Firenze, una “street food area” nell’ex discoteca Villa Kasar

foto 3 (3)

La campagna sbarca ufficialmente in città, che diviene il punto conclusivo della “filiera corta”. È stata inaugurata a Firenze una particolare “Street Food area”, situata in Lungarno del Tempio, dove prima sorgeva la discoteca Villa Kasar. Protagonista sarà  il “Torello” un trunk food, dove non si vendono prodotti qualsiasi. Si tratta infatti di un punto di somministrazione di prodotti agricoli, tutti provenienti da una sola azienda, quella della tenuta “La Fratta”, in Valdichiana. Questo farà si che prodotti agricoli di grande qualità arriveranno in città direttamente dalla campagna, tra questi il principale sarà l’hamburgher di Chianina, prodotto esclusivamente con carni provenienti dall’azienda. Sempre da qui arriva anche la materia prima della “Birra Agricola”, un’ altra eccellenza che si potrà degustare.

foto 2 (3)

L’obiettivo dell’area è quello di valorizzare le eccellenze agricole toscane, che per la prima volta diventano elemento principale per un pranzo o uno spuntino veloce. Ma in questa zona non ci si limiterà a poter gustare eccellenze gastronomiche, periodicamente saranno proposte mostre fotografiche, d’arte, oppure saranno presenti dimostrazioni di antichi mestieri come il cestaio e l’impagliatore di sedie. Tra breve inizieranno anche le dimostrazioni di Fattoria Didattica dedicata ai più piccoli per far loro comprendere l’importanza della filiera del pane, del formaggio e del miele.

Già dall’inaugurazione di questo spazio è visitabile una mostra fotografica di vita agricola in Valdichiana negli anni 30-40. Quello che sta portando avanti l’azienda agricola “La Fratta” è un importante esperimento che vuole proporre un nuovo modo di gustare i prodotti agricoli, dove è la campagna che viene incontro al consumatore, in un settore particolare com’è quello dello street food, dove difficilmente è possibile tracciare la provenienza del prodotto e soprattutto la qualità.

Marco Gemelli

Marco Gemelli

Marco Gemelli, classe 1978, sposato con due bimbi, giornalista professionista dal 2007, è membro della World Gourmet Society e dell'Associazione Stampa Enogastroagroalimentare Toscana. E’ stato redattore ordinario al quotidiano Il Giornale della Toscana, dove per anni si è occupato di cronaca bianca e nera, inchieste, scuola e università, economia, turismo, moda ed enogastronomia. In seno alla stessa testata è curatore dell’inserto semestrale Speciale Pitti Uomo. Oggi è un libero professionista: collabora con diverse testate – sia online che cartacee – nel settore degli eventi e delle eccellenze del territorio, in particolar modo nel campo enogastronomico. E’ coideatore del progetto “Le cene della legalità” (2013) e autore de “L’Opera a Tavola” (2014), nonchè fondatore del sito www.ilforchettiere.it, embrione del Forchettiere. Gestisce infine un Bed & Breakfast a Firenze (www.damilaflorence.com).

Be first to comment

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.