Ha aperto da poco in via Nazionale “La Cocotte”, già da tempo presente in via Gioberti. Il sapore internazionale dei bistrot parigini ben si concilia con i prezzi bassi e la qualità ricercata. Da provare le zuppe e gli hamburger

La Cocotte Firenze - I tre Forchettieri

Abbiamo provato questo locale aperto da tempo in via Gioberti che ha inaugurato da pochissimo un nuovo esercizio in via Nazionale. Si chiama “La Cocotte” ed è un bar bistrot, aperto dalla mattina presto fino a sera: ci ero stato casualmente a prendere un caffè e un pezzo dolce un pomeriggio qualche settimana fa e incuriosito dal piacevole ambiente ho deciso di tornarci a cena.

Il posto ha un sapore internazionale, ricorda vagamente i caffè parigini o comunque mitteleuropei: la cosa secondo me molto positiva, che dà una lezione a tanti bar e pasticcerie del centro, è il prezzo davvero basso di caffè, paste e cappuccini la mattina presto. Il caffè costa entro le 11.30 del mattino solo 70 cent, le paste 80 e i cappuccini 90. In ogni caso la sensazione entrando di pomeriggio è stata di trovarsi di fronte ad un posto piacevole, elegante ma allo stesso tempo giovanile e con prodotti di qualità e ricercati, quindi ho deciso di andarci a cena per assaggiare dei piatti letti sul menù che mi avevano incuriosito.

La Cocotte Firenze - I tre Forchettieri

Siamo arrivati con alcuni amici verso le 20.30 e ci hanno fatto accomodare nella sala adibita alle cene: il locale era semivuoto, la stanza ben illuminata, colori scuri e un’atmosfera molto piacevole, c’era l’aria condizionata, tenuta a un livello non troppo alto (cosa non scontata in tanti posti). Il menù non è vario ma presenza per lo più zuppe, hamburger con patate dritte e salse, piatti di carne, insalate, primi e una lista giornaliera di piatti del giorno non compresi nella carta.

Zuppa etrusca La Cocotte Firenze - I tre Forchettieri

Una volta seduti a La Cocotte abbiamo scelto tutti di prendere una zuppa, sarà che erano particolari e – almeno a leggere dagli ingredienti – appetitose, in particolare abbiamo tutti preso una zuppa etrusca e una persona una zuppa di farro. La zuppa etrusca è stata una vera scoperta, con castagne, ceci e miele. Leggendo questi ingredienti ci si immagina qualcosa di estremamente dolce e stucchevole, in realtà si è rivelata una zuppa molto delicata con un ottimo profumo e un sapore non esageratamente marcato ma i cui ingredienti si venivano esaltati senza risultare troppo decisi. La zuppa viene servita (come anche il formaggio e i crostini con cui vengono servite) in delle cocotte, recipienti piccoli di plastica adatti per essere scaldati in forno a microonde, originali come anche le posate nella loro forma. Il costo è di 5.90 euro, accettabile, e le zuppe decisamente buone sia per qualità che per quantità.

La Cocotte Firenze - I tre Forchettieri

Di secondo abbiamo preso un hamburger con tartufo a 10.90 euro, di medie dimensioni, ben presentato, cotto in maniera ottimale e con carne di buona qualità. La cosa apprezzabile è stato anche l’accompagnamento, patate fritte tagliate e fatte a mano (una rarità in quasi tutti i ristoranti) e le salse fatte in casa, maionese, mostarda e ketchup, e servite sempre in cocotte di piccole dimensioni. Abbiamo accompagnato questa cena con una bottiglia di vino rosso della casa da 13 euro. Una curiosità: rispetto ad altri ristoranti colpiscono i materiali delle stoviglie: le cocotte, posate e bicchieri seppur di belle forme ed eleganti sono di plastica, una cosa sicuramente atipica, ma non negativa di per sé.

La Cocotte Firenze - I tre Forchettieri

Il servizio a “La Cocotte” è stato veloce, attento e molto cortese, e abbiamo speso alla fine 20 euro a testa. Direi molto soddisfacente, una cena di qualità e un rapporto qualità prezzo direi buono. Insomma un posto dove tornare, piacevole e con un’offerta se non altro differente dalle solite.

1 COMMENT

Rispondi