Toscana da Bere, viaggio tra i cocktail bar della regione: il Club Nautico Marina di Carrara

Torna Toscana da bere, il viaggio tra i cocktail bar del Granducato: da un’idea di Federico Bellanca, ogni settimana passiamo in rassegna i luoghi del “bere bene” miscelato. Oggi andiamo a Marina di Carrara per scoprire il bar del Club Nautico

Recita un adagio: “Il mare è una malattia al contrario: se la fai da bambino, poi non guarisci più”. Niente è più vero: chi ama il mare lo cerca tanto in inverno quanto d’estate, passeggia sulla spiaggia di notte per ascoltarne il respiro e ci si siede di fronte di giorno per goderne i colori. Chi ama il mare lo cerca anche quando è lontano, ne cerca il sapore nei piatti di pesce e il suono all’interno delle conchiglie.

Davide Garazzini il mare a Milano lo sognava tutto l’anno, da studente dell’alberghiero e nelle cucine in cui lavorava da ragazzo. Continuò a pensarci anche quando incontrò l’altro grande amore della vita, il bartending, che lo portò a cambiare strada e imporsi dietro il bancone, lavorando in strutture importanti come il Diana Sheraton.

Club Nautico (Marina di Carrara)

Una carriera fulminante, cui affianca il ruolo di istruttore per “3F american bartender school” ed eventi in giro per l’Italia. Ma il mare era sempre nei suoi pensieri, e nel 2008 si trasferisce sulla costa a lavorare in Liguria (Grecale prima, Pazza Idea a Sarzana poi), come responsabile del bar, dove inizia anche a fare consulenze per distribuzioni beverage importanti come Timossi, poi in Toscana, a Marina di Carrara, dove con Emiliano Babbini prende in mano il Bar del Club Nautico.

Club Nautico (Marina di Carrara)

Nonostante il nome possa far pensare a un locale “members only” in realtà questo bar accoglie i carrarresi dalla colazione agli aperitivi. La proposta del locale parte dalla miscelazione classica ma offre varianti speciali dei cocktail più noti, grazie a una carta degli Spritz, una dei Negroni, una dei Gin Tonic e una sezione signature d’autore.

 Club Nautico (Marina di Carrara)

Lo staff del locale, ad alto tasso di quote rosa (con Davide e Emiliano lavorano Elenora Ussi, Mara La Rocca, Giulia Lorenzini e Marianna Bernacca), valorizza il territorio anche grazie a una bottigliera con doppia anima tosco-ligure, come la terra dove sorge. Un locale da provare, per riscoprire sorseggiando un aperitivo al tramonto quell’amore per il mare a cui poeti, bartender e marinai non riescono a resistere.

Non è da tutti avere un Vermouth con il proprio nome. Il Garazzino, nato nel 2015 dalla collaborazione di Davide con Timossi è un prodotto studiato al’ “antica” in modo che oltre che in miscelazione si possa gustare come digestivo o ghiaccio. L’etichetta ritrae il bartender in costume da bagno anni ’20 come se fosse un fumetto, e richiama il collegamento al mondo del vino tramite la bottiglia.

Federico Bellanca

Federico Bellanca

Federico Silvio Bellanca, nato l’ultima settimana del 1989 a Fiesole, reputa se stesso la risposta alla domanda di Raf “cosa resterà di questi anni 80”, e si crede simpatico ogni volta che fa questa battuta. Specialista in Marketing del settore Beverage, ha lavorato in quest'ambito per alcuni anni (soprattutto sul mercato francese), per poi passare a ruoli di responsabilità nelle vendite in diverse aziende spaziando dal vino alla birra fino ai prodotti food. Stregato dal fascino del giornalismo ha cominciato a scrivere per riviste tecniche nel 2015, prima su GDOnews e successivamente su Beverfood.com. A fine 2017 inizia a scrivere su il Forchettiere per raccontare la passione di tutti i protagonisti della ristorazione incontrati mentre cercava dati di mercato e trend di marketing. Ama i cocktail in cui gli ingredienti sono creati del bartender, i ristoranti che non fanno razzismo regionale nei vini e tutto quello che viene servito crudo o quasi. Odia i sorrisi forzati nelle foto , gli appassionati morbosi di un singolo prodotto e scrivere di se stesso in terza persona nelle biografie perché non riesce a farlo troppo seriamente…

Be first to comment

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.