andreoni (Gurdulù): Sandwich Rossini


Sandro Baldini (Relais Le Jardin): Branzino in carpione, asparagi di mare saltati e caviale di melanzane

Filippo Baroni (Mater): Coda di Chianina ricostruita, datterini e salsa di erbe amare

Andrea Campani (Borro Tuscan Bistro): Cannolo con pappa al pomodoro

Giovanni Luca Di Pirro (Castello del Nero): Guancetta di maiale del Casentino marinata al mirto con salsa al peperoncino e vaniglia

Paolo Gori (Da Burde): Insalata di trippa e menta

Elisa Masoni (Le Querce di Castelletti): Tacos di ceci con mousse di baccalà affumicato e lattuga di mare

Andrea Perini (Al 588): Fegato, pesca delle suore di Rosano, lavanda e Madeira

Giacomo Piazzesi (Olivia): “TacOlivia di Pollo” con verdure, MayOlivia e tubetto di olio spalmabile

Maria Probst e Cristian Santandrea (La Tenda Rossa – Cerbaia): Pan di fegato

Filippo Saporito (La Leggenda dei Frati): Terrina di fegatini

Beatrice Segoni (Konnubio): Risotto cacio e pepe di timut con gambero rosso crudo

Marco Stabile (Ora d’Aria): Astice da bere con perle di yogurt e anice

Giulia Talanti (Dek Prato): Vitello Tonnato 2.0

Edoardo Tilli (Podere Belvedere): Sweet Mandarino

Daniele Zazzeri (La Pineta): Sgombro marinato con crema di ricotta, cipolla di Tropea e caramello all’aceto balsamico

In più saranno servite le pizze fritte di Giovanni Santarpia e Mario Cipriano, le bruschette di Johnny Bruschetta, i gelati di Paolo Pomposi (Badiani) e Antonio Ciabattoni (La Sorbettiera), i vini de “I Balzini” (I Balzini Pink Label e I Balzini Green Label), lo champagne Bergere, i cantucci di Pane, Amore e Fantasia e il caffè di Ditta Artigianale. Agli chef, inoltre, il grembiule commemorativo griffato Solochef.it.

serata forte belvedere

La serata, che verrà condotta da Annamaria Tossani, ricorderà anche lo chef Luciano Zazzeri e servirà per raccogliere fondi da destinarsi all’acquisto di un macchinario salvavita per il Pronto soccorso dell’ospedale di Careggi. La Italian Chef Charity Night, il cui logo è stato disegnato dall’artista Elisabetta Rogai, vede in prima fila la Once di Federica Rotondo e il direttore del Forchettiere, Marco Gemelli.

Qui si possono acquistare in prevendita i biglietti, evitando le code al Forte Belvedere.

Marco Gemelli

Marco Gemelli

Marco Gemelli, classe 1978, sposato con due bimbi, giornalista professionista dal 2007, è membro della World Gourmet Society e dell'Associazione Stampa Enogastroagroalimentare Toscana. E’ stato redattore ordinario al quotidiano Il Giornale della Toscana, dove per anni si è occupato di cronaca bianca e nera, inchieste, scuola e università, economia, turismo, moda ed enogastronomia. In seno alla stessa testata è curatore dell’inserto semestrale Speciale Pitti Uomo. Oggi è un libero professionista: collabora con diverse testate – sia online che cartacee – nel settore degli eventi e delle eccellenze del territorio, in particolar modo nel campo enogastronomico. E’ coideatore del progetto “Le cene della legalità” (2013) e autore de “L’Opera a Tavola” (2014), nonchè fondatore del sito www.ilforchettiere.it, embrione del Forchettiere.

Be first to comment

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.