Al via Ego Circus, il tour in 18 tappe tra i templi del bere miscelato a Firenze

Al via giovedì 22 novembre Ego Circus, tour tra i templi del “bere bene” fiorentino, un viaggio lungo 4 mesi che partendo dall’Empireo Ground Floor tocca i migliori cocktail bar cittadini e – in 18 tappe – vede all’opera i bartender più trendy, chiamati a mostrare i propri cavalli di battaglia

Un tour tra i templi del “bere bene” fiorentino, un viaggio lungo quattro mesi che parte dall’Empireo Ground Floor dell’hotel Plaza Lucchesi e tocca i migliori cocktail bar cittadini: nel giro di 18 appuntamenti il progetto vede all’opera i bartender più trendy, chiamati a mostrare al pubblico i propri cavalli di battaglia. Già dal nome si capisce che Ego Circus, ideata da Gabriele Frongia, sarà uno spettacolo e al tempo stesso un divertimento, che fino a marzo metterà sotto i riflettori i locali e i bartender che negli ultimi anni hanno portato Firenze nell’olimpo delle città del buon bere miscelato.

Anche grazie a iniziative come la Florence Cocktail Week ideata da Paola Mencarelli, infatti, il capoluogo toscano ha visto crescere moltissimo il livello dei cocktail bar in città, in un turbinio di conferme e novità che ha portato l’asticella sempre più in alto. E non è un caso che Ego Circus sia un “approved event” della FCW. Il segreto del successo di Firenze sta anche nei grandi bar d’hotel, che solo a Firenze paiono essere riusciti a riproporre il  grazie mix di clientela internazionale e appassionati cittadini che si può trovare nelle grandi capitali Europee.

ego circus

Proprio da qui nasce l’idea del Plaza Lucchesi di Ego Circus 2018, il circo della mixology: fino a marzo vanno in scena 9 serate andata e ritorno che hanno come punto fermo L’Empireo Ground Floor, il bar dell’hotel sul lungarno della Zecca Vecchia. Da Julian Biondi a Simone Corsini fino a Sasha Mecocci, per una sera gli artisti della miscelazione si scambiano di bancone, per far scoprire le loro creazioni in un ambiente diverso dal solito.

ego circus

Per ogni serata all’Empireo Ground Floor ne corrisponde una “gemella” dietro al bancone del guest bartender. Dopo il debutto a novembre con Simone Corsini dell’Atrium Bar at Four Seasons, il 20 dicembre Sasha Mecocci del Fusion affronta il tema della territorialità dei cocktail, mentre il 2019 si aprirà con Julian Biondi che il 17 gennaio porterà lo spirito irriverente del MAD.

ego circus

Il 31 gennaio sarà l’occasione per vedere lo staff del Rasputin per una notte fuori dal più segreto dei bar fiorentini, mentre il 14 febbraio San Valentino lo si festeggia col whisky di Manuel Perreto del Lovecraft, il primo whisky bar della città. Il 28 febbraio si parlerà di birra in miscelazione con Neri Fantechi e i ragazzi del Black Lodge, mentre l’inizio di marzo vedrà dietro il bancone i “vicini di casa” del FUK. Si chiude a fine marzo una serata Out Of Ordinary, grazie ai ragazzi di OOO allo Student Hotel.

Marco Gemelli

Marco Gemelli, classe 1978, sposato con due bimbi, giornalista professionista dal 2007, è membro della World Gourmet Society e dell'Associazione Stampa Enogastroagroalimentare Toscana. E’ stato redattore ordinario al quotidiano Il Giornale della Toscana, dove per anni si è occupato di cronaca bianca e nera, inchieste, scuola e università, economia, turismo, moda ed enogastronomia. In seno alla stessa testata è curatore dell’inserto semestrale Speciale Pitti Uomo. Oggi è un libero professionista: collabora con diverse testate – sia online che cartacee – nel settore degli eventi e delle eccellenze del territorio, in particolar modo nel campo enogastronomico. E’ coideatore del progetto “Le cene della legalità” (2013) e autore de “L’Opera a Tavola” (2014), nonchè fondatore del sito www.itreforchettieri.it, embrione del Forchettiere. Gestisce infine un Bed & Breakfast a Firenze (www.damilaflorence.com).

Be first to comment

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.