#FCW18, 7 percorsi tematici per 7 giorni: I bar negli hotel a Firenze da provare almeno una volta

2_d

Dopo la puntata dedicata al bere bene sotto i 10 euro, adesso il cammino di avvicinamento alla Florence Cocktail Week ci porta a scoprire i bar negli hotel a Firenze dove andare almeno una volta

Cocktails-800x533

Continua la rubrica dedicata alla Florence Cocktail Week e ai cocktail bar coinvolti nella manifestazione. In questo viaggio tra i 21 locali prescelti per soddisfare tutti i palati (a prescindere da gusti, età e portafoglio) vogliamo indicare la giusta strada per godersi al meglio la manifestazione. Abbiamo dunque deciso di pubblicare una serie di articoli tematici che aiutino a trovare il proprio itinerario internamente alla manifestazione. In tutto ne proporremo sette, uno per ogni giorno della FCW, così da poterli provare tutti. Dopo il primo articolo incentrato sulla voglia di scoprire tramite “i locali dove spendere massimo dieci euro”, eccoci al secondo, dedicato ad uno dei templi della miscelazione mondiale, troppo spesso poco conosciuti qui da noi. Parlo dei bar negli hotel, queste magnifiche strutture davanti ai quali le volte i fiorentini provano quasi timore. Perciò quale migliore occasione della FCW per scoprire i più bei hotel di Firenze e i loro splendidi cocktail bar:

Atrium Bar

Atrium Bar - Four Seasons Hotel #FCW18, 7 percorsi tematici per 7 giorni: I bar negli hotel a Firenze da provare almeno una volta

Incastonato come una gemma all’interno dello splendido gioiello che è il Four Seasons Hotel, l’Atrium bar sa stupire per l’eleganza degli interni e la perfezione dei cocktail. Non a caso è riconosciuto tra i migliori cocktail bar d’Italia

Empireo Ground Living

Empireo - Plaza Hotel Lucchesi

l’Empireo offre ai clienti dell’Hotel Plaza Lucchesi e ai fiorentini una vista inedita della città. Non ci credete? Provate a sorseggiare un drink ammirando il Duomo, aspettando il calare del sole, quando il tramonto toglie il fiato, e ci darete ragione!

The Fusion Bar & Restaurant

The Fusion Bar - Gallery Hotel Art #FCW18, 7 percorsi tematici per 7 giorni: I bar negli hotel a Firenze da provare almeno una volta

Tra piatti internazionali e arredi minimali, l’arte non è solo quella delle opere appese alle pareti, ma anche quella proposta nei cocktail di uno dei più popolari bar d’hotel di Firenze. Bere sotto lo sguardo di una Marilyn di Warhol è un esperienza che si può provare solo qui.

Picteau

Picteau Lounge Bar - Lungarno Hotel #FCW18, 7 percorsi tematici per 7 giorni: I bar negli hotel a Firenze da provare almeno una volta

Una finestra sull’Arno, un ispirazione per tanti artisti. Un  salotto chiamato Picteau (dedicato appunto a Picasso e Cocteau  per la prima volta insieme a Firenze) che apre le sue porte alla città, per concedetesi una pausa con il vostro drink preferito ammirando lo scorrere dell’Arno

Winter Garden Bar – St.Regis Florence

Winter Garden St. Regis #FCW18, 7 percorsi tematici per 7 giorni: I bar negli hotel a Firenze da provare almeno una volta

Il Winter Garden Bar del The StRegis Firenze offre una raffinata selezione culinaria accompagnata da cocktail d’autore e rituali, il tutto inserito in una delle cornici storiche più eleganti della città

Villa Cora

#FCW18, 7 percorsi tematici per 7 giorni: I bar negli hotel a Firenze da provare almeno una volta

Nel cuore di Firenze e al tempo stesso fuori dalle piccolezze di tutti i giorni. Una vacanza in mezzo alla propria città. Solo a Villa Cora si può provare al tempo stesso l’emozione di visitare un hotel di rara bellezza e di bere un cocktail a bordo piscina in uno stupendo giardino, gustando anche un’ottima cucina.

The cloister – Belmond Villa San Michele

#FCW18, 7 percorsi tematici per 7 giorni: I bar negli hotel a Firenze da provare almeno una volta

Situato sulle colline di Fiesole, dista soltanto pochi minuti dal centro di Firenze, Un oasi di pace e di lusso in cui immergersi in tutta tranquillità e godersi un cocktail di qualità.

Federico Bellanca

Federico Bellanca

Federico Silvio Bellanca, nato l’ultima settimana del 1989 a Fiesole, reputa se stesso la risposta alla domanda di Raf “cosa resterà di questi anni 80”, e si crede simpatico ogni volta che fa questa battuta. Specialista in Marketing del settore Beverage, ha lavorato in quest'ambito per alcuni anni (soprattutto sul mercato francese), per poi passare a ruoli di responsabilità nelle vendite in diverse aziende spaziando dal vino alla birra fino ai prodotti food. Stregato dal fascino del giornalismo ha cominciato a scrivere per riviste tecniche nel 2015, prima su GDOnews e successivamente su Beverfood.com. A fine 2017 inizia a scrivere su il Forchettiere per raccontare la passione di tutti i protagonisti della ristorazione incontrati mentre cercava dati di mercato e trend di marketing. Ama i cocktail in cui gli ingredienti sono creati del bartender, i ristoranti che non fanno razzismo regionale nei vini e tutto quello che viene servito crudo o quasi. Odia i sorrisi forzati nelle foto , gli appassionati morbosi di un singolo prodotto e scrivere di se stesso in terza persona nelle biografie perché non riesce a farlo troppo seriamente…

Be first to comment

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.