Il Brunello invecchia? No problem, la Fattoria dei Barbi fa il “tagliando” alla bottiglia

Capita che una bottiglia vocata all’invecchiamento abbia bisogno di un “tagliando”, come le auto. Beh, per quelle più vecchie di 20 anni la Fattoria dei Barbi offre la risommatura del vino e il cambio del tappo, operazioni necessarie per permettere al Brunello di invecchiare bene

Fattoria dei Barbi

Col passare del tempo le automobili hanno bisogno di fare il tagliando, si sa. E le bottiglie di vino che mirano a superare i vent’anni di invecchiamento? Idem. Man mano che le stagioni si susseguono, in cantina, le bottiglie piano piano scolmano: il tappo di sughero perde elasticità e coesione, e – fisiologicamente – non aderisce più al vetro in modo ottimale: diventa quindi necessario riportare il vino al livello giusto (la cosiddetta “risommatura“) e cambiare il tappo.

Fattoria dei Barbi

Nel cuore della Toscana vinicola, quest’operazione diventa occasione di festa: da quasi un secolo alla Fattoria dei Barbi a Montalcino la famiglia Cinelli Colombini ricolma e cambia i tappi alle bottiglie di Brunello e di Brunello Riserva dei Barbi – custodite nelle cantine dove riposa una collezione completa, dal 1892 a oggi – e, gratuitamente, anche a quelle dei clienti (ecco come). La risommatura è infatti necessaria per permettere al Brunello di invecchiare.

fattoria dei barbi

A Montalcino va in scena così sabato 10 e domenica 11 novembre la cerimonia del tappo: nei due giorni sarà possibile portare i propri Brunello da risommare – purché abbiano almeno vent’anni e siano conservati in stato ottimale – lasciandoli in cantina per poi esser avvertiti quando saranno pronti. I curiosi potranno invece assistere alla risommatura effettuata in pubblico nel pomeriggio dal maestro cantiniere Maurizio Cecchini, che illustrerà tutti i passaggi necessari: dopo l’esame visivo, olfattivo e gustativo, viene eseguita la risommatura con vino conservato in stato ottimale nelle cantine della Fattoria dei Barbi. Alla fine, avviene la ritappatura con sugheri nuovi marcati Barbi e l’apposizione della capsula sulla bottiglia. Il sughero vecchio infine viene legato al collo della bottiglia con un filo rosso.

Fattoria dei Barbi

L’appuntamento e’ alle 15 sia sabato 10 novembre che domenica 11 novembre. A seguire visita guidata alle antiche cantine di affinamento con degustazione e visita guidata al Museo del Brunello. Per chi avesse appetito, la Taverna dei Barbi sarà aperta sia a pranzo che a cena (si consiglia la prenotazione) e le visite pubbliche alle cantine con inizio alle 12 e alle 15:30 avranno normale svolgimento.

Ticket di ingresso: € 35 a persona, pranzo e/o cena esclusi.

Info e prenotazioni:
tel. +39 0577 841111
wine shop +39 0577 841205
info@fattoriadeibarbi.it

Marco Gemelli

Marco Gemelli, classe 1978, sposato con due bimbi, giornalista professionista dal 2007, è membro della World Gourmet Society e dell'Associazione Stampa Enogastroagroalimentare Toscana. E’ stato redattore ordinario al quotidiano Il Giornale della Toscana, dove per anni si è occupato di cronaca bianca e nera, inchieste, scuola e università, economia, turismo, moda ed enogastronomia. In seno alla stessa testata è curatore dell’inserto semestrale Speciale Pitti Uomo. Oggi è un libero professionista: collabora con diverse testate – sia online che cartacee – nel settore degli eventi e delle eccellenze del territorio, in particolar modo nel campo enogastronomico. E’ coideatore del progetto “Le cene della legalità” (2013) e autore de “L’Opera a Tavola” (2014), nonchè fondatore del sito www.itreforchettieri.it, embrione del Forchettiere. Gestisce infine un Bed & Breakfast a Firenze (www.damilaflorence.com).

Be first to comment

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.