“Di che vino sei?” (ed. Giunti): gli archetipi di Filippo Bartolotta tra Jung e Weber

IMG_5322

Il giornalista e sommelier Filippo Bartolotta è l’autore di “Di che vino sei?” (ed. Giunti), in cui suggerisce al lettore il vino su misura per i propri gusti e il proprio carattere, ricorrendo all’analogia con una serie di personaggi a cavallo tra gli archetipi junghiani e i tipi ideali weberiani

"Di che vino sei?" (ed. Giunti): gli archetipi di Filippo Bartolotta tra Jung e Weber

Così parlò Bartolotta, parafrasando un celebre libro di Luciano De Crescenzo. Battute a parte, il giornalista e sommelier toscano Filippo Bartolotta – l’uomo che ha fatto bere vino a Barack Obama in scarpe da tennis, come ci ha raccontato qui – è l’autore di un libro che ha tutte le carte in regola per diventare una delle eno-letture dell’estate, sia per la (solo apparente) leggerezza del tema trattato sia per la capacità di coinvolgere il lettore spingendolo a un’operazione di immedesimazione e analisi mai sopra le righe. Una volta tanto, un libro che parla di vino, vigna, tannini e terroir liberandosi dai canoni visivi/olfattivi/gustativi a cui siamo da sempre abituati, e ci restituisce un’idea del piacere che è soggettiva e non oggettiva.

"Di che vino sei?" (ed. Giunti): gli archetipi di Filippo Bartolotta tra Jung e Weber

Amico, collega dal raffinato eloquio nonché naso e palato di elevata fattura, nelle pagine del volume Filippo spiega come scegliere il “vino giusto”, quello che – in base alle sue caratteristiche e al palato di chi legge – è in grado di intonarsi nella maniera migliore ai gusti e alle preferenze di ognuno. Un po’ come se fosse un abito sartoriale, calzato sulla pelle. Un esempio? In base alle definizioni e ai test presenti nel volume, al lettore potrà piacere di più un vino che rifletta la generosità e il senso di nutrimento dell’Angelo custode oppure la forza e la resilienza del Guerriero o ancora l’inesauribile desiderio di conoscere e imparare del Saggio. Come in un gioco, insomma, “Di che vino sei?” va alla scoperta di 12 archetipi junghiani (o dei tipi ideali di Max Weber, se preferite) e aiuta a trovare il vino ideale di ognuno. In altre parole, dimmi che vino bevi e Filippo Bartolotta ti dirà chi sei.

"Di che vino sei?" (ed. Giunti): gli archetipi di Filippo Bartolotta tra Jung e Weber

Di che vino sei?
Giunti Editore | collana Reference di Enogastronomia
176 pagine | € 12,90

— 

FILIPPO BARTOLOTTA

Toscano di origini ma con il passaporto e un cavatappi sempre in tasca, dopo migliaia di assaggi per la guida dei Vini d’Italia dell’Espresso e “Decanter Magazine UK”, per cui ancora scrive, Filippo Bartolotta è oggi uno dei più conosciuti ambasciatori del vino italiano nel mondo. Wine educator e sommelier, tiene lezioni e corsi in cui ama combinare divertimento e conoscenza del vino. Con Le Baccanti Tours ha realizzato per tre anni il road show The Amazing Italian Wine Journey che lo ha portato anche nelle cucine della Casa Bianca e nelle prestigiose sale del Metropolitan Museum di New York. Di recente è salito agli onori della cronaca come l’esperto che “ha fatto bere nove vini agli Obama”; tra i suoi amici di vino Dustin Hoffman, Malkovich, Emma Thompson e altre celebrities. www.filippobartolotta.com

Marco Gemelli

Marco Gemelli, classe 1978, sposato con due bimbi, giornalista professionista dal 2007, è membro della World Gourmet Society e dell'Associazione Stampa Enogastroagroalimentare Toscana. E’ stato redattore ordinario al quotidiano Il Giornale della Toscana, dove per anni si è occupato di cronaca bianca e nera, inchieste, scuola e università, economia, turismo, moda ed enogastronomia. In seno alla stessa testata è curatore dell’inserto semestrale Speciale Pitti Uomo. Oggi è un libero professionista: collabora con diverse testate – sia online che cartacee – nel settore degli eventi e delle eccellenze del territorio, in particolar modo nel campo enogastronomico. E’ coideatore del progetto “Le cene della legalità” (2013) e autore de “L’Opera a Tavola” (2014), nonchè fondatore del sito www.itreforchettieri.it, embrione del Forchettiere. Gestisce infine un Bed & Breakfast a Firenze (www.damilaflorence.com).

Be first to comment

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.