Aprirà in autunno la Galleria Iginio Massari a Firenze: nel cuore del centro storico, sarà la più grande in Italia, darà lavoro ad almeno 25 pasticceri e avrà un dolce dedicato alla città

A incuriosire molti è stato l’annuncio apparso sui social un paio di giorni fa, in cui Iginio Massari – o meglio, la Iginio Massari Alta Pasticceria – annunciava la ricerca di personale per un’apertura a Firenze. Ebbene, nel giro di appena un weekend sono oltre 300 le richieste arrivate a Brescia, sede del laboratorio del celebre pasticcere. Il luogo in cui aprirà la Galleria Iginio Massari a Firenze è ancora top secret, si sa soltanto che sorgerà nel cuore del centro storico della città (pare in prossimità di un importante hotel, ma senza legami con esso che vadano al di là della vicinanza geografica) e che aprirà i battenti in autunno.

galleria iginio massari a Firenze

Si tratterà della più grande Galleria Iginio Massari tra quelle esistenti oggi in Italia – oltre a Brescia, ci sono Milano, Torino e Verona – per metratura e per capacità di offrire lavoro. A regime, infatti, nella nuova struttura lavoreranno almeno 25 pasticceri, guidati da un responsabile e un vice, tutti formati nella sede centrale di Brescia. “Un bel messaggio da mandare – spiega Deborah Massari, figlia di Iginio – specie in un momento così difficile. Abbiamo appena iniziato la selezione del personale, che deve già conoscere le basi della produzione”. In altre parole, verrà preso in considerazione solo personale già formato.

iginio massari dessert

“Abbiamo scelto Firenze – racconta ancora Deborah Massari – sia perché è una città meravigliosa, sia perché dagli studi di mercato e da una serie di altre valutazioni (dai social ai riscontri dello shop online) abbiamo scoperto di essere molto amati dai fiorentini”.

galleria iginio massari a Firenze

Tra i requisiti richiesti ai pasticceri, esperienza di minimo 5 anni, forte orientamento alla qualità, fine manualità, capacità di lavorare all’interno di un team, capacità di apprendere in maniera veloce e disponibilità immediata per trasferimento a Brescia per la formazione. Nella nuova Galleria Iginio Massari a Firenze che aprirà in autunno saranno presenti tutte e 300 le referenze di pasticceria già disponibili nelle altre boutique italiane, ma a Firenze sarà possibile assaggiare anche uno speciale dolce dedicato alla città. I golosi sono avvisati….
Articolo precedenteOlio EVO, il premio Il Magnifico 2021 a Modugno (Bari): trionfa Olio Mimì
Articolo successivoIl bambù in cucina, ecco come usarlo (e perché dovremmo farlo)
Marco Gemelli
Marco Gemelli, classe 1978, sposato con due bimbi, giornalista professionista dal 2007, è membro della World Gourmet Society e dell'Associazione Stampa Enogastroagroalimentare Toscana. E’ stato redattore ordinario al quotidiano Il Giornale della Toscana, dove per anni si è occupato di cronaca bianca e nera, inchieste, scuola e università, economia, turismo, moda ed enogastronomia. In seno alla stessa testata è curatore dell’inserto semestrale Speciale Pitti Uomo. Oggi è un libero professionista: collabora con diverse testate – sia online che cartacee – nel settore degli eventi e delle eccellenze del territorio, in particolar modo nel campo enogastronomico. E’ coideatore del progetto “Le cene della legalità” (2013) e autore de “L’Opera a Tavola” (2014), nonchè fondatore del sito www.itrelforchettieri.it, embrione del Forchettiere.

1 COMMENT

  1. Necessaria, oltre la Firma, una bella pasticceria in centro. Ne abbiamo di ottime, ma tutte in periferia.
    Sbaglio?

Rispondi