boccaccesca_gastronomia
Preparate il palato, ‘che settecento anni sono un’occasione rara. Tanto è passato, infatti, da quando sir Giovanni Boccaccio nacque a Certaldo (Firenze). E se da quindici anni a questa parte il Comune onora il suo più illustre cittadino con Boccaccesca, tutto lascia prevedere che i due weekend dedicati alla kermesse – 21/22 e 28/29 settembre – saranno senza precedenti. Tutta la manifestazione sarà dedicata alla sua vita e alla sua opera, raccontando “Storie” di  gusto e ogni sera “Novelle” del Boccaccio.

Piazze e vie da percorrere senza fretta,  indugiando con lo sguardo sulla casa natale, concedendosi una sosta di storia e piacere assaggiando “ I luoghi del Boccaccio” grazie alla presenza della Campania con la Mozzarella Campana Dop di Caserta, l’Emilia-Romagna con i tortellini e la pasta fresca e infine la Francia con formaggi e Champagne. Al “Mercato di Boccaccesca” produttori e artigiani della Toscana e non solo a delimitare il perimetro del borgo medievale: accanto a cassette stracolme di verdure di stagione, architetture di barattoli di miele, piramidi di cipolle di Certaldo, peperoncini, pane e prodotti da forno, sottolii e conserve salate ma anche sfiziose ghiottonerie, l’ospite troverà anche l’artigianato locale.

1

Per completare il quadro enogastronomico, in un perfetto abbinamento vino-cibo, con il calice di Boccaccesca sarà possibile degustare i vini del Castello Banfi presenti all’enoteca. Vari saranno i punti di interesse culinario come l’iniziativa “Cucinando per la via” dedicata al cibo da strada, sarà inoltre possibile assistere a lezioni di cucina, cooking show e con “I Cettardini”  ogni sera in Limonaia il racconto di una Novella del Boccaccio.

Sabato 21 settembre

I più piccoli sabato 21 settembre potranno partecipare a numerosi laboratori didattici come l’iniziativa “Che gioia pasticciare” in programma alle ore 16 in Piazza SS Annunziata oppure  “A far la spesa con il cuoco” dove i bimbi, aspiranti cuochi, andranno al mercato con lo chef e dopo aver fatto spesa cucineranno insieme a lui, e ancora “ La frittatina per merenda” in Piazza Vittore Branca.

Non mancheranno “Dolci peccati” come il cioccolato per predisporre animo e palato, che scandiranno la vostra giornata insieme al gelato dell’Associazione Gelatai Fiorentini che alle ore 17 insegnerà come preparare il gelato con la frutta e nel finale “Stasera penso io all’antipasto” per preparare in maniera semplice tartine e crostini.

Inoltre in Piazza Vittore Branca “Il negozio di Vetrina Toscana” con le botteghe che presentano le eccellenze a Km zero.

Boccaccesca è anche musica, durante la kermesse gli ospiti saranno accompagnati dalle note di gruppi musicali che si esibiranno in più postazioni del borgo per rendere omaggio al famoso jazzista Scott Hamilton che potremo ascoltare sabato 21 settembre nel cortile di Palazzo Pretorio alle ore 19.

1519574-chef_itinerante

Domenica 22 settembre

Questa edizione di Boccaccesca vedrà numerosi ospiti e chef di fama nazionale aderenti a “Vetrina Toscana”, che promuove ristoranti e botteghe dediti ai prodotti tipici del territorio, così sarà per l’appuntamento “Vetrina Toscana è donna” con grandi interpreti al femminile della cucina toscana come Deborah Corsi, Maria Probst, Beatrice Segoni e Sara Conforti. Alle ore 16 il convegno “Il cibo e l’eros: seduzione a tavola” con Alex Revelli Sorini (autore Rai),  Fabio Picchi (patron del Cibreo), Roberto Bastianoni (fotografo).

A coronamento dell’importante appuntamento di quest’anno il “Premio Boccaccesca” viene assegnato a Gianna Nannini, grande novellatrice del XXI secolo, e che sarà consegnato da Cristina Scaletti  Assessore alla Cultura, Commercio e Turismo della Regione Toscana. La cerimonia di premiazione è in programma alle ore 17 in Piazza SS Annunziata.

Per le vie del borgo si svolgeranno numerose iniziative come “La Madia di Boccaccesca” a cura della cuoca di famiglia Anna Brutini, si potrà assistere alla presentazione del libro “Pane Toscano” di Ornella D’Alessio e novità di questa edizione “ Collage d’artista” con Elisabetta Rogai, Alain Bonnefoit e Giovanni Maranghi che si esibiranno in un piatto a più mani.

Sabato 28 settembre

Ancora performance nel week-end successivo come lo spettacolo di letture a cura del critico enogastronomico Leonardo Romanelli dal titolo “Eros, vino e passione” . Piazza SS Annunziata avrà una postazione per lo “Chef itinerante” vedrà protagonista Pietro Vattiata- Palazzo Blu di Pisa, in Piazza Vittore Branca invece con  “I segreti dello chef” sarà realizzato un piatto grazie a Massimo Rossi – Il Belvedere di Monte San Savino e Maria Campagna – Oreste Campagna di Legri , e ancora il “Premio Chichibio” dove gli allievi della Scuola alberghiera Enriques di Castelfiorentino faranno una dimostrazione di cucina sulle varie tecniche di lavoro.

Annamaria Tossani, elegante e raffinata conduttrice del programma Aspettando il TG di Italia7, intervisterà i nostri ospiti che cucineranno con ingredienti doc e  molto talento. Torna la novità in rete “FaceChef”, il concorso proposto attraverso facebook e rivolto a tutti coloro che si dedicano ai fornelli ma non sono cuochi e dove il vincitore si esibirà alle ore 17.30 in Piazza SS Annunziata.

“Premio speciale Boccaccesca” a Roberto Bastianoni che ha fatto della cipolla di Certaldo un’opera d’arte in programma alle ore 20.00 in Palazzo Pretorio.

Domenica 29 settembre

Ingrediente principale di questa edizione la presentazione del libro “I cuochi del Decameron” realizzato in onore dell’opera del Boccaccio al quale hanno partecipato alcuni dei più grandi cuochi toscani ospiti delle varie edizioni di Boccaccesca e aderenti alla rete di “Vetrina Toscana”:

Sara Conforti –  Osteria del Vicario – Certaldo (FI)
Marco Stabile – Ora d’Aria- Firenze
Paolo Tizzanini – Acquolina- Terranuova Bracciolini ( Ar)
Emanuele Vallini – La Carabaccia – Bibbona ( Li)
Luciano Zazzeri – La Pineta- Marina di Bibbona ( Li)
Maria Probst – La Tenda Rossa- Cerbaia in Val di Pesa (Fi)
Beatrice Segoni – Borgo San Jacopo- Firenze
Stefano Pinciaroli – PS- Cerreto Guidi ( Fi)
Gaetano Trovato – Arnolfo- Colle Val d’Elsa ( Fi)
Deborah Corsi – La Perla del Mare- San Vincenzo ( Li)

Per l’occasione nel pomeriggio si svolgerà l’iniziativa “ Un cuoco del Decameron” che presenterà una ricetta del libro e dove sarà possibile prenotare la degustazione gratuita fino ad un massimo di 20 persone.

Per Claudia Palmieri Direttore Artistico della manifestazione: “Boccaccesca è in festa. Il centenario dell’ illustre poeta, da cui ha preso orgogliosamente il nome, e il traguardo della sua XV edizione sono la spinta a far sì che possa mostrarsi in tutta la sua bellezza e la sua voglia di coinvolgere il pubblico in un’edizione speciale. Inoltre Giovanni Boccaccio sarà il protagonista assoluto di Boccaccesca e vogliamo rendergli omaggio dedicando ogni attività ad uno spaccato della sua vita o della sua opera”.

“ Boccaccesca è un evento che promuovere non solo i prodotti locali ma valorizza l’intero territorio, ha dichiarato Giacomo Cucini Assessore alla Cultura del Comune di Certaldo . Intendiamo con forza rilanciare la manifestazione su cui puntiamo molto come uno degli appuntamenti più importanti dell’anno. Boccaccesca infatti è una vetrina ed un incentivo allo sviluppo per le aziende e le attività commerciali coinvolte oltre ad influenzare positivamente il turismo. Con il settimo centenario del Boccaccio poi si rafforza il messaggio culturale della manifestazione proiettata a valorizzare le nostre eccellenze”.

Previous articleIn libreria (virtuale) “Semplicemente pesce” di Diego Vezzaro
Next articleCronache da Firenze: “Io… vedo la carne morta” (op. cit.)
Marco Gemelli
Marco Gemelli, classe 1978, sposato con due bimbi, giornalista professionista dal 2007, è membro della World Gourmet Society e dell'Associazione Stampa Enogastroagroalimentare Toscana. E’ stato redattore ordinario al quotidiano Il Giornale della Toscana, dove per anni si è occupato di cronaca bianca e nera, inchieste, scuola e università, economia, turismo, moda ed enogastronomia. In seno alla stessa testata è curatore dell’inserto semestrale Speciale Pitti Uomo. Oggi è un libero professionista: collabora con diverse testate – sia online che cartacee – nel settore degli eventi e delle eccellenze del territorio, in particolar modo nel campo enogastronomico. E’ coideatore del progetto “Le cene della legalità” (2013) e autore de “L’Opera a Tavola” (2014), nonchè fondatore del sito www.itrelforchettieri.it, embrione del Forchettiere.