Coquinarius “raddoppia” e sbarca a Fiesole, con la terrazza dei ricordi su Firenze

terrazza coquinarius fiesole

Per i suoi 20 anni, il Coquinarius – locale in via delle Oche – ha aperto i battenti a Fiesole e si regala la più bella terrazza con vista su Firenze, nel fondo che ha ospitato le Lance e i ricordi di intere generazioni

coquinarius fiesole

È un “luogo del cuore” a cui tutti i fiorentini sono legati da ricordi condivisi, dai compleanni alle feste di matrimonio fino alle cene romantiche. Adesso quello spazio gastronomico lungo la strada che porta a Fiesole, con la terrazza che domina la città, torna a vivere grazie a Coquinarius, che raddoppia la propria offerta.

coquinarius fiesole

Per festeggiare i suoi 20 anni di attività, il ristorante di via delle Oche – tra i più apprezzati per la cucina e per la scelta enologica in città – si regala la più bella terrazza con vista su Firenze, nel fondo che fino a qualche anno fa ospitava un altro nome storico della ristorazione locale, Le Lance.

Dopo l’arrivo di Bibi Graetz nell’hotel Villa Aurora, con l’apertura di Coquinarius Fiesole si compie un nuovo passo verso una sorta di Rinascimento gastronomico della collina che domina Campo di Marte. “Conosco il Coquinarius da tanti anni – spiega il sindaco di Fiesole, Anna Ravoni – e il fatto che sia protagonista della nuova ‘via del gusto’ di Fiesole mi rende orgogliosa ed emozionata”.

I titolari di Coquinarius hanno le idee chiare su come sviluppare il ristorante lungo via Mantellini: “I turisti sono importanti – spiega – ma non sono il nostro target principale. Vogliamo riportare le famiglie di fiorentini a godersi un pranzo o una cena con questa vista. In tavola troveranno i piatti delle diverse anime della tradizione toscana, dalla razza bovina maremmana al ragù di pecora di Campi Bisenzio, dal collo ripieno ai fichi di Carmignano, dalla patata rossa di Cetica al maiale grigio del Casentino fino al daino che vive proprio in queste zone. Il tutto, poi, valorizzato da una scelta attenta di vini e da pairing studiati ad hoc”.

Il Coquinarius Fiesole ha aperto poche settimane fa ed è diviso in due ambienti: l’Osteria al piano terra, più uno spazio per famiglie con terrazza al piano superiore. In cucina c’è Irene Schirru, autrice di piatti come i tortelli mugellani con fave, pecorino e scorza d’arancia (foto in alto) o come i Raviolotti di burrata con pesto di pistacchi e crema di cipolle rosse (foto in basso).

Per info:
www.coquinarius.it
fiesole@coquinarius.it
+390555978356

Marco Gemelli

Marco Gemelli

Marco Gemelli, classe 1978, sposato con due bimbi, giornalista professionista dal 2007, è membro della World Gourmet Society e dell'Associazione Stampa Enogastroagroalimentare Toscana. E’ stato redattore ordinario al quotidiano Il Giornale della Toscana, dove per anni si è occupato di cronaca bianca e nera, inchieste, scuola e università, economia, turismo, moda ed enogastronomia. In seno alla stessa testata è curatore dell’inserto semestrale Speciale Pitti Uomo. Oggi è un libero professionista: collabora con diverse testate – sia online che cartacee – nel settore degli eventi e delle eccellenze del territorio, in particolar modo nel campo enogastronomico. E’ coideatore del progetto “Le cene della legalità” (2013) e autore de “L’Opera a Tavola” (2014), nonchè fondatore del sito www.ilforchettiere.it, embrione del Forchettiere. Gestisce infine un Bed & Breakfast a Firenze (www.damilaflorence.com).

Be first to comment

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.