Gli “spirits” toscani mercoledì 31 luglio in mostra a Marina Cala de’ Medici a Rosignano (Livorno) per la prima edizione di “Drink’n’Tuscany”, la rassegna organizzata da Tuscan Spirits per valorizzare le eccellenze della mixology regionale

Tuscan Spirits, la neonata associazione dei liquori e dei distillati non va in vacanza, anzi! Il gruppo dei produttori, accomunati dai valori tipici del made in Tuscany e dalla volontà di far del “bere a Km0“ una bandiera sempre più condivisa nei bar della regione, arriva a Marina Cala dei Medici (Rosignano) con una giornata-evento imperdibile, il primo “Drink’n’Tuscany”. Il 31 Luglio infatti dalle 16 alle 23 sarà possibile testare gratuitamente agli stand della manifestazione le eccellenze del territorio toscano, e scoprire di più sul mondo dei cocktail grazie ad un ricco programma a base di workshop ed aperitivi e un ad un palco ricco di ospiti che intratterranno lungo il corso della giornata.

Alla presentazione del libro “Toscana da Bere”, seguiranno approfondimenti sulla storia della miscelazione e della liquoristica nella nostra regione, ad opera di Daniele Cancellara (Bar manager di Rasputin, il famoso secret bar fiorentino), Julian Biondi (bartender e giornalista), Paolo Ponzo (storico del bar), Luca Pirola (creatore di Gin Day e Aperitivi&co) e Luca Angeli (Four Seasons Hotel Milano).

Una giornata che si concluderà con After Party presso Astragalo Castiglioncello, un evento dove il prodotto del territorio avrà una volta ancora modo di mettersi in mostra, all’interno di una serata spensierata e divertente. Per chi volesse provare i prodotti toscani anche a casa infine, dal 25 Luglio, la Piazza del Borgo di Marina Cala De’ Medici ospiterà il temporary shop delle eccellenze del beverage Toscano, che per un mese darà la possibilità a turisti ed appassionati di acquistare queste bottiglie e di scoprire tutte le sfumature dell’eccellenza nostrana anche nel mondo della miscelazione.

Previous articleDa Curri a Shehi, ecco i cinque migliori chef albanesi che lavorano in Toscana
Next articleFiumicino, nel weekend “Un Mare diVino” con bianchi, rosé e bollicine del Lazio
Federico Bellanca
Federico Silvio Bellanca, nato l’ultima settimana del 1989 a Fiesole, reputa se stesso la risposta alla domanda di Raf “cosa resterà di questi anni 80”, e si crede simpatico ogni volta che fa questa battuta. Specialista in Marketing del settore Beverage, ha lavorato in quest'ambito per alcuni anni (soprattutto sul mercato francese), per poi passare a ruoli di responsabilità nelle vendite in diverse aziende spaziando dal vino alla birra fino ai prodotti food. Stregato dal fascino del giornalismo ha cominciato a scrivere per riviste tecniche nel 2015, prima su GDOnews e successivamente su Beverfood.com. A fine 2017 inizia a scrivere su il Forchettiere per raccontare la passione di tutti i protagonisti della ristorazione incontrati mentre cercava dati di mercato e trend di marketing. Ama i cocktail in cui gli ingredienti sono creati del bartender, i ristoranti che non fanno razzismo regionale nei vini e tutto quello che viene servito crudo o quasi. Odia i sorrisi forzati nelle foto , gli appassionati morbosi di un singolo prodotto e scrivere di se stesso in terza persona nelle biografie perché non riesce a farlo troppo seriamente…