Alex Siliberto brand ambassador di «DìWine Aperitif Made in Florence» è stato eletto Personaggio dell’anno nella categoria Barman all’11ª edizione del sondaggio di Italia a Tavola. Per celebrare la vittoria, una serata evento lo vedrà dalle 19 dietro il bancone a Firenze presso AC Hotel Firenze by Marriott

Alex Siliberto

La notizia è di qualche giorno fa, e siamo sicuri che a Milano i festeggiamenti privati siano già iniziati, ma per stappare lo Champagne ( o forse il DìWine) in maniera ufficiale Alex Siliberto ha voluto aspettare il 13 Marzo, data in cui verrà a Firenze per proporre un assaggio del suo talento e celebrare la vittoria insieme all’azienda che ormai da tempo rappresenta.

Alex Siliberto

Per i pochi che non conoscessero la sua storia, Alex è uno che di vittorie in carriera ne ha viste tante essendo pluricampione italiano di A.B.I. Professional (Associazione barmen italiani), ed è ovviamente abituato ad essere sotto i riflettori, visto che il suo progetto “The Towers” – un programma didattico sui grattacieli più importanti del mondo diviso tra Milano e New York, tra mixology e architettura – è stato anche raccontato su VOGUE,  ma questo traguardo forse per lui ha un valore speciale. Nel sondaggio lanciato dalla rivista, e che lo ha visto vincitore, ha infatti totalizzato 24.626 preferenze. Un successo figlio della gente dunque, e non di una giuria tecnica come ci aveva abituato. E si sa, per chi fa questo lavoro il successo passa dall’apprezzamento quotidiano dei clienti, non da quello degli esperti.

Ormai da tempo il bartender meneghino collabora con DìWine, il vino aromatizzato artigianale del Chianti la cui ricetta segreta di famiglia risalente alla fine del 1800 è stata riportata in vita da Gabriele Giotti. Mese dopo mese ha sorpreso tutti con ricette e sperimentazioni in miscelazione, mantenendo sempre il prodotto come protagonista. Ora finalmente sarà possibile sperimentare il suo estro creativo anche a Firenze, dove in una serata evento Alex festeggerà miscelando l’aperitivo Made in Florence.

Per l’occasione sarà ospite dell’AC Hotel Firenze by Marriott (Via Luciano Bausi, 5, 50144 Firenze FI). Se vi chiedete cosa abbia spinto più di ventimila persone a votarlo barman dell’anno, basterà attendere qualche giorno. La risposta è dietro l’angolo!

Previous articleToscana da bere, viaggio tra i cocktail bar della regione: Grotta Giusti a Monsummano Terme
Next articleFuori di Taste 2019: ecco i 15 appuntamenti foodie da non perdere
Federico Bellanca
Federico Silvio Bellanca, nato l’ultima settimana del 1989 a Fiesole, reputa se stesso la risposta alla domanda di Raf “cosa resterà di questi anni 80”, e si crede simpatico ogni volta che fa questa battuta. Specialista in Marketing del settore Beverage, ha lavorato in quest'ambito per alcuni anni (soprattutto sul mercato francese), per poi passare a ruoli di responsabilità nelle vendite in diverse aziende spaziando dal vino alla birra fino ai prodotti food. Stregato dal fascino del giornalismo ha cominciato a scrivere per riviste tecniche nel 2015, prima su GDOnews e successivamente su Beverfood.com. A fine 2017 inizia a scrivere su il Forchettiere per raccontare la passione di tutti i protagonisti della ristorazione incontrati mentre cercava dati di mercato e trend di marketing. Ama i cocktail in cui gli ingredienti sono creati del bartender, i ristoranti che non fanno razzismo regionale nei vini e tutto quello che viene servito crudo o quasi. Odia i sorrisi forzati nelle foto , gli appassionati morbosi di un singolo prodotto e scrivere di se stesso in terza persona nelle biografie perché non riesce a farlo troppo seriamente…