Torna il 29 e 30 maggio Cantine Aperte: l’appuntamento per i wine lovers prevede in Toscana un omaggio a Dante con letture e concerti tra i filari

dante in vigna

Quest’anno l’enoturismo made in Tuscany avrà come filo conduttore le celebrazioni dei 700 anni dalla morte del Sommo Poeta. Dante in Vigna è infatti il leitmotiv scelto da Movimento Turismo del Vino Toscana per celebrare le attività che da maggio a dicembre porteranno gli appassionati a tornare in cantina. E la prima occasione sarà proprio il ritorno di Cantine Aperte, il celebre appuntamento per i wine lovers che il 29 e 30 maggio tornerà anche nelle cantine toscane. «E’ stata una decisione che abbiamo dovuto prendere all’ultimo momento date le normative Covid, ma ce l’abbiamo fatta – spiega il presidente del Movimento Turismo del Vino Toscana, Emanuela Tamburini – in realtà non ci siamo mai fermati e proprio per quest’anno abbiamo pensato di promuovere tutti i nostri eventi dedicandoli a Dante, in vigna ovviamente, continuando la collaborazione con la Scuola Internazionale Comics di Firenze».

In occasione dell’anniversario della morte di Dante Alighieri, tutti gli eventi promossi dalla Cantine di MTV Toscana saranno come detto legati al tema di Dante e dando vita al più grande evento diffuso di Dante in Vigna. Si tratta di una campagna che parte dalla Toscana per raccontare la vigna e Dante in occasione di questa importante ricorrenza. Da degustazioni abbinate a letture di brani della Divina Commedia tra i filari a eventi legati al vino rosso che rappresenta l’Inferno, rosa il Purgatorio e bianco il Paradiso. Inoltre pic nic, trekking e attività per i bambini. Una campagna con video emozionali sta per partire sui canali on line e non solo di MTV Toscana. Inoltre continua la collaborazione con la Scuola Internazionale Comics di Firenze che per l’occasione ha disegnato la grafica dell’evento, a partire dal logo fino all’immagine simbolo che vede Dante ispirarsi ai suoi testi tenendo in mano un calice di vino toscano.

dante in vigna

Sono i due eventi che caratterizzeranno l’enoturismo in Toscana. In particolare il format di Cantine Aperte, ormai un must, tornerà in presenza (nel 2020 non c’era stato per la pandemia) dal 29 al 30 maggio. In questa occasione le cantine organizzeranno programmi speciali. Vigneti Aperti è invece la novità dell’anno, pensata soprattutto per dare la possibilità di spalmare le tradizionali attività nel corso di tutto l’anno. Dal 1 maggio fino a novembre infatti le cantine socie del Movimento Turismo del Vino Toscana organizzeranno eventi di vario tipo.

Rispondi