Una serata tra sigari Cohiba e vinsanto del Consorzio Vino Chianti, un modo di unire due mondi diversi all’insegna di una passione comune: il sapore “slow”. Il vinsanto segue la variazione di note gustative del sigaro durante l’evoluzione della fumata

IMG_3171

Compartir è un termine spesso utilizzato a Cuba per indicare il condividere. Pensando all’isola il pensiero vola subito a rhum e sigari cubani, la condivisione di un momento di assoluto rilassamento, un legame che è indissolubilmente radicato nella mente di molti di noi. Eppure a Firenze, con la partecipazione di Cohiba (curiosità: è una antica parola usata dagli indios Tainos, popolo originario dell’isola, per definire le foglie di tabacco arrotolate che fumavano; Cohiba è pertanto il primo nome storico per il tabacco), agli appassionati del buon fumare notissimo marchio del gruppo Habanos che proprio quest’anno festeggerà il 50° anniversario di attività , insieme al Consorzio Vino Chianti è stato possibile assaporare da ambo i versanti una proposta che sarebbe sembrata “bizzarra” ai puritani delle foglie di Fidel Castro.

sigari cohiba e vinsanto del Chianti - il Forchettiere

Un matrimonio di gusto fra il nuovo nato della famiglia di sigari Cohiba, il Piramides Extra (che a dispetto del nome non conserva le dimensioni tipiche di un Piramide, essendo leggermente più lungo e largo) ed il prodotto, in adeguata selezione in calici di quattro annate (dal più secco ai più dolci, 2002, 2004, 2006 e 2003) e relativi sapori, di alcuni dei maggiori produttori di Vin Santo del Chianti. Tali calici, non riportando indicazioni circa il marchio di vin santo contenuto, erano proposti semplicemente nella sequenza descritta per rendere l’esplorazione gustativa aperta e priva di qualsiasi condizionamento mentale, ben disposti sul tavolo “apparecchiato” con tutto l’occorrente per l’apprezzamento di questo binomio.

sigari cohiba e vinsanto del Chianti - il Forchettiere

Ma cosa accomuna due prodotti a prima vista così diversi? L’estrema attenzione nel ciclo produttivo, la scelta delle materie prime con zone di coltivazione estremamente ridotte e selezionate (terre del Chianti per l’uno; San Juan y Martínez e San Luis nella zona Vuelta Abajo, per il secondo), e processi produttivi che prevedono per entrambi invecchiamento ed affinamento del gusto con i rispettivi e distinti metodi per ottenere il gusto unico che contraddistingue queste due eccellenze.

sigari cohiba e vinsanto del Chianti - il Forchettiere

Il Piramides Extra presentato da Cohiba, un sigaro generoso che a differenza di altri figurados non è proposto in edizione limitata, è il primo che entra a far parte della produzione standard linea classica ed a fregiarsi della nuova anilla col marchio olografico. Il ventaglio di sapori offerto da questo Habanos è generosa e racchiusa in una fumata corposa e densa, che si evolve nei circa 60 minuti necessari alla sua degna conclusione. È un sigaro chiaramente di produzione completamente artigianale, confezionato da sapienti torcedor, i rollatori dalla pluriennale esperienza che lavorano nelle fabbriche cubane, e tanta cura emerge dalla perfezione del prodotto finito.

sigari cohiba e vinsanto del Chianti - il Forchettiere

La proposta del Consorzio Vino Chianti è stata una progressione di sapori dati dai differenti vinsanti che, dal primo all’ultimo, seguissero la variazione di note gustative del sigaro in esame durante l’evoluzione della fumata in modo da renderne sempre armonioso l’abbinamento. Ed in effetti, la scelta è stata azzeccata e mai stonata rispetto al sapore che il Piramides Extra elargiva nel tempo, donando alla fumata, dapprima più morbida seppur intensa per concludersi decisa e appagante, una variazione dolce ed inaspettatamente coinvolgente. In conclusione, gli appassionati del buon fumare potranno considerare un’abbinamento in più ai classici ed ormai consueti spiriti che accompagnano le loro fumate per il tempo lieto che vorranno dedicare alla loro passione. Un binomio di cui sicuramente sentiremo parlare ancora in futuro.

sigari cohiba e vinsanto del Chianti - il Forchettiere
La degustazione di sigari Cohiba è avvenuta alla presenza del presidente del Consorzio Giovanni Busi e dal direttore marketing Luca Alves, mentre per la parte Habanos erano presenti Gonzalo Villalba e Stefano Minoia, rispettivamente vicepresidente e responsabile commerciale di Diadema S.p.a. importatore ufficiale dei sigari Habanos.