Prima i JRE, poi la WGS e ora la Chaîne des Rôtisseurs: l’alta cucina parla toscano

cucina toscana

Prima la nomina del toscano Marco Stabile alla guida dei JRE Italia (per un anno, nel 2016), poi la finale italiana del Best Plate Challenge della WGS a Firenze, adesso il debutto della storica Chaîne des Rôtisseurs ad Artimino. La Toscana si conferma terreno fertile per l’alta cucina internazionale

alta-cucina-950x400

Si dice che tre indizi facciano una prova. Ebbene, negli ultimi due anni almeno tre piattaforme di livello mondiale hanno scelto la Toscana e i suoi personaggi come protagonisti per le proprie iniziative. Si tratta dei JRE (Jeunes Restaurateurs d’Europe), della WGS (World Gourmet Society) e della Chaîne des Rôtisseurs, prestigioso sodalizio internazionale di alta cucina fondato a Parigi nel 1248.

Marco Stabile e Ernesto Iaccarino

Nel primo caso, è stato uno chef toscano – Marco Stabile da Pontedera, classe ’73 e patron dell’Ora d’Aria a Firenze – a ricoprire il ruolo di presidente dei JRE italiani dal marzo 2015 all’aprile 2016. Nel secondo caso invece Firenze è stata scelta come sede per ospitare la finale italiana e l’anteprima mondiale del concorso Best Plate Challenge organizzato dalla World Gourmet Society, a fine ottobre. L’evento ha portato a Firenze sia il presidente mondiale dell’associazione, Matthias Tesi Baur, sia il critico londinese Andy Hayler, l’unico ad aver visitato tutti i 3 stelle Michelin del pianeta.

Villa-Medicea-di-Artimino

Last but not least, sabato 9 dicembre si terrà il primo evento ufficiale in Toscana per la Chaîne des Rôtisseurs. Per celebrare la nascita del bailliage – l’articolazione territoriale dell’associazione – “Chaîne Toscana Francigena”, la Villa medicea di Artimino ospiterà un gran galà dove la cucina incontra l’arte e la moda. I saloni della Villa dei Cento Camini, patrimonio mondiale Unesco dal 2013, faranno da cornice al debutto del bailliage toscano davanti al presidente nazionale Chaine des Rotisseurs d’Italia, Roberto Zanghi, nonché ai consiglieri nazionali, ai confreres e le conseurs nazionali ed internazionali della Chaîne des Rôtisseurs. Il nuovo club è presieduto dall’avvocato Giovanna Elettra Livreri, direttore generale della camera estera CC-ICRD (Italia Caraibi e America Latina).

Marco Gemelli

Marco Gemelli

Marco Gemelli, classe 1978, sposato con due bimbi, giornalista professionista dal 2007, è membro della World Gourmet Society e dell'Associazione Stampa Enogastroagroalimentare Toscana. E’ stato redattore ordinario al quotidiano Il Giornale della Toscana, dove per anni si è occupato di cronaca bianca e nera, inchieste, scuola e università, economia, turismo, moda ed enogastronomia. In seno alla stessa testata è curatore dell’inserto semestrale Speciale Pitti Uomo. Oggi è un libero professionista: collabora con diverse testate – sia online che cartacee – nel settore degli eventi e delle eccellenze del territorio, in particolar modo nel campo enogastronomico. E’ coideatore del progetto “Le cene della legalità” (2013) e autore de “L’Opera a Tavola” (2014), nonchè fondatore del sito www.ilforchettiere.it, embrione del Forchettiere.

Be first to comment

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.