Sabato 20 aprile arriva a Firenze l’evento che sta portando in giro per l’Italia la cultura del caffè made in Italy tra degustazioni guidate e nuove tendenze di consumo. Si chiama “Io bevo caffè di qualità”, ed è una full immersion negli aromi e nei gusti della tazzina di caffè, a cura dei coffee expert Andrej Godina (dottore di ricerca in scienza, tecnologia ed economia dell’industria del caffè) e Francesco Sanapo (campione in carica del campionato baristi caffetteria 2013; rappresenterà l’Italia al campionato mondale World Barista Championship il prossimo 23-26 maggio a Melbourne). Un evento speciale, ad ingresso libero, che si terrà dalle 9 presso lo Stad Cafè (viale Amendola 32).

Andrej Godina e Francesco Sanapo
Andrej Godina e Francesco Sanapo

Il programma della giornata si aprirà con la speciale “Colazione Latte Art”, moderna tecnica di decorazione del cappuccino. I cappuccini saranno preparati con un latte sviluppato e pensato appositamente per il cappuccino, da Davide Berti, Gabriele Cortopassi e altri baristi professionisti, che si sfideranno nella preparazione di disegni nella tazza di tulip, cigni e cuori per i clienti dello Stad. Alle ore 10 si entrerà nel cuore della manifestazione: fino alle 13 sarà offerto un percorso sensoriale innovativo a base di caffè e decaffeinati made in Italy. In degustazione caffè monorigine (provenienti da singoli paesi di produzione) e “specialty” (di particolare pregio qualitativo), preparati in modalità espresso, filtro, aeropress e drip (gli ultimi due sono metodi per degustare il caffè attualmente molto diffusi in America e Nord Europa, e appena arrivati nel nostro Paese). Ad introdurli e commentarli Godina e Sanapo, insieme a due ospiti speciali, due campionesse italiane del campionato Cup Tasters (assaggiatori di caffè): Martina Godina (campionessa 2011) e Cinzia Linardi (campionessa in carica).

Il percorso del gusto si articolerà sull’assaggio di tre caffè specialty (provenienti da Brasile, Cuba, Guatemala) e, per la prima volta, da un decaffeinato specialty (proveniente dal Perù), che potrà soddisfare anche chi non sopporta il contenuto di caffeina del caffè normale. “L’intreccio di diverse qualità di caffè, con particolari caratteristiche di aroma e gusto e di differenti metodi di estrazione, è pensato per suscitare interesse attorno a un prodotto ricco di inaspettate sorprese organolettiche, nonché alle ultime tendenze internazionali di consumo”, dicono gli organizzatori. A chiusura dell’evento, dalle 13, il brunch del sabato dello Stad Café: una selezione di piatti gourmet preparati dagli chef, accompagnati da un’accurata selezione di vini rossi toscani, dove tradizione, tendenze internazionali e caffè si sposeranno per dare ai clienti un’offerta unica.

L’evento è di preparazione al Festival Pausa Caffè che si terrà a Firenze, il prossimo 13 e 14 giugno, in vari luoghi della città, tra spettacoli, vie del gusto, gare baristi, workshop e incontri.

Articolo precedenteEcco l’invito ufficiale al matrimonio da favola di Lohia a Firenze
Articolo successivoEcco chi c’è dietro il matrimonio Lohia a Firenze
Marco Gemelli
Marco Gemelli, classe 1978, sposato con due bimbi, giornalista professionista dal 2007, è membro della World Gourmet Society e dell'Associazione Stampa Enogastroagroalimentare Toscana. E’ stato redattore ordinario al quotidiano Il Giornale della Toscana, dove per anni si è occupato di cronaca bianca e nera, inchieste, scuola e università, economia, turismo, moda ed enogastronomia. In seno alla stessa testata è curatore dell’inserto semestrale Speciale Pitti Uomo. Oggi è un libero professionista: collabora con diverse testate – sia online che cartacee – nel settore degli eventi e delle eccellenze del territorio, in particolar modo nel campo enogastronomico. E’ coideatore del progetto “Le cene della legalità” (2013) e autore de “L’Opera a Tavola” (2014), nonchè fondatore del sito www.itrelforchettieri.it, embrione del Forchettiere.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.