Al via in Honduras il primo talent show sul caffè

Dieci baristi, provenienti da diversi Paesi stanno per volare in Honduras dal 1 al 10 febbraio per affrontare la seconda edizione del talent show dedicato al caffè: dovranno vivere come coltivatori, sfidandosi e… studiando  

Barista efarmer_gruppo produzione in Honduras

Lo aveva ideato qualche tempo fa, il campione italiano baristi Francesco Sanapo, e adesso è tempo di passare dalle parole ai fatti: dopo il debutto nel 2013 a Puerto Rico, sta per vedere la luce la seconda edizione di “Barista & Farmer”, il talent show dedicato al caffè di eccellenza e realizzato in collaborazione con Rimini Fiera, la Sigep e con il patrocinio della Scae. Sulla scrivania di Francesco Snapo (la cui storia è qui raccontata) sono arrivate circa 200 candidature da tutto il mondo, e alla fine sono stati selezionati dieci baristi: saranno loro a partecipare dal 1 al 10 febbraio in Honduras al talent show dedicato alla promozione e alla cultura del caffè di eccellenza. Per dieci giorni i baristi proveranno l’esperienza di vivere come i produttori di caffè nei Paesi di origine, in questo caso nelle famose piantagioni dell’Honduras. Saranno ripresi 24 ore al giorno da videocamere e i servizi saranno trasmessi su www.baristafarmer.com. Di questa edizione sarà poi realizzato un documentario che mostrerà un nuovo modo di concepire il mondo del caffè, con l’intento di diffondere questa cultura, sempre più globale (il caffè è la seconda bevanda più bevuta dopo l’acqua).

I baristi si sfideranno in gare a punteggio, e il vincitore parteciperà alla produzione dell’edizione 2016. Non sarà una passeggiata: i concorrenti lavoreranno presso le aziende caffeicole che forniscono il caffè di qualità in tutto il mondo come dei pickers (i cosiddetti contadini che raccolgono il caffè), si sveglieranno all’alba per passare la mattinata all’interno della piantagione, raccogliendo i chicchi. I partecipanti seguiranno tutte le fasi della lavorazione del prodotto: dalla raccolta all’utilizzo delle diverse tecnologie sino all’esperienza della degustazione e alle opportunità di consumo, vivendo una competizione che coinvolge ogni fase della vita e della trasformazione del caffè. Frequenteranno l’Accademia di Barista & Farmer, una speciale scuola multidisciplinare con i professionisti del settore, diretta da Alberto Polojac. Tra i “professori” Ruben Rivera interverrà sulle aree di produzione del caffè in Honduras; Napoleon Matute sul management della piantagione; Arnold Paz sui metodi di lavorazione; Scott Conary darà cenni sulla torrefazione, mentre Alberto Polojac e Janny Torres parleranno di caffè verde. Le attività saranno corredate da sessioni di assaggio sensoriali con Douglas Urquía e Andrej Godina, esami e laboratori pratici nei vivai con José Omar Rodriguez e alcuni produttori.

caffè_mano2

I baristi selezionati per la nuova edizione del talent show sono: Bogdan Prokopchuk, 21 anni, barista nella catena di caffè Double B Coffe and Tea a Mosca (la chiama la sua ‘coffee family’), tra gli interessi la boxe, la maratona e cucinare; Julien Latin, francese, 36 anni, sta per aprire a Annecy un cafè con torrefazione, specializzato in prodotti di qualità, dopo 10 anni passati a fare l’assicuratore; Agustina Romàn 24enne di Buenos Aires, campionessa baristi in Argentina nel 2013; la colombiana Angelica Madrigal Garcia, 30 anni, un master in economia e scienze del caffè e un lavoro presso la Cooperativa dei coltivatori di caffè di Antioquia. Tre gli italiani: si tratta di Deborah Cesanelli, 34enne di Morrovalle (Macerata), barista con il pallino della formazione, amante di fotografia, viaggi, collezionismo; Sandro Bonacchi, 37 anni, di Pistoia, titolare della Torrefazione Oriental Caffè, che è della sua famiglia dal 1955, e Patrick Sinapi, 38 anni di Latina, cresciuto nel bar dei genitori e titolare del Bix Cafe’.

E ancora: al talent show partecipa Stephany Dávila, 29 anni, giornalista e appassionata di caffè, i genitori sono produttori nel sud-est del Guatemala, dalla regione di Santa Rosa, rinomata per l’alta qualità. Panuwat Yoosakda, in arte Mangooo, 24 anni, nato e cresciuto a Chiang Mai (Thailandia), dal 2012 vive ad Anversa con la moglie belga, capo barista e assistente torrefattore del Cuperus Koffiebranderij, che adora. Infine, l’australiano Julian Dammanhayn, dopo un’esperienza nei caffè di Melbourne, approdato alla Genovese Specialty Coffee Division, che lo ha introdotto al lato produttivo dell’industria.

BaristaeFarmer_da sn Andrej Godina, Francesco Sanapo e Rebecca Atienza in Honduras

“Il talent show – racconta Francesco Sanapo – mostra al mondo la passione dei coltivatori e dei baristi per il loro lavoro. Il barista ha il compito, privilegio e la responsabilità di promuovere il vero valore del caffè, con passione e conoscenza al consumatore finale; allo stesso tempo il format diffonde il duro lavoro, l’impegno e la passione dei contadini e tutta la loro dedizione per la produzione di caffè di alta qualità”.

Al lavoro e allo studio si uniranno poi il divertimento e lo svago, con giochi e competizioni a tema e la visita ai siti archeologici, in compagnia di autorità e personaggi del luogo, e in gare in cui il caffè sarà preparato in maniera inedita, per mostrare nuove opportunità di assaggio e abitudini. La nuova edizione del talent show Barista & Farmer si svolgerà nella parte nord-occidentale dell’Honduras, vicino a uno dei siti archeologici Maya più importanti del Paese. Dal 1 al 3 febbraio i baristi saranno prima presso l’azienda Santa Isabel a Copán, diretta dal 1955 da Raul e Marina Welchez, che ne hanno fatto meta di un nuovo turismo consapevole, un modello alternativo a quello classico. I partecipanti si muoveranno attraverso la piantagione a bordo di un vecchio trattore chiamato ‘baronesa’, usato dai ‘picker’, i raccoglitori di caffè, durante la stagione del raccolto. Il coffee talent proseguirà poi dal 4 al 10 febbraio a Las Capucas a San Pedro de Copán, nel Celaque National Park, dove è situata la Cooperativa Cafetalera Capucas Limitada. La cooperativa sociale unisce 835 famiglie di produttori di caffèun modello vincente di economia, dove si coltiva e si esporta caffè con alti standard di qualità, e si sviluppano progetti sociali (ospedali, assistenza informatica, scuola per i bambini). Tre le aziende in cui si muoveranno i concorrenti, Finca Tierra de Benedicion, Finca Origenes e Finca La Victoria. Barista&Farmer chiuderà il suo programma con una grande festa a Santa Rosa di Copan, città conosciuta come la capitale del buon caffè di Honduras. L’evento finale vedrà la partecipazione di baristi internazionali, produttori di caffè locali e il coinvolgimento di tutta la comunità di Santa Rosa.

Marco Gemelli

Marco Gemelli, classe 1978, sposato con due bimbi, giornalista professionista dal 2007, è membro della World Gourmet Society e dell'Associazione Stampa Enogastroagroalimentare Toscana. E’ stato redattore ordinario al quotidiano Il Giornale della Toscana, dove per anni si è occupato di cronaca bianca e nera, inchieste, scuola e università, economia, turismo, moda ed enogastronomia. In seno alla stessa testata è curatore dell’inserto semestrale Speciale Pitti Uomo. Oggi è un libero professionista: collabora con diverse testate – sia online che cartacee – nel settore degli eventi e delle eccellenze del territorio, in particolar modo nel campo enogastronomico. E’ coideatore del progetto “Le cene della legalità” (2013) e autore de “L’Opera a Tavola” (2014), nonchè fondatore del sito www.itreforchettieri.it, embrione del Forchettiere. Gestisce infine un Bed & Breakfast a Firenze (www.damilaflorence.com).

Be first to comment

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.