Fornelli in fuga: Lorenzo Guidi vola in Svizzera e apre i “Quattro Leoni” a Zurigo

Il ristoratore Lorenzo Guidi, volto noto della cucina fiorentina e regionale, lascia la Toscana e vola a Zurigo per guidare i “Quattro Leoni” (omonimo del locale in piazza della Passera) e portare la bistecca in Svizzera

  lorenzo guidi

È una piccola grande “fuga dei fornelli”: Lorenzo Guidi – volto noto della cucina sia fiorentina che regionale – lascia l’ultimo incarico di direttore di sala allo “Stella Beach” di Marina di Cecina per volare in Svizzera, a Zurigo, per andare a gestire la cucina dei “Quattro Leoni Firenze“, locale (quasi) omonimo di quello in piazza della Passera. Non è un caso, dal momento che ad aver chiamato Guidi è stato Stefano Coccoloni, già titolare della storica Capponcina di Settignano insieme a Roberto Calzolari, nonché attivo in una precedente gestione dei “Quattro Leoni”.

Il nuovo locale, come conferma Lorenzo Guidi, conta su 40 coperti e sorge in una zona business di Zurigo, piuttosto frequentata: oltre a lui, nella capitale economica della Svizzera si sposta l’intero personale di cucina, sei persone – tutte fiorentine – chiamate a tenere alto il nome della cucina made in Tuscany al di là delle Alpi. “Un po’ mi considero un ambasciatore della bistecca in giro per il mondo” ha spiegato lo chef, che associa alla passione per la gastronomia una storica liaison con il mondo della raffinata affabulazione circense.

lorenzo guidi

Nelle intenzioni dei titolari, la nuova avventura dei “Quattro Leoni” a Zurigo dovrebbe rappresentare solo l’inizio di un piano di sviluppo di respiro internazionale. La stessa società dovrebbe infatti aprire ristoranti analoghi a Belgrado (Serbia) ed in Qatar. Intanto oggi si parte con la Svizzera, dopo che negli anni il ristoratore si è fatto conoscere dai tempi di Nanamuta in poi: a Lorenzo Guidi e ai suoi compagni d’avventura il più vivo e sincero “in bocca al lupo” dal Forchettiere e dal suo staff.

Marco Gemelli

Marco Gemelli

Marco Gemelli, classe 1978, sposato con due bimbi, giornalista professionista dal 2007, è membro della World Gourmet Society e dell'Associazione Stampa Enogastroagroalimentare Toscana. E’ stato redattore ordinario al quotidiano Il Giornale della Toscana, dove per anni si è occupato di cronaca bianca e nera, inchieste, scuola e università, economia, turismo, moda ed enogastronomia. In seno alla stessa testata è curatore dell’inserto semestrale Speciale Pitti Uomo. Oggi è un libero professionista: collabora con diverse testate – sia online che cartacee – nel settore degli eventi e delle eccellenze del territorio, in particolar modo nel campo enogastronomico. E’ coideatore del progetto “Le cene della legalità” (2013) e autore de “L’Opera a Tavola” (2014), nonchè fondatore del sito www.ilforchettiere.it, embrione del Forchettiere. Gestisce infine un Bed & Breakfast a Firenze (www.damilaflorence.com).

Be first to comment

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.