Brunello di Montalcino, 7 annate di Poggio alle Mura per celebrare i 40 anni di Castello Banfi

poggio alle mura castello banfi

Una verticale con sette annate del Brunello di Montalcino Poggio alle Mura per celebrare i 40 anni di Castello Banfi, proprio nei giorni in cui esordiscono la vendemmia 2014 e la Riserva 2013

poggio alle mura castello banfi

Tu chiamale, se vuoi, emozioni. Parafrasando Lucio Battisti, avere la possibilità di fare una verticale di Brunello di Montalcino Riserva “Poggio alle Mura” di Castello Banfi è una vera emozione, che appassiona sorso dopo sorso. Sette annate per comprendere le quattro parole-chiave del successo di Banfi: pionierismo, ricerca, innovazione e sostenibilità.
Siamo sempre nel vivo dei festeggiamenti per i 40 anni dell’azienda con una degustazione di grande interesse perché, proprio in questi giorni, esordirà la vendemmia 2014 e la Riserva 2013. A guidarci in questo viaggio fuori dalle “mura” del Castello sono Enrico Viglierchio direttore generale dell’azienda e Massimo Castellani, delegato Ais Firenze, al Grand Hotel Mediterraneo.

poggio alle mura castello banfi

“Poggio alle Mura” è stato scelto per l’originalità con cui viene realizzato, un progetto di vinificazione con studi di zonazione che hanno permesso di conoscere nei dettagli il territorio su cui insistono le vigne. La struttura dei suoli rende questa zona molto stimolante e particolare con la presenza di argilla e calcio che favoriscono la crescita ottimale della vite dando vita a vini prestigiosi.

poggio alle mura castello banfi

La tenuta di Castello Banfi si estende sul versante sud-occidentale del comune di Montalcino con 2850 ettari di proprietà, 850 di vigneto di cui 400 coltivati a sangiovese: un sogno diventato realtà nel 1978 da John Mariani. Oggi l’Azienda è guidata da Cristina Mariani, sia quella italiana che negli Stati Uniti. La sintesi di un successo, vendemmia dopo vendemmia dal 2007, esordio dell’etichetta, fino all’anteprima del 2013. Sangiovese in purezza, bottiglia di forma bordolese, entra in commercio dopo 6 anni dall’anno della vendemmia.

poggio alle mura castello banfi

Castello Banfi, Poggio alle Mura 2007

Vendemmia generosa accompagnata da una stagione mite e un leggero anticipo primaverile.
Colore rosso profondo con sfumature granata, intenso e pieno. Al naso è inconfondibile il frutto maturo, macerato, con lievi sentori di sottobosco, corteccia e una nota di tabacco e balsamico. I tannini sono ben integrati con una acidità che lo rende dinamico. Il finale ha una chiusura calda e avvolgente.

Castello Banfi, Poggio alle Mura 2008

Una vendemmia un po’ più critica con un inverno piovoso e freddo che ha dettato un rallentamento nella maturazione delle uve.  Colore rosso vivace. L’impatto floreale è potente, poi si aggiungono sentori di frutta cotta ma anche secca coma la noce. Sensazioni più terrose e di corteccia si delineano insieme al cuoio e al tabacco. Tannino elegante con notevole potenza strutturale. Finale lungo dal quale emerge l’arancia amara.

poggio alle mura castello banfi

Castello Banfi, Poggio alle Mura 2009

Vendemmia interessante con tappe climatiche in cui ha prevalso un’estate asciutta e calda e una escursione termica con frescura notturna. Colore rosso intenso. Il profumo si fa sentire con la rosa e a seguire l’amarena. Emerge anche una leggera nota speziata dolce, quasi di vaniglia. Una notevole acidità. Il tannino si sveglia un po’ alla volta e la chiusura è ancora quella decisa di arancia.

Castello Banfi, Poggio alle Mura 2010

Una vendemmia che non ha deluso le aspettative e che possiamo definire esaltante.
Colore rosso vivace e pieno. Il frutto emerge lentamente con note di confettura , caramello e frutta secca per terminare con sentori di cannella. Un vino dai tannini eleganti e allo stesso tempo autorevole. In bocca risulta morbido e con una spiccata acidità. Persistenza gustativa con un finale di arancia e spiccata salinità.

poggio alle mura castello banfi

Castello Banfi, Poggio alle Mura 2011

Annata un po’ difficile dal punto di vista climatico e soprattutto molto calda. Al naso sorprende il profumo dolce di frutta, ciliegia, prugna, caffè, note speziate e tostate. Sensazioni di arancia amara e di liquirizia. In bocca è ricco e di buona persistenza. Il tannino è graffiante e deciso ad indicare una sfrontata gioventù. Sul finale un piacevole sentore di albicocca.

Castello Banfi, Poggio alle Mura 2012

Annata che ha comportato una selezione non indifferente delle uve. Colore profondo ed intenso. Il profumo ha un esordio floreale molto equilibrato, poi sentori di sottobosco, ribes nero, note di cioccolato in polvere e cuoio. Il tannino è ben integrato e a tratti gentile e setoso. Freschezza ed acidità, finale lungo che chiude con aromi leggermente speziati.

poggio alle mura castello banfi

Castello Banfi, Poggio alle Mura 2013

Una delle vendemmie più tardive ma l’estate alla fine è arrivata. Colore rosso vivace intenso . Il profumo mantiene la nota floreale con la viola e la rosa mentre il fruttato si presenta con il lampone e prosegue con la marasca. Il legno è ancora giovane ma già esuberante. Toni di freschezza con tannini decisi. Finale inconfondibile di arancia.

poggio alle mura castello banfi

In chiusura di serata l’Ais di Firenze, impeccabile nel servizio, ha consegnato a Enrico Viglierchio il Fiorino d’Argento insieme alla t-shirt I love Sangiovese.

Be first to comment

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.