La favola dolce di Lavinia Mannucci, da gelatiera a miss Toscana (e ritorno)

Lavinia Mannucci ha una gelateria a Firenze, e – partecipando per gioco – l’anno scorso è diventata miss Toscana. A pochi mesi dal passaggio di consegne, le abbiamo chiesto di raccontare cosa significa vivere dietro il banco frigo indossando (metaforicamente) la coroncina da reginetta di bellezza

La favola dolce di Lavinia Mannucci, da gelatiera a miss Toscana (e ritorno)

Non è una sdolcinata favola Disney-style fatta di sacrifici e redenzione, ma l’esempio di come a volte il destino o la casualità possano aprire strade apparentemente inusitate. Da gelatiera nell’azienda di famiglia, ma con nel cassetto una laurea e un master di economia aziendale a Londra, la 26enne fiorentina Lavinia Mannucci si è ritrovata all’improvviso sulle passerelle con il titolo e la corona di miss Toscana. E così, tra un cono e una coppetta, per lei è iniziata un’avventura fatta di sfilate, comparsate, shooting fotografici e riflettori, ma lei continua a sentirsi una gelatiera. Da quando lo scorso agosto ha conquistato il titolo di miss Toscana – seconda vincitrice mamma nella storia del concorso, avendo con sé la piccola Isabella di 3 anni – Lavinia si è vista catapultata in un mondo che appaga e gratifica ma che spesso rischia di illudere e alimentare speranze. Ma lei, occhi verdi e capelli biondi, è rimasta con i piedi per terra.

WhatsApp Image 2018-07-04 at 10.30.04

Ora che ad agosto dovrà cedere lo scettro all futura miss Toscana, abbiamo chiesto a Lavinia Mannucci di raccontarci cosa significa vivere dietro il banco frigo di una gelateria indossando al contempo la coroncina di reginetta di bellezza:

La favola dolce di Lavinia Mannucci, da gelatiera a miss Toscana (e ritorno)

Anche se le passerelle sono per te una parentesi, in quest’anno da miss ti sei sentita più gelatiera o modella?

Non mi sono mai sentita modella, mi sono improvvisata per l’occasione! Sono gelatiera da quando avevo 16 anni e credo che ormai sia la cosa che mi riesce far meglio. Sono golosa, amo i dolci… troppe regole da seguire per essere modelle.

Cosa ti mancherà del mondo dei riflettori?

È un mondo che ho vissuto talmente poco che non credo mi mancherà niente. È stato comunque molto bello avere clienti che chiedevano una foto insieme alla gelatiera Miss o bambini che addirittura volevano l’autografo.

La favola dolce di Lavinia Mannucci, da gelatiera a miss Toscana (e ritorno)

Sin da quando hai iniziato, quanto ha inciso la tua bellezza sull’attività da gelatiera?

Ho partecipato a Miss Italia per caso: un giorno ero di turno a servire al banco invece che in laboratorio, quando a poca distanza di tempo vennero due clienti ed entrambi esordirono con una frase “ cosa ci fai te dietro a un banco in gelateria…dovresti provare a fare la modella, dovresti fare Miss Italia” e così ho deciso di iscrivermi. Credo molto nel destino e ho preso questo episodio come un segno. Se non fossi stata a lavorare qua forse non avrei mai partecipato. Dopo aver preso il titolo di Miss Toscana qualche nuovo cliente curioso sarà venuto per vedermi, speriamo di averlo conquistato col gelato.

La favola dolce di Lavinia Mannucci, da gelatiera a miss Toscana (e ritorno)

Quanto è stato difficile conciliare le due attività, in questo anno da miss?

È stato difficile tutto, dal principio. Quando ho iniziato le selezioni non sapevo bene quante date fossero e in quale luogo. Mi svegliavo alle 5 del mattino per andare a lavoro, finivo tra le 17 e le 18 ma poi alle 20 dovevo essere alle selezioni di Miss Italia in giro per la Toscana (Chiesina Uzzanese, Castelfiorentino, Pontedera, Bibbiena, Castelnuovo val di Cecina) finivano verso l’una di notte. Di corsa a casa a dormire le poche ore restanti e via daccapo. Ho iniziato il mio percorso da Miss a metà luglio circa e sono stata eletta il 25 agosto, al termine di una ventina di selezioni. Durante l’anno è stato impossibile conciliare le cose: ho rinunciato a quasi ogni lavoro che mi è stato offerto perché ho già un lavoro full time e purtroppo era impossibile organizzarsi con poco preavviso. Sono contenta della scelta che ho fatto perché comunque quella da Miss era una parentesi la mia vita la mia passione è il lavoro che faccio…il gelato!

Pensi che i traguardi umani e professionali più belli possano arrivare dal mondo della gelateria o dall’esperienza come miss Toscana?

Sicuramente i traguardi più belli emozionanti e importanti vengono dalla vita personale tipo la mia bambina. Miss Italia è stato un percorso molto lungo e impegnativo ed è stata una immensa e inaspettata gioia che ha ripagato tutti i “sacrifici” fatti per partecipare alle varie selezioni a giro per tutta la Toscana. Il mio lavoro è un percorso che non avrà mai fine, sempre in crescita. Mi sta dando tante soddisfazioni e mi impegnerò per averne molte altre in futuro.

20180624_160554

Tra queste, l’ultima in ordine di tempo è la conquista del premio “Best International Guest” ottenuto pochi giorni fa a Londra in seno alla tappa inglese del Gelato Festival 2018, una due giorni di successo dove oltre 10mila persone hanno assaggiato 3 tonnellate di gelato artigianale: Lavinia Mannucci ha convinto la giuria di Covent Garden con il suo gusto “Caminia al pistacchio”, che le è valso il primo riconoscimento assegnato a un concorrente non britannico presente alla kermesse. I fiorentini potranno assaggiare il suo gusto – realizzato con una base “classica” di latte, uova, panna e zucchero, con l’aggiunta di cremino di pistacchio e cereali croccanti – domani, giovedì 5 luglio, dalle 21 a mezzanotte, in assaggio gratuito in occasione della Notte Bianca a Gavinana, dove sorge la gelateria Caminia gestita da Lavinia e dalla sorella Camilla.

L’anno prossimo, inoltre, Lavinia continuerà il suo cammino di avvicinamento verso la finale dei Gelato Festival World Masters 2021: dopo essersi qualificata alla tappa fiorentina del Gelato Festival lo scorso aprile al piazzale Michelangelo (dove dal 14 al 16 settembre si terrà la All Stars), dovrà cimentarsi con il Carpigiani Day in programma nel 2019.

Chi domani sera andrà a provare il gusto di Lavinia Mannucci e dirà la parola chiave Forchettiere, riceverà un piccolo omaggio a sorpresa.

Be first to comment

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.