Da venerdì 6 a domenica 8 dicembre in scena alla Fortezza la rassegna Enogastronomica 2019, con 22 cooking show (13 pizzaioli e 9 chef). Ecco il calendario e come partecipare

enogastronomica 2019

Una media di oltre 7 cooking show al giorno, per un weekend in cui tra piatti e pizza ci sarà da leccarsi i baffi (o le dita, per chi non ne fosse dotato). Al piano attico del padiglione Spadolini della Fortezza da Basso – quello che già durante la Mostra dell’Artigianato è destinato alla gastronomia, quindi dura sbagliarsi… – va in scena da venerdì 6 a domenica 8 dicembre Enogastronomica 2019, la settima edizione della manifestazione organizzata da Confesercenti Firenze in collaborazione con Cia Toscana Centro, Legacoop Toscana, Consorzio Vino Chianti e Fisar Firenze, col contributo della Camera di Commercio di Firenze e il patrocinio di Comune di Firenze, Città Metropolitana, Regione Toscana e Vetrina Toscana.

enogastronomica 2019

Fino a domenica 8 dicembre addetti ai lavori, curiosi e appassionati possono approfittare delle degustazioni di olio e vino guidate curate da Leonardo Romanelli, delle masterclass sui cocktail curate da Paolo Ponzo dei cooking show (inclusi quelli sulla pizza) condotti dal sottoscritto. Ben 9 chef di fama e 13 pizzaioli si alterneranno nelle due aule dedicate, per un pubblico di max 50 persone, mentre le altre ospiteranno – con l’aiuto dei sommelier F.I.S.A.R. – il racconto di alcuni dei vini e degli oli più interessanti del panorama toscano. Allo stesso tempo l’Università della Birra terrà corsi ad hoc.

enogastronomica 2019

Ecco, allora, il calendario dei cooking show di Enogastronomica 2019: cliccando sul link è possibile prenotare un posto per essere sicuri di non perderseli

VENERDÌ 6 dicembre
ore 14,30 cooking show della chef Deborah Corsi (Aula Magna)
ore 14,30 pizza cooking show di Carmine Salzano (Aula delle Esperienze)
ore 16 pizza cooking show di Gabriele Dani (Aula delle Esperienze)
ore 18 cooking show dello chef Gentian Shehi (Aula Magna)
ore 18 pizza cooking show di Mario Cipriano (Aula delle Esperienze)
ore 20 cooking show della chef Beatrice Segoni (Aula Magna)
ore 20 pizza cooking show di Marco Manzi (Aula delle Esperienze)
ore 21.30 masterclass sul vermouth toscano (Aula Vino)

SABATO 7 dicembre
ore 12,30 cooking show dello chef Ardit Curri (Aula Magna)
ore 12,30 pizza cooking show di Giovanni Santarpia (Aula delle Esperienze)
ore 16,30 pizza cooking show di Romualdo Rizzuti (Aula delle Esperienze)
ore 18 cooking show dello chef Andrea Perini (Aula Magna)
ore 18 pizza cooking show di Matteo Aloe (Aula delle Esperienze)
ore 20 cooking show dello chef Stefano Pinciaroli (Aula Magna)
ore 20 pizza cooking show di Michele Viceconte (Aula delle Esperienze)
ore 21,30 masterclass sul Negroni made in Tuscany (Aula Vino)
– ore 21,30 masterclass sul Saké
ore 21,30 pizza cooking show di Gabriele Tonti (Aula delle Esperienze)

DOMENICA 8 dicembre
ore 12,30 cooking show della chef Maria Probst (Aula Magna)
ore 12,30 pizza cooking show di Michele Leo (Aula delle Esperienze)
ore 16,30 pizza cooking show di Donato Menechella (Aula delle Esperienze)
ore 18 cooking show dello chef Edoardo Tilli (Aula Magna)
ore 18 pizza cooking show di Alfonso Vitale (Aula delle Esperienze)
ore 20 cooking show dello chef Cristian Borchi (Aula Magna)
ore 20 pizza cooking show di Pierluigi Madeo (Aula delle Esperienze)

Previous articleSante Collesano, l’oste fiorentino che fu precursore della cucina semplice
Next articlePonte Vecchio, su Facebook offese e minacce a un turista per il conto troppo salato
Marco Gemelli
Marco Gemelli, classe 1978, sposato con due bimbi, giornalista professionista dal 2007, è membro della World Gourmet Society e dell'Associazione Stampa Enogastroagroalimentare Toscana. E’ stato redattore ordinario al quotidiano Il Giornale della Toscana, dove per anni si è occupato di cronaca bianca e nera, inchieste, scuola e università, economia, turismo, moda ed enogastronomia. In seno alla stessa testata è curatore dell’inserto semestrale Speciale Pitti Uomo. Oggi è un libero professionista: collabora con diverse testate – sia online che cartacee – nel settore degli eventi e delle eccellenze del territorio, in particolar modo nel campo enogastronomico. E’ coideatore del progetto “Le cene della legalità” (2013) e autore de “L’Opera a Tavola” (2014), nonchè fondatore del sito www.itrelforchettieri.it, embrione del Forchettiere.