Non solo uova di cioccolato: chi ha davanti a sé un computer (e qualcosa mi dice non siate pochi…) potrà divertirsi a scovare le Easter egg (Uova di Pasqua in inglese, appunto) anche dentro il suo computer. Ecco dove:

1-Master-Image-+-OH-copy1-664x374

Niente cioccolata, ma almeno la sorpresa è garantita. Probabilmente molti di voi non lo sanno, ma all’interno del pc che state usando proprio adesso si trovano delle “uova di Pasqua” (in inlgese Easter eggs) che aspettano solo di essere trovate. Un po’ come un virus, ma totalmente innocuo. Si tratta di un contenuto, di solito di natura divertente o bizzarra, che gli sviluppatori di un software nascondono nel programma stesso: spesso il contenuto del’uovo è slegato dai temi e dalle funzioni del software, ed è pensato come divertissement per i programmatori, che sfidano gli utenti a trovare la loro “firma” (in molti casi posta all’insaputa della stessa azienda).

go1

Paragonabili ad un cameo nel mondo cinematografico, un classico esempio di “Easter egg” sono inseriti all’interno di videogames – non a caso il termine venne coniato da Steve Wright della Atari alla fine degli anni Settanta – o programmi, ed attivabili mediante la pressione di combinazioni di tasti in molte versioni di Microsoft Excel o altri prodotti Office. L’ultimo caso di uovo di pasqua virtuale è stato al centro dell’ultimo film di Steven Spielberg, “Ready Player One” (2018).

Eccone alcuni (fonte Wikipedia):

  • Microsoft Word 97: in un documento nuovo, scrivere la parola Blue. Quindi selezionarla, accedere alla voce Carattere del menu Formato e impostarla sul colore blu e in stile grassetto. Adesso, deselezionare la scritta, posizionare il cursore in fondo ad essa e premere il tasto spazio. Infine, accedere alla finestra di informazioni di “Informazioni su Microsoft Word” del menu ?, premere Ctrl eShift insieme, quindi cliccare sul banner di Word. Adesso apparirà un simpatico flipper.
  • Microsoft Word 2007: con la stessa formula (“=rand (x,99)” + invio) si ottiene un frammento della guida in linea del programma ripetuto x volte.
  • New Super Mario Bros. Wii: prendendo 99 vite, nel successivo livello Mario non ha più il cappello; se però si torna a 98 vite, riappare al suo posto.
  • New Super Mario Bros.: premendo il tasto START sulla mappa e successivamente in ordine preme L-R-L-R-X-X-Y-Y, la mappa non sarà più navigabile, proprio come in Super Mario Bros. per NES.
  • Grand Theft Auto 4: se ci si dirige con un elicottero sulla cima della Statua della libertà, ci si abbassa un po’ e poi ci si lascia cadere leggermente, si atterrerà su un terrazzo inaccessibile salendo da terra. Se si entra in una porta e poi si sale una scala successivamente, arrivati in cima, si vedrà un gigantesco cuore tenuto con delle catene che pulsa e batte.
  • Grand Theft Auto – San Andreas: Se ci si dirige vicino all’area 51, è possibile trovare una grossa buca con all’interno un mucchio di cadaveri in sacchi neri. Vicino a questa fossa è parcheggiato un bulldozer Bobcat, probabilmente utilizzato per trasportare i corpi.
  • Grand Theft Auto – Vice City: dirigendosi all’isola con gli studi cinematografici, e imboccando il ponte che porta a ovest, alla fine del ponte, sulla destra, si troverà un grattacielo appartenente a una testata giornalistica, con un eliporto sul tetto. Basta avvicinarsi all’ingresso per salirci e, una volta in cima, dirigersi verso l’unico angolo della piattaforma che quasi tocca la parete di un grattacielo vicino. Una delle finestre di tale grattacielo è finta, nasconde una stanza, basta saltarci dentro dal bordo dell’eliporto per accedervi. All’interno c’è, su di un piedistallo, un uovo di Pasqua con scritto “Happy Easter”.
  • Grand Theft Auto – Vice City Stories: eseguendo la stessa procedura sopra descritta, si tornerà nella stessa stanza con l’uovo; ma dato che il gioco è ambientato qualche anno prima di “Vice City”, l’uovo sarà ancora in costruzione.
  • Mozilla Firefox: Digitando nella barra dell’indirizzo about:mozilla. Comparirà un versetto tratto da Il Libro di Mozilla, a seconda della versione del browser. Altri versetti sono presenti in tutte le versioni di Netscape Navigator. Nella versione Firefox 3 digitando nella barra dell’indirizzo about:robots comparirà un messaggio di saluto da parte dei Robot: Gort! Klaatu barada nikto!.
  • OpenOffice.org dalla 2.0.4: Aprire il programma Calc di OpenOffice.org e, in una cella qualsiasi, digitare =game(). In questa cella comparirà la scritta say what? mentre nella barra della formula apparirà =GAME(). A questo punto bisogna scrivere all’interno delle parentesi “StarWars” in modo che nella barra della formula compaia la scritta =GAME(“StarWars”). Si avvierà un gioco molto simile a Space Invaders. Da notare che se si chiude il gioco e si ripete la stessa procedura, il gioco non si avvierà ma nella cella comparirà il messaggio oh no, not again!. Per riavviare il gioco, chiudere Calc e rieseguire la procedura.
  • Opera: Scrivere nella barra degli indirizzi /. e si verrà indirizzati a http://slashdot.org/. Il nome slashdot infatti significa Slash punto.
  • Ratchet & Clank 3: ottenendo tutti i trofei del gioco, si aprirà la porta presente nell’astronave Fenice, contenente un teletrasportatore per il Museo Insomniac. In esso sono contenuti molti elementi di gioco e progetti tagliati poi nella versione finale del videogame e molte altre curiosità. In alternativa, si può raggiungere il museo anche su Metropolis: basta raggiungere il secondo edificio appena si inizia il livello e da esso girare a sinistra; si raggiungerà un altro edificio e, nella parte sinistra di questo, sarà presente un teletrasportatore perennemente guasto. Regolando l’orologio interno dellaPlaystation 2 su un orario compreso tra le tre e le quattro di notte, il teletrasportatore si attiverà.
  • Riven: il seguito di Myst: cliccando alcuni pulsanti nascosti (dopo aver prima cliccato in ordine alcuni punti particolari nel gioco) si potranno visualizzare degli easter egg, come ad esempio una performance lirica di Ghen o un ponte nel cielo.
  • Facebook: un effetto lente ad ogni successivo click, attivabile usando il cosiddetto Konami Code.
  • Netlog: sempre con il Konami Code (premere velocemente in successione le frecce Su, Su, Giù, Giù, Sinistra, Destra, Sinistra, Destra, B, A) apparirà un drago verde all’inizio della schermata intento a mangiarsi la “O” di Netlog.
  • Mortal Kombat IX: giocando nella modalità “Kripta” è possibile che un mostro salti fuori all’improvviso lanciando un urlo.
  • Halo: Combat Evolved: Nell’ultimo livello di gioco se si prende una strada secondaria si vedrà un alieno che non attaccherà e dira “Fortuna che sulla nave ci sarà qualcosa da bere..perché mi è venuta proprio una gran sete!”
  • Adventure Time : Nel primo episodio della serie (La morte dei morti dolcetti) si può intravedere uno zombie con la forma di Finn. Sempre nella stessa serie è visibile una volta per ogni episodio una lumaca che saluta.
  • Halo 3: Nel primo livello della campagna, nascosta fra le rocce si trova una famiglia di piccole scimmie con i volti degli sviluppatori della Bungie.
  • Fifa 11: Alcuni giocatori, nel replay, se visti da lontano hanno una capigliatura, invece, se visti da vicino ne hanno un’altra.
  • Sacred: Se da Drakenden si va dietro la stalla attraverso la foresta si troverà un laghetto con delle pietre disposte in modo da formare la parola “Jason”, in ricordo di Jason, il film.
  • Solitario 🙁Windows Xp) premere Alt + Shift+ 2 (non sul tastierino numerico) e le carte inizieranno a saltare.
  • Pinball :(sempre Windows Xp) digitare “hidden test” (lasciando uno spazio): si potrà muovere la pallina con il mouse.
  • YouTube: Se, mentre appare il messaggio “Caricamento in corso” con il cerchio animato in rotazione,, si preme la freccia in alto, il video partirà normalmente, ma l’icona del caricamento si trasformerà in un piccolo serpente, e si potrà giocare a una versione del gioco Snake. Non funziona sugli smartphone (come quelli con sistema Android o Windows Mobile).
  • Spore: se, nella schermata iniziale della demo “Creature Creator”, la galassia viene fatta ruotare velocemente si può notare la comparsa della faccia di Will Wright, l’ideatore del gioco. Se la stessa operazione viene fatta nella versione completa del gioco appiariranno le foto dei principali sviluppatori del gioco.
  • Mac OSX: Usando il terminale digitando “emacs”, premendo INVIO, ESC, x, e scrivendo doctor si potrà chattare con uno psicologo virtuale. Al posto di doctor si può digitare anche snake o tetris per giocare ai famosi giochi.
  • Galaxy Nexus: Cliccando ripetutamente sulla scritta versione presente nel menù Impostazioni sotto Info sul Telefono, uscirà un Androide e dopo partirà un breve filmato.[2]
  • Super Mario Bros. X 1.3: sulla finestra NPC’s a sinistra compaiono pulsanti per far uscire gli NPC da un uovo o dall’ erba. se però non si clicca nulla (o si va in una scheda della finestra dove non è cliccato nulla, ad esempio se stai su SMW vai su SMB3) e si preme yes su Lakitus e si mette il lakitu nel livello quando lo si testerà se mentre giochi vai su NPC’s comparirà un scheda della finestra con il titolo: Lakitu are throwing Lakitus! (Lakitu lancia i Lakitu) e compariranno degli NPC segreti (il guscio del boss senza il boss dentro, palle di fuoco di Bowser senza Bowser, bolle vuote, ecc.), infatti tutte le schede come SMB3, SMW, Misc ecc. non sono premute.
  • Google: Scrivendo nella barra di ricerca “BINARY” e cercandolo su google, i risultati della ricerca verranno scritti in codice binario.
  • Assassin’s Creed 2 andando alla tomba della visitazione e dopo aver tirato la leva, aspettando che ritorni su e ripetendo l’operazione apparirà un tentacolo di kraken
  • Pixar in tutti i film della Pixar appare il furgoncino del PizzaPlanet, la scritta A113 e un Topolino nascosto (nonché altri personaggi sempre della Pixar).
  • YouTube: Scrivendo “do the harlem shake” nella barra della ricerca, l’intera pagina si animerà a ritmo della canzone.
Articolo precedenteL’inchiesta – Grappa, l’equilibrio che nasce dalla povertà (2)
Articolo successivoChianti Classico, ecco il “braccio armato” per fare marketing
Marco Gemelli
Marco Gemelli, classe 1978, sposato con due bimbi, giornalista professionista dal 2007, è membro della World Gourmet Society e dell'Associazione Stampa Enogastroagroalimentare Toscana. E’ stato redattore ordinario al quotidiano Il Giornale della Toscana, dove per anni si è occupato di cronaca bianca e nera, inchieste, scuola e università, economia, turismo, moda ed enogastronomia. In seno alla stessa testata è curatore dell’inserto semestrale Speciale Pitti Uomo. Oggi è un libero professionista: collabora con diverse testate – sia online che cartacee – nel settore degli eventi e delle eccellenze del territorio, in particolar modo nel campo enogastronomico. E’ coideatore del progetto “Le cene della legalità” (2013) e autore de “L’Opera a Tavola” (2014), nonchè fondatore del sito www.itrelforchettieri.it, embrione del Forchettiere.

1 COMMENT

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.