Per tutti i weekend di novembre al Winter Garden del St. Regis Florence la “Chocolate Temptation”, un menù interamente a base di cioccolato Amedei

gentian shehi

Un inno al cioccolato di qualità: è la Chocolate Temptation, la nuova proposta del ristorante Winter Garden al St. Regis Florence in collaborazione con Amedei, eccellenza toscana specializzata nella produzione di cioccolato di alta qualità. Si tratta di un menù degustazione interamente a base di cioccolato, in scena ogni venerdi e sabato di novembre, dalle 19 alle 22.30, curato dall’executive chef Gentian Shehi e proposto a 140 euro a persona.

Chocolate Temptation

Il menù della Chocolate Temptation prevede una partenza con Tartare di gamberi, burrata e scaglie di cioccolato Fondente 70% Amedei Chuao, seguito da un Tagliolino al cacao, zucca e blu di bufala. Come secondo la carta propone un Petto di anatra in salsa dolceforte con cioccolato al 70% e rum.

Chocolate Temptation

Infine, mentre come dessert i commensali possono concedersi le Cupole di cioccolato bianco Amedei al tiramisù (foto in alto), oltre alla fine pralineria al cioccolato Amedei. E non è tutto, perché ogni domenica pomeriggio a novembre, dalle 15 alle 17.30, Afternoon tea con delizie al cioccolato (45 euro a persona).

Il dessert che compone la Chocolate Temptation è stato anche al centro della cena di presentazione del menù autunnale del Winter Garden, con Gentian Shehi che si è superato con i Bottoni di patate, crema tiepida Vichyssoise e caviale (foto in alto), in cui la sapidità di quest’ultimo è perfettamente funzionale all’equilibrio con la dolcezza delle patate.

Singolare anche il Cacciucco “My way” (foto in alto), una rivisitazione di Gentian Shehi in cui i singoli elementi della zuppa di pesce, cotti e crudi, sono portati in tavola nella loro essenzialità prima che il piatto venga completato con il pomodoro. Al netto dell’accostamento tra ostriche e sugo di pomodoro, idea brillante. E non è certo la prima, per lo chef albanese di nascita e pugliese d’adozione.

Articolo precedenteVino: nasce Generazione Sangiovese, le aziende toscane fanno squadra
Articolo successivoArriva Cracco Distillati: dopo la pizza, Carlo Cracco ci riprova con gli spirits
Marco Gemelli, classe 1978, sposato con due bimbi, giornalista professionista dal 2007, è membro della World Gourmet Society e dell'Associazione Stampa Enogastroagroalimentare Toscana. E’ stato redattore ordinario al quotidiano Il Giornale della Toscana, dove per anni si è occupato di cronaca bianca e nera, inchieste, scuola e università, economia, turismo, moda ed enogastronomia. In seno alla stessa testata è curatore dell’inserto semestrale Speciale Pitti Uomo. Oggi è un libero professionista: collabora con diverse testate – sia online che cartacee – nel settore degli eventi e delle eccellenze del territorio, in particolar modo nel campo enogastronomico. E’ coideatore del progetto “Le cene della legalità” (2013) e autore de “L’Opera a Tavola” (2014), nonchè fondatore del sito www.itrelforchettieri.it, embrione del Forchettiere.

1 COMMENT

Rispondi